Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

pallacanestro molfetta fotoMolfetta. - Al Pala Poli va di scena la quinta giornata del girone D del campionato di LNB girone B. I padroni di casa di coach Gesmundo, dopo l’iniziale vittoria contro il Cus Jonico Taranto, devono interrompere la striscia negativa di cinque sconfitte, di fronte Maddaloni, una squadra ancora a secco di successi che occupa l’ultima posizione della classifica.

La Pallacanestro Molfetta deve fare a meno, nel quintetto iniziale, di Grimaldi, uscito malconcio dal derby contro Bisceglie e manda in campo Maggi, Corazzon, Longobardi, Bertona e De Falco. Maddaloni si affida all’esperienza di Desiato, già visto sul parquet del Pala Poli, Piscitelli e Rusciano.
Inizio di partita già complicato per i ragazzi di coach Gesmundo che provano a rispondere alle triple di Rusciano e Piscitelli con Maggi e De Falco, ma Maddaloni allunga subito sul 7-13. A questo punto entra in partita Andrea Longobardi che prima subisce un fallo antisportivo e poi segna una tripla, che mantiene Molfetta a galla, ma una serie di tiri liberi permettono alla squadra campana di chiudere il primo quarto sul 15-22.
Inizio di secondo quarto con Molfetta che prova a rientrare grazie alle triple del solito Maggi, ma Maddaloni trova la quadratura in attacco e raggiunge un vantaggio in doppia cifra, Gesmundo corre ai ripari chiamando time-out,  ma la situazione non cambia, prima le triple di Piscitelli poi le penetrazioni di Desiato portano Maddaloni a chiudere il primo tempo sul 28-48.
Inizia il secondo tempo sulla falsariga del primo, con Maddaloni che fa la partita e con Molfetta che prova senza grandi risultati a rientrare. Sul finale del terzo periodo prima il quarto fallo di Maggi poi il fallo tecnico fischiato alla panchina molfettese mettono una grossa ipoteca sul risultato finale.
All’inizio dell’ultimo periodo piove sul bagnato, con Maggi costretto a terminare in anticipo la partita per cinque falli, Molfetta prova un disperato tentativo di rientrare ma il parziale di 6-0 che porta la squadra di casa sul meno 15 a nulla serve, Maddaloni non si distrae e chiude la partita sul 65-84.
Analizzando la partita Molfetta paga una panchina “ corta” che non riesce a dare respiro agli immortali Maggi, De Falco e Grimaldi, dall’altra parte Maddaloni ha giocato una grande partita con alte percentuali al tiro da 3 e una maggiore intensità difensiva, smentendo la classifica che li vedeva in ultima posizione.
Per la squadra di coach Gesmundo non è il momento dei rimpianti, bisogna subito dimenticare la partita odierna e iniziare a lavorare duramente in vista della difficile trasferta di domenica prossima a Lanciano, che ha riposato questo turno ma ha già sei punti in classifica.

I tabellini

PALLACANESTRO MOLFETTA: Maggi 16, Corazzon 4, Azzollini, Longobardi 15, Murolo, Bertona 2, De Falco 13, Spadavecchia, Grimaldi 13, Pucci 2.
S.MICHELE MADDALONI: Piscitelli 26, Pratillo, Desiato 4, Loncarevic 6, Salanti, Garofalo 8, Moccia 14, Rusciano 11, Greco 11, Chiavazzo 4.

 


pallacanestro molfetta fotoMolfetta. - Al Pala Poli va di scena la quinta giornata del girone D del campionato di LNB girone B. I padroni di casa di coach Gesmundo, dopo l’iniziale vittoria contro il Cus Jonico Taranto, devono interrompere la striscia negativa di cinque sconfitte, di fronte Maddaloni, una squadra ancora a secco di successi che occupa l’ultima posizione della classifica.

La Pallacanestro Molfetta deve fare a meno, nel quintetto iniziale, di Grimaldi, uscito malconcio dal derby contro Bisceglie e manda in campo Maggi, Corazzon, Longobardi, Bertona e De Falco. Maddaloni si affida all’esperienza di Desiato, già visto sul parquet del Pala Poli, Piscitelli e Rusciano.
Inizio di partita già complicato per i ragazzi di coach Gesmundo che provano a rispondere alle triple di Rusciano e Piscitelli con Maggi e De Falco, ma Maddaloni allunga subito sul 7-13. A questo punto entra in partita Andrea Longobardi che prima subisce un fallo antisportivo e poi segna una tripla, che mantiene Molfetta a galla, ma una serie di tiri liberi permettono alla squadra campana di chiudere il primo quarto sul 15-22.
Inizio di secondo quarto con Molfetta che prova a rientrare grazie alle triple del solito Maggi, ma Maddaloni trova la quadratura in attacco e raggiunge un vantaggio in doppia cifra, Gesmundo corre ai ripari chiamando time-out,  ma la situazione non cambia, prima le triple di Piscitelli poi le penetrazioni di Desiato portano Maddaloni a chiudere il primo tempo sul 28-48.
Inizia il secondo tempo sulla falsariga del primo, con Maddaloni che fa la partita e con Molfetta che prova senza grandi risultati a rientrare. Sul finale del terzo periodo prima il quarto fallo di Maggi poi il fallo tecnico fischiato alla panchina molfettese mettono una grossa ipoteca sul risultato finale.
All’inizio dell’ultimo periodo piove sul bagnato, con Maggi costretto a terminare in anticipo la partita per cinque falli, Molfetta prova un disperato tentativo di rientrare ma il parziale di 6-0 che porta la squadra di casa sul meno 15 a nulla serve, Maddaloni non si distrae e chiude la partita sul 65-84.
Analizzando la partita Molfetta paga una panchina “ corta” che non riesce a dare respiro agli immortali Maggi, De Falco e Grimaldi, dall’altra parte Maddaloni ha giocato una grande partita con alte percentuali al tiro da 3 e una maggiore intensità difensiva, smentendo la classifica che li vedeva in ultima posizione.
Per la squadra di coach Gesmundo non è il momento dei rimpianti, bisogna subito dimenticare la partita odierna e iniziare a lavorare duramente in vista della difficile trasferta di domenica prossima a Lanciano, che ha riposato questo turno ma ha già sei punti in classifica.

I tabellini

PALLACANESTRO MOLFETTA: Maggi 16, Corazzon 4, Azzollini, Longobardi 15, Murolo, Bertona 2, De Falco 13, Spadavecchia, Grimaldi 13, Pucci 2.
S.MICHELE MADDALONI: Piscitelli 26, Pratillo, Desiato 4, Loncarevic 6, Salanti, Garofalo 8, Moccia 14, Rusciano 11, Greco 11, Chiavazzo 4.

 

WEB TV

WEBtv