Banner sfondo 1600 AGATA

estrelascremona13112019Molfetta. Battuta di arresto per L’Estrelas Molfetta, sabato sera, nella quinta giornata del campionato di seria A2 di hockey su pista. I biancorossi sono usciti sconfitti dalla pista di Cremona per 5 reti a 3, trovandosi di fronte un Cremona agguerrito alla ricerca dei tre punti che potesse garantire il sorpasso nei confronti dei biancorossi ed il ritorno in vetta, dal canto loro i biancorossi di Pino Marzella, presente in panchina in questa sfida, hanno pagato più del dovuto, alcune “sbavature” tecniche, tenendo però testa all’avversario.

La quinta giornata, ha visto prevalere il fattore campo, con l’avvicendamento in vetta alla classifica del Cremona, grazie alla vittoria contro l’Estrelas e alla contemporanea sconfitta del Thiene, ed un secondo posto conquistato dall’Amatori Modena e Grosseto. Un campionato che sabato dopo sabato, per la zona dei play-off, sta diventando avvincente con ben sei squadre racchiuse in due punti.

I biancorossi partono con la difesa pronto a far muro agli avversari, sono i molfettesi a sbloccare la partita grazie a Maurizio Sinisi, il vantaggio dura poco il tempo di Pistelli di indovinare il varco per gonfiare la rete.

Le due squadre si equivalgono la paura di sbagliare, vista l’importanza della posta in palio, e tanta. A 4’19’ dalla fine della prima frazione penalty per il Cremona, il capitano Matteo Pistelli trafigge Belgiovine per il momentaneo 2-1, i biancorossi si aprono alla ricerca del momentaneo pareggio ma, Beato trova il modo di esultare e mandare i suoi con un 3-1 negli spogliatoi.

Nella ripresa il Molfetta scende in pista alla ricerca del pareggio e Sinisi trova il secondo gol per i biancorossi, aprendo di fatto la partita ma, Enrico Pochettino riporta nuovamente avanti i suoi. Il doppio vantaggio dura poco Vincenzo Bavaro si apre un varco e riporta i suoi ad un solo gol di svantaggio mantenendo aperta la gara. A dieci minuti dalla fine il risultato rimane in bilico con le due formazioni pronte al botta e risposta, i biancorossi sbagliano il possibile pareggio con un tiro diretto, mentre i lombardi non sbagliano il loro a 120 secondi dalla fine con lo stesso Pochettino difendendo il doppio vantaggio fino al suono della sirena.

Sabato al “PalaFiorentino” sarà di scena il Trissino, un’altra squadra ostica con un certo Manuel Claudio Pasquale capo cannoniere del torneo, con 16 reti sempre a segno in queste prime cinque giornate, un “PalaFiorentini” che sabato si deve stringere intorno a questi ragazzi per far sentire il calore. Ragazzi che amano e difendono i colori biancorossi.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


estrelascremona13112019Molfetta. Battuta di arresto per L’Estrelas Molfetta, sabato sera, nella quinta giornata del campionato di seria A2 di hockey su pista. I biancorossi sono usciti sconfitti dalla pista di Cremona per 5 reti a 3, trovandosi di fronte un Cremona agguerrito alla ricerca dei tre punti che potesse garantire il sorpasso nei confronti dei biancorossi ed il ritorno in vetta, dal canto loro i biancorossi di Pino Marzella, presente in panchina in questa sfida, hanno pagato più del dovuto, alcune “sbavature” tecniche, tenendo però testa all’avversario.

La quinta giornata, ha visto prevalere il fattore campo, con l’avvicendamento in vetta alla classifica del Cremona, grazie alla vittoria contro l’Estrelas e alla contemporanea sconfitta del Thiene, ed un secondo posto conquistato dall’Amatori Modena e Grosseto. Un campionato che sabato dopo sabato, per la zona dei play-off, sta diventando avvincente con ben sei squadre racchiuse in due punti.

I biancorossi partono con la difesa pronto a far muro agli avversari, sono i molfettesi a sbloccare la partita grazie a Maurizio Sinisi, il vantaggio dura poco il tempo di Pistelli di indovinare il varco per gonfiare la rete.

Le due squadre si equivalgono la paura di sbagliare, vista l’importanza della posta in palio, e tanta. A 4’19’ dalla fine della prima frazione penalty per il Cremona, il capitano Matteo Pistelli trafigge Belgiovine per il momentaneo 2-1, i biancorossi si aprono alla ricerca del momentaneo pareggio ma, Beato trova il modo di esultare e mandare i suoi con un 3-1 negli spogliatoi.

Nella ripresa il Molfetta scende in pista alla ricerca del pareggio e Sinisi trova il secondo gol per i biancorossi, aprendo di fatto la partita ma, Enrico Pochettino riporta nuovamente avanti i suoi. Il doppio vantaggio dura poco Vincenzo Bavaro si apre un varco e riporta i suoi ad un solo gol di svantaggio mantenendo aperta la gara. A dieci minuti dalla fine il risultato rimane in bilico con le due formazioni pronte al botta e risposta, i biancorossi sbagliano il possibile pareggio con un tiro diretto, mentre i lombardi non sbagliano il loro a 120 secondi dalla fine con lo stesso Pochettino difendendo il doppio vantaggio fino al suono della sirena.

Sabato al “PalaFiorentino” sarà di scena il Trissino, un’altra squadra ostica con un certo Manuel Claudio Pasquale capo cannoniere del torneo, con 16 reti sempre a segno in queste prime cinque giornate, un “PalaFiorentini” che sabato si deve stringere intorno a questi ragazzi per far sentire il calore. Ragazzi che amano e difendono i colori biancorossi.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEB TV

WEBtv