Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (6)

calcio 17feb2013Molfetta - Nove finali cosi le hanno definite i tifosi molfettesi, gli ultimi nove match che separano la Libertas Molfetta dalla serie D. Domenica 17 Febbraio arriva al Paolo Poli di Molfetta l’Atletico Vieste, i ragazzi di mister Sisto scendono in campo con un classico 4-4-2 con Petruzzella Capriati coppia d’attacco, Mister Terracenere risponde schierando la squadra in modo identico. Inizio di match con le due squadre che si studiano, il primo affondo della compagine di casa, al venticinquesimo minuto quando De Santis con un incursione personale prova a sorprendere il portiere con un tiro dalla distanza, ma l’estremo difensore ospite si fa trovare pronto.

La Libertas prova a chiudere il primo tempo in attacco ma prima Petruzzella poi Favia falliscono la rete del vantaggio; e le due squadre vanno al riposo sullo 0-0.

Nel secondo tempo la Libertas spinta dal pubblico di casa parte subito forte, al quarto minuto Loseto prova una conclusione al volo che non impensierisce Bua.

L’episodio che cambia la partita è al decimo minuto quando, dopo una serie di rimpalli in aria, l’arbitro assegna un rigore a favore della squadra di casa; sul dischetto si presenta Petruzzella che questa volta non fallisce e spiazza il portiere.

Il secondo tempo prosegue sul filo dell’equilibrio con l’Atletico Vieste che prova a rendersi pericoloso e la Libertas prova a chiudere il match in contropiede; all’ottantesimo minuto per la prima volta la squadra ospite si rende pericolosa con un tiro che termina di poco al lato.

Sul ribaltamento dell’azione tiro di Loseto respinto centralmente da Bua, sul pallone si avventa Favia che sigla il 2-0 e chiude definitivamente i conti.

Contemporaneamente sugli altri campi San Severo batte Cerignola,nel big match della ventiduesima giornata, mentre le altre inseguitrici Manfredonia e Terlizzi escono sconfitte rispettivamente sui campi di Mola e Polignano.

Molfetta può festeggiare per la vittoria e per aver allungato sulle inseguitrici infatti la classifica,a otto giornate dalla fine, dice più uno su San Severo e più tre su Cerignola.

Da segnalare a fine partita il presidente Mauro Lanza che ha preso la parola, lamentando pubblicamente a imprenditori e politici locali, di non sostenere la capolista


calcio 17feb2013Molfetta - Nove finali cosi le hanno definite i tifosi molfettesi, gli ultimi nove match che separano la Libertas Molfetta dalla serie D. Domenica 17 Febbraio arriva al Paolo Poli di Molfetta l’Atletico Vieste, i ragazzi di mister Sisto scendono in campo con un classico 4-4-2 con Petruzzella Capriati coppia d’attacco, Mister Terracenere risponde schierando la squadra in modo identico. Inizio di match con le due squadre che si studiano, il primo affondo della compagine di casa, al venticinquesimo minuto quando De Santis con un incursione personale prova a sorprendere il portiere con un tiro dalla distanza, ma l’estremo difensore ospite si fa trovare pronto.

La Libertas prova a chiudere il primo tempo in attacco ma prima Petruzzella poi Favia falliscono la rete del vantaggio; e le due squadre vanno al riposo sullo 0-0.

Nel secondo tempo la Libertas spinta dal pubblico di casa parte subito forte, al quarto minuto Loseto prova una conclusione al volo che non impensierisce Bua.

L’episodio che cambia la partita è al decimo minuto quando, dopo una serie di rimpalli in aria, l’arbitro assegna un rigore a favore della squadra di casa; sul dischetto si presenta Petruzzella che questa volta non fallisce e spiazza il portiere.

Il secondo tempo prosegue sul filo dell’equilibrio con l’Atletico Vieste che prova a rendersi pericoloso e la Libertas prova a chiudere il match in contropiede; all’ottantesimo minuto per la prima volta la squadra ospite si rende pericolosa con un tiro che termina di poco al lato.

Sul ribaltamento dell’azione tiro di Loseto respinto centralmente da Bua, sul pallone si avventa Favia che sigla il 2-0 e chiude definitivamente i conti.

Contemporaneamente sugli altri campi San Severo batte Cerignola,nel big match della ventiduesima giornata, mentre le altre inseguitrici Manfredonia e Terlizzi escono sconfitte rispettivamente sui campi di Mola e Polignano.

Molfetta può festeggiare per la vittoria e per aver allungato sulle inseguitrici infatti la classifica,a otto giornate dalla fine, dice più uno su San Severo e più tre su Cerignola.

Da segnalare a fine partita il presidente Mauro Lanza che ha preso la parola, lamentando pubblicamente a imprenditori e politici locali, di non sostenere la capolista

WEB TV

WEBtv