MOLFETTA. Inizia il mercato: il libero Marco Rizzo è la prima pedina biancorossa!

Pallavolo Molfetta 2012 Marco Rizzo 2Molfetta - Generalmente è il +1 del sestetto e nella presentazione prima di qualsiasi gara è sempre l'ultimo ad essere nominato. Questa volta invece la Pallavolo Molfetta ha voluto iniziare proprio da questo ruolo, fondamentale per la difesa, per dare inizio ufficialmente al mercato in entrata. Ruolo che è rimasto libero (è il caso di dirlo ndr) dopo che Gianluca Bisci e Danilo Cortina hanno scelto strade diverse da quella molfettese per la prossima stagione. Questa società, il suo pubblico e i "Fedelissimi" sono molto grati ad entrambi per quanto hanno fatto qui, sicuri che anche altrove giocheranno la stessa ottima pallavolo. Salentino di nascita, Marco Rizzo nasce 22 anni fa a Galatina e per lui i primi contatti con la pallavolo sono presso il settore giovanile della Falchi Ugento. Il salto di qualità arriva, sempre ad Ugento, in B1. Poi la prima esperienza in Serie A2 arriva nella stagione 2007/2008 con il Taviano (nel quale militava anche il "nostro" Alessandro La Forgia). La sua carriera prosegue poi con la Serie A2 a Gioia del Colle.

La prima esperienza fuori regione arriva con la B1 a Gela nel 2009/2010 dove Marco contribuisce fattivamente alla promozione della squadra in A2. Disputa tutto il campionato succesivo, sempre in Sicilia, mettendosi in mostra e susictando l'attenzione della dirigenza della Carige Genova la quale lo ingaggia per la stagione appena trascorsa come unico libero della squadra.

"La migliore offerta fra le tante arrivate è stata quella di Molfetta. Oltre ad averne sentito parlare molto bene, la possibilità di giocare con continuità a due passi da casa si è rivelata irrinunciabile." Marco è un ragazzo che si esprime molto bene anche fra le mura amiche. "Avere la A2 a due passi da casa farebbe comodo a chiunque"; senza dimenticare la passata stagione: "A Genova credo che il mio percorso di crescita psicologico e caratteriale si sia completato: ho vissuto una bella stagione e rimettersi in gioco con una società che ha fatto un campionato entusiasmante è uno stimolo in più a fare bene.".

Tutti "figli" di Mirko Corsano. Daniele de Pandis, Marco Rizzo e Massimo Colaci oltre che dalla conterraneità, sono accomunati sia dallo stesso ruolo in campo e sia da uno stesso modello ispiratore: il libero (con licenza di schiacciare) salentino Mirko Corsano, una vita fra A1 e A2 ai massimi livelli. "Si, era ed è il nostro punto di riferimento e anche il numero di maglia mio e di Massimo è lo stesso". Quest'anno però si ritorna al numero 11, lo stesso della fantastica stagione di Marco a Gela: "E' stata la miglior stagione giocata e quindi vorrei ritornare al passato"

Il roster ha preso vita con il primo acquisto biancorosso. Una Pallavolo Molfetta che sta rinnovando il suo organico da mandare in campo e che sicuramente non risparmierà ai suoi tifosi colpi importanti di mercato alternati a qualche riconferma.

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 14:40

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino