Banner sfondo 1600 AGATA

molfettacalcio5112019Molfetta. La Virtus Molfetta nella 7^ giornata di campionato di prima categoria, nella lunghissima trasferta, non riesce a raccogliere punti per la classifica ed il morale cedendo 4-3 a favore dell’Audace Cagnano. Terreno di gioco in cui è stato davvero difficile esprimere il proprio gioco, soprattutto dove i giocatori più tecnici non riescono a dare il massimo e squadra praticamente decimata per infortuni e squalifiche.

Primo tempo in cui gli ospiti vanno sul doppio vantaggio con la doppietta di La Torre (al 17’ e al 32’) e nel finale della prima frazione accorcia Minervini su rigore; secondo tempo in cui la partita è molto combattuta ma i padroni di casa siglano altre due reti con Martelli e Di Fiore e non basta l’orgoglio dei molfettesi in quanto riescono ad andare in rete solo De Cesare e Cormio.

PRIMO TEMPO. Mister Pantaleo de Gennaro, privo di tantissimi elementi (Sciancalepore, Antonelli Diniddio, Serino, Mongelli, Mininni, A.de Pinto,Sarr e S.Tesoro): schiera il team con un 4-4-2: Mezzina tra i pali, difesa con quattro uomini (terzini L. Tesoro e Tammacco), in cabina di regia de Gennaro,dietro le punte de Palma e davanti G.de Pinto e De Cesare. L’avvio è abbastanza equilibrato: Tesoro pennella per De Cesare che calcia di poco fuori e sul lato opposto la conclusione da fuori area di Del Conte non impensierisce Mezzina. Al 17’ l’Audace Cagnano si porta in vantaggio con La Torre con un colpo di testa, assist perfetto di Di Bari. La Virtus prova a creare gioco, nonostante le condizioni del terreno di gioco, ma non riesce a pareggiare i conti: de Pinto e Minervini non sono cinici sotto porta e ancora Minervini con una gran conclusione non impensierire l’estremo difensore. L’Audace Cagnano al 26’ raddoppia con la rete sottoporta di Latorre, Mezzina non perfetto  sul cross di Di Bari. Sul punteggio di 2-0 la Virtus prova subito ad accorciare ma il rito di de Pinto e l’acrobazia di Cesare terminano fuori. Sul finale della prima frazione il direttore di gara concede un calcio di rigore ai biancorossi (tiro da fuori area di Cormio, mani del difensore dell’Audace all’interno dell’area di rigore): Minervini con freddezza al 45’ dimezza lo svantaggio, si va negli spogliatoi sul punteggio di 2-1.

SECONDO TEMPO Nell’avvio di ripresa l’Audace mette a segno la terza rete di giornata con Martella spazzando praticamente dalle difesa e beffando Mezzina, complice il forte vento. Il numero 10 di casa calcia fuori il calcio di rigore concesso. 

Dopo qualche minuto di  sospensione del match per forte vento e pioggia, la Virus non riesce a reagire e al 21’ Di Fiore è abile a sfruttare un rinvio errato di capitan porcelli: 4-1. Al 25’ i molfettesi approfittano del contropiede: De Cesare mette a sedere un difensore e va in goal. Molfettesi con grande orgoglio ci credono e al 37’ de Palma su punizione colpisce la barriera e sulla ribattuta serve Cormio che con una potente conclusione accorcia ancora. Sul punteggio di 4-3 l’assalto finale degli uomini di Pantaleo de Gennaro non porta reti e non riescono a sfatare il tabù in trasferta: due punti in quattro trasferte.

La Virtus Molfetta sarà impegnata nell’incontro di Coppa Puglia giovedì 7 novembre al P.Poli di Molfetta contro la Virtus Bisceglie alle 20:30,  per poi affrontare l’incontro casalingo di campionato, 8^ giornata di campionato, contro la corazzata Foggia Incedit (domenica 10 novembre alle ore 14:30).

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


molfettacalcio5112019Molfetta. La Virtus Molfetta nella 7^ giornata di campionato di prima categoria, nella lunghissima trasferta, non riesce a raccogliere punti per la classifica ed il morale cedendo 4-3 a favore dell’Audace Cagnano. Terreno di gioco in cui è stato davvero difficile esprimere il proprio gioco, soprattutto dove i giocatori più tecnici non riescono a dare il massimo e squadra praticamente decimata per infortuni e squalifiche.

Primo tempo in cui gli ospiti vanno sul doppio vantaggio con la doppietta di La Torre (al 17’ e al 32’) e nel finale della prima frazione accorcia Minervini su rigore; secondo tempo in cui la partita è molto combattuta ma i padroni di casa siglano altre due reti con Martelli e Di Fiore e non basta l’orgoglio dei molfettesi in quanto riescono ad andare in rete solo De Cesare e Cormio.

PRIMO TEMPO. Mister Pantaleo de Gennaro, privo di tantissimi elementi (Sciancalepore, Antonelli Diniddio, Serino, Mongelli, Mininni, A.de Pinto,Sarr e S.Tesoro): schiera il team con un 4-4-2: Mezzina tra i pali, difesa con quattro uomini (terzini L. Tesoro e Tammacco), in cabina di regia de Gennaro,dietro le punte de Palma e davanti G.de Pinto e De Cesare. L’avvio è abbastanza equilibrato: Tesoro pennella per De Cesare che calcia di poco fuori e sul lato opposto la conclusione da fuori area di Del Conte non impensierisce Mezzina. Al 17’ l’Audace Cagnano si porta in vantaggio con La Torre con un colpo di testa, assist perfetto di Di Bari. La Virtus prova a creare gioco, nonostante le condizioni del terreno di gioco, ma non riesce a pareggiare i conti: de Pinto e Minervini non sono cinici sotto porta e ancora Minervini con una gran conclusione non impensierire l’estremo difensore. L’Audace Cagnano al 26’ raddoppia con la rete sottoporta di Latorre, Mezzina non perfetto  sul cross di Di Bari. Sul punteggio di 2-0 la Virtus prova subito ad accorciare ma il rito di de Pinto e l’acrobazia di Cesare terminano fuori. Sul finale della prima frazione il direttore di gara concede un calcio di rigore ai biancorossi (tiro da fuori area di Cormio, mani del difensore dell’Audace all’interno dell’area di rigore): Minervini con freddezza al 45’ dimezza lo svantaggio, si va negli spogliatoi sul punteggio di 2-1.

SECONDO TEMPO Nell’avvio di ripresa l’Audace mette a segno la terza rete di giornata con Martella spazzando praticamente dalle difesa e beffando Mezzina, complice il forte vento. Il numero 10 di casa calcia fuori il calcio di rigore concesso. 

Dopo qualche minuto di  sospensione del match per forte vento e pioggia, la Virus non riesce a reagire e al 21’ Di Fiore è abile a sfruttare un rinvio errato di capitan porcelli: 4-1. Al 25’ i molfettesi approfittano del contropiede: De Cesare mette a sedere un difensore e va in goal. Molfettesi con grande orgoglio ci credono e al 37’ de Palma su punizione colpisce la barriera e sulla ribattuta serve Cormio che con una potente conclusione accorcia ancora. Sul punteggio di 4-3 l’assalto finale degli uomini di Pantaleo de Gennaro non porta reti e non riescono a sfatare il tabù in trasferta: due punti in quattro trasferte.

La Virtus Molfetta sarà impegnata nell’incontro di Coppa Puglia giovedì 7 novembre al P.Poli di Molfetta contro la Virtus Bisceglie alle 20:30,  per poi affrontare l’incontro casalingo di campionato, 8^ giornata di campionato, contro la corazzata Foggia Incedit (domenica 10 novembre alle ore 14:30).

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEB TV

WEBtv