Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

nicomininni2072019Molfetta. E’ sempre piacevolmente complicato confermarsi e lottare fino alle ultime giornate per cercare di raggiungere l’obiettivo stagione richiesto dalla società: la salvezza in prima categoria. 

Il minimo comune denominatore è racchiuso in una parola che accomuna il rapporto tra Nico Mininni ed il sodalizio di Nicola Spadavecchia: impresa.

Nico Mininni dopo l’ennesima salvezza consecutiva ed i tanti successi sulla panchina biancorossa tra cui anche la vittoria del campionato di terza e seconda categoria, ha accettato il nuovo incarico di responsabile dell’area tecnica in condivisione con un grande uomo di sport come Pantaleo de Gennaro.

A mente fredda Nico Mininni riavvolge il nastro e si racconta: “Sarà davvero difficile non potermi sedere in panchina quest’anno,visto che da anni sono abituato a farlo,  ma sicuramente le scelte della società vanno accettate e rispettate anche per garantire il meglio a tutto l’ambiente delle Virtus Molfetta. Il ricordo più bello in tutte queste stagioni? Non c’è un momento in particolare: potrei dire la vittoria della terza categoria, ma potrei emozionarmi con la vittoria della seconda categoria ma resterò sempre soddisfatto anche delle tante salvezze consecutive della prima categoria. 

Il nuovo ruolo con il grande Pantaleo de Gennaro – sottolinea Mininni- mi entusiasta parecchio e sin da subito c’è stato un gran feeling con un grande come Leo sotto tutti i punti di vista , cercheremo dietro le quinte di dare un apporto importante a questo nuovo progetto costruito dalla società. 

Gli obiettivi stagionali- conclude Mininni- vedendo la grandissima organizzazione del nuovo staff tecnico, dirigenziale ed i nuovi innesti penso senza fare grossi proclami che potremmo posizionarci tra il settimo e il decimo posto ma allo stesso tempo sono certo che saremo una mina vagante di questa prima categoria, quindi non poniamoci limiti e partiamo con la giusta mentalità sin dalle prime giornate di campionato”


nicomininni2072019Molfetta. E’ sempre piacevolmente complicato confermarsi e lottare fino alle ultime giornate per cercare di raggiungere l’obiettivo stagione richiesto dalla società: la salvezza in prima categoria. 

Il minimo comune denominatore è racchiuso in una parola che accomuna il rapporto tra Nico Mininni ed il sodalizio di Nicola Spadavecchia: impresa.

Nico Mininni dopo l’ennesima salvezza consecutiva ed i tanti successi sulla panchina biancorossa tra cui anche la vittoria del campionato di terza e seconda categoria, ha accettato il nuovo incarico di responsabile dell’area tecnica in condivisione con un grande uomo di sport come Pantaleo de Gennaro.

A mente fredda Nico Mininni riavvolge il nastro e si racconta: “Sarà davvero difficile non potermi sedere in panchina quest’anno,visto che da anni sono abituato a farlo,  ma sicuramente le scelte della società vanno accettate e rispettate anche per garantire il meglio a tutto l’ambiente delle Virtus Molfetta. Il ricordo più bello in tutte queste stagioni? Non c’è un momento in particolare: potrei dire la vittoria della terza categoria, ma potrei emozionarmi con la vittoria della seconda categoria ma resterò sempre soddisfatto anche delle tante salvezze consecutive della prima categoria. 

Il nuovo ruolo con il grande Pantaleo de Gennaro – sottolinea Mininni- mi entusiasta parecchio e sin da subito c’è stato un gran feeling con un grande come Leo sotto tutti i punti di vista , cercheremo dietro le quinte di dare un apporto importante a questo nuovo progetto costruito dalla società. 

Gli obiettivi stagionali- conclude Mininni- vedendo la grandissima organizzazione del nuovo staff tecnico, dirigenziale ed i nuovi innesti penso senza fare grossi proclami che potremmo posizionarci tra il settimo e il decimo posto ma allo stesso tempo sono certo che saremo una mina vagante di questa prima categoria, quindi non poniamoci limiti e partiamo con la giusta mentalità sin dalle prime giornate di campionato”

WEB TV

WEBtv