Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

villacomunale

Molfetta.-  Rilanciamo la email di un lettore:

C’era una volta una villa comunale dove si passeggiava, si discuteva di politica, Molfetta, Italia, cose da fare e ti gustavi un bel gelato magari seduto su una panchina al fresco in compagnia magari del tuo fidato cane. Ma questa favola, contrariamente a quel che avviene di solito, non ha un lieto fine. La Villa comunale di oggi ha un cartello poco leggibile e non illuminato all’interno dove spiega chi può accedervi e quali sono le attività consentite e non, l’intero centro della villa è adibito a campo sportivo per bambini che si sfidano a calcio prendendo continuamente a pallonate persone e animali se non sfrecciano ad alta velocità con le bici rischiando di farsi male o schiantarsi contro qualcuno.

 

Tutto questo ovviamente sotto l’incuria dei genitori o nonni. Per questi ultimi menzione d’onore mentre ti sgridano perché sei appena entrato con il cane e non puoi, quando invece non sanno che sono loro a non poter accedere pedalando in bici mentre il tuo cane può (rispettando le regole). In tutto questo fantastico mondo fatto di incuria e strafottenza regna sovrana anche l’usanza di bere birre e romperle per terra, o di sostare sui prati svolgendo le attività più disparate e rovinandone la flora. Fiore all’occhiello è l’accesso con scooter a luci spente e senza casco in due o tre persone. Tutto questo marasma dovrebbe controllarlo un anziano che non porta alcuna divisa ma un cartellino illeggibile e non si qualifica in alcun modo. Sarebbe il caso di porvi rimedio? Apporre una segnaletica più leggibile FUORI dalla villa così da sapere prima cosa chi può accedervi e chi no e le regole da rispettare? La domanda che mi pongo sempre è: vista l’altissimo livello di non civilizzazione della popolazione locale le forze dell’ordine dove sono? Non le vedo al lungomare (parcheggi carpiati e sfrecciate in moto)…non le vedo al corso (transito mezzi anche controsenso ad alta velocità e parcheggio stile liberty)…in villa neanche…ma…cosa fanno!? Quali attività svolgono quotidianamente per la città?

Ultima nota: perché se un vigile viene chiamato in causa non conosce neanche il regolamento della Villa comunale ma deve andarlo a leggere al momento? Lo trovo un fatto assai grave.

 

 

 

 


villacomunale

Molfetta.-  Rilanciamo la email di un lettore:

C’era una volta una villa comunale dove si passeggiava, si discuteva di politica, Molfetta, Italia, cose da fare e ti gustavi un bel gelato magari seduto su una panchina al fresco in compagnia magari del tuo fidato cane. Ma questa favola, contrariamente a quel che avviene di solito, non ha un lieto fine. La Villa comunale di oggi ha un cartello poco leggibile e non illuminato all’interno dove spiega chi può accedervi e quali sono le attività consentite e non, l’intero centro della villa è adibito a campo sportivo per bambini che si sfidano a calcio prendendo continuamente a pallonate persone e animali se non sfrecciano ad alta velocità con le bici rischiando di farsi male o schiantarsi contro qualcuno.

 

Tutto questo ovviamente sotto l’incuria dei genitori o nonni. Per questi ultimi menzione d’onore mentre ti sgridano perché sei appena entrato con il cane e non puoi, quando invece non sanno che sono loro a non poter accedere pedalando in bici mentre il tuo cane può (rispettando le regole). In tutto questo fantastico mondo fatto di incuria e strafottenza regna sovrana anche l’usanza di bere birre e romperle per terra, o di sostare sui prati svolgendo le attività più disparate e rovinandone la flora. Fiore all’occhiello è l’accesso con scooter a luci spente e senza casco in due o tre persone. Tutto questo marasma dovrebbe controllarlo un anziano che non porta alcuna divisa ma un cartellino illeggibile e non si qualifica in alcun modo. Sarebbe il caso di porvi rimedio? Apporre una segnaletica più leggibile FUORI dalla villa così da sapere prima cosa chi può accedervi e chi no e le regole da rispettare? La domanda che mi pongo sempre è: vista l’altissimo livello di non civilizzazione della popolazione locale le forze dell’ordine dove sono? Non le vedo al lungomare (parcheggi carpiati e sfrecciate in moto)…non le vedo al corso (transito mezzi anche controsenso ad alta velocità e parcheggio stile liberty)…in villa neanche…ma…cosa fanno!? Quali attività svolgono quotidianamente per la città?

Ultima nota: perché se un vigile viene chiamato in causa non conosce neanche il regolamento della Villa comunale ma deve andarlo a leggere al momento? Lo trovo un fatto assai grave.

 

 

 

 

WEB TV