meria imbarcazioneMolfetta - L'imbarcazione "Meria" dell’armatore Fabio Mazzilli, timonata da Roberto Poli, iscritto alla LNI Molfetta, ha conquistato la Regata del Gargano svoltasi dal 14 al 16 settembre 2012. L'imbarcazione molfettese si è aggiudicata il trofeo Pizzomunno Cup precedendo la barca "Via di Mezzo" della Lega Navale di Manfredonia e "Per Bacco" del circolo velico Onda Buena di Taranto. Una gara straordinaria per le spettacolari condizioni meteorologiche (vento forte di tramontana) e per il nuovo tempo record stabilito dal vincitore nelle due tappe Manfredonia-Vieste e Vieste-Manfredonia.

È stato infatti il vento ha decretare le condizioni per lo svolgimento delle tre giornate di gara della ventesima Regata del Gargano. Le due prove su boe di sei miglia ciascuna, in programma venerdì mattina nello specchio d’acqua antistante la baia di Siponto per l’assegnazione del primo trofeo Marina del Gargano, sono state annullate dopo alcuni tentativi di far prendere il via alla competizione che vedeva impegnate ben ventisei delle quarantaquattro imbarcazioni che l’indomani avrebbero partecipato alla Regata del Gargano: buchi di vento e improvvisi arrivi di raffiche, con un bollettino che annunciava un netto peggioramento e l’arrivo di una burrasca, ha indotto il comitato di regata, presieduto da Giovanni Lombardi, a ordinare il rientro ai pontili. Nel tradizionale briefing serale alla vigilia di regata, è stato annunciato che per l’assegnazione del trofeo sarebbe stata valida la classifica della prima prova della Pizzomunno Cup Manfredonia-Vieste.

L’assenza di vento ha ritardato la partenza della prima tappa Manfredonia-Vieste. Dopo circa un’ora di infruttuosa attesa, il comitato di regata, che ospitava anche il presidente dell’VIII Zona Fiv Raffaele Ricci, ha guidato gli yacht verso Vieste alla ricerca del soffio sufficiente a far gonfiare le vele. La linea di partenza è stata spostata di oltre tre miglia e, se pur con qualche manovra al cardiopalmo per l’esiguità di spazio in cui si sono ritrovare decine di barche, la regata ha preso il via alle 10.55 anziché alle 09.30. Lungo la rotta ci sono state buone raffiche per navigare, in un contesto meteorologico che si è complicato soltanto verso Vieste dove sugli equipaggi si sono abbattuti anche alcuni violenti scrosci di pioggia.