MOLFETTA. Libertas: parola al mister

libertas-1mar2013Molfetta - Dopo l’importante pareggio di Galatina raggiunto nei minuti di recupero, la Libertas Molfetta si prepara ad affrontare il delicatissimo match contro il Manfredonia. I ragazzi di Mister Angelo Sisto arrivano alla patita senza gli squalificati Paris e Favia e cercano di recuperare l’acciaccato Corrado Uva, che ha comunque svolto parte della partitella “in famiglia” di giovedi. Abbiamo pertanto chiesto allo stesso Mister Sisto come pensa di affrontare questa partita e quale la sua valutazione sulla stagione in corso. 

Alla vigilia del big-match contro il Manfredonia crede che questa partita possa essere fondamentale, sia per il morale che per la classifica?
“Il morale della squadra è già alto, comunque un risultato positivo domenica ci permetterebbe di iniziare ad inanellare una striscia positiva, visto il calendario e le due abbordabili partite contro Racale e Quartieri Uniti Bari. Inoltre vincere domenica ci permetterebbe di distaccare Manfredonia e mantenere la vetta in solitaria.”

Come potranno influenzare la partita le assenze di Paris e Favia?
“Saranno due assenze importanti: da una parte Favia, che nonostante la giovane età sta disputando un ottimo campionato facendosi trovare pronto anche in fase realizzativa; dall’altra Paris, un giocatore d’esperienza a cui abbiamo già dovuto rinunciare più volte durante la stagione. Sono però sicuro che i ragazzi che li sostituiranno saranno all’altezza del compito loro affidato.”

A sette giornate dalla fine come giudica questa stagione?
“Comunque vada sarà una stagione da ricordare, soprattutto per come è stata allestita la squadra, in breve tempo, grazie alla presenza di una nuova società che ha voluto riportare il calcio che conta a Molfetta.”

Quindi crede che Molfetta sia pronta a riabbracciare una categoria importante come la serie D?
“Molfetta è una piazza molto importante che meriterebbe palcoscenici certamente migliori. Così dopo anni di confusione e incertezze a livello societario, grazie ai nostri risultati stiamo riportando entusiasmo e tifo allo stadio.”

Guardando i risultati, come mai, se c’è una spiegazione, il rendimento della squadra è migliore fuori casa che tra le mura amiche?
“La risposta vien da sé guardando il manto erboso del Paolo Poli, che non permette a giocatori tecnici come Loseto e Uva di sfruttare al meglio le loro caratteristiche. Alle pessime condizioni si aggiungono le forti folate di vento che molto spesso si abbattono sul Paolo Poli influenzando il nostro modo di giocare.”

Mister Sisto dunque è stato chiaro: l’appuntamento si rinnova domenica alle ore 15, sperando in una cornice di pubblico che dia ai giocatori forza ed entusiasmo e ai tifosi un'altra vittoria per continuare a sognare.

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 14:40

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino