maurosoliminifratresmedaglia29112019Molfetta. Si è svolta il 24 novembre scorso a Molfetta la premiazione dei donatori di sangue dell’associazione Fratres Molfetta Don Tonino Bello.

Tra i premiati spicca il nome di Mauro Solimini, che ha conseguito la medaglia d’oro per aver raggiunto e superato le cinquanta donazioni. Mauro ha all’attivo ben cinquantaquattro donazioni con l’associazione Fratres ed è risultato il donatore più giovane a ricevere la medaglia d’oro.

Dal 1994 ad oggi sono centodiciotto le donazioni di sangue che Mauro Solimini ha eseguito in tutto se si calcolano anche quelle avvenute con altre associazioni.

“Donare rappresenta una scelta responsabile e necessaria se si vuole aiutare davvero coloro che hanno realmente bisogno di sangue. È una cosa che dovremmo fare tutti, perché donare il proprio sangue non costa niente. A 18 anni molti ragazzi aspirano ad avere la patente, io invece ho subito pensato che volevo donare il sangue”.


maurosoliminifratresmedaglia29112019Molfetta. Si è svolta il 24 novembre scorso a Molfetta la premiazione dei donatori di sangue dell’associazione Fratres Molfetta Don Tonino Bello.

Tra i premiati spicca il nome di Mauro Solimini, che ha conseguito la medaglia d’oro per aver raggiunto e superato le cinquanta donazioni. Mauro ha all’attivo ben cinquantaquattro donazioni con l’associazione Fratres ed è risultato il donatore più giovane a ricevere la medaglia d’oro.

Dal 1994 ad oggi sono centodiciotto le donazioni di sangue che Mauro Solimini ha eseguito in tutto se si calcolano anche quelle avvenute con altre associazioni.

“Donare rappresenta una scelta responsabile e necessaria se si vuole aiutare davvero coloro che hanno realmente bisogno di sangue. È una cosa che dovremmo fare tutti, perché donare il proprio sangue non costa niente. A 18 anni molti ragazzi aspirano ad avere la patente, io invece ho subito pensato che volevo donare il sangue”.

WEB TV

WEBtv