LA MELA: UN FRUTTO INVERNALE AMICO DEL CUORE

By Dicembre 12, 2016

LE MELE( risponde l’esperto dott.ssa  Stoia  Antonia- Biologa Nutrizionista )

E’ noto da secoli un proverbio che dice “ Mangiare una mela al giorno, toglie il medico di torno”.

Questo proverbio si basava sull’evidenza del passato, che chi consumava abitualmente le mele riscontrava numerosi benefici sulla salute, in modo particolare sulla salute del cuore e dei vasi sanguigni.

Tutti questi benefici dipendono dai polifenoli ( la Rutina, la Floridzina, la Quercetina, le Catechine….)  contenuti nella mela ed in particolare concentrati nella buccia e nei semini del frutto.

Le varietà più antiche, come le mele renetta, sono quelle a maggior concentrazione di polifenoli.

Una recente ricerca scientifica, ha dimostrato che i polifenoli contenuti nella mela, sono in grado di:

-Ridurre la formazione delle placche ateromasiche nelle arterie

-Ridurre la sintesi epatica di trigliceridi e colesterolo

-Prevenire la steatosi epatica non alcolica

-Abbassare il colesterolo cattivo LDL

-Aumentare il colesterolo buono HDL

-Aumentare la capacità antiossidante delle cellule epatiche

-Inibire l’infiammazione dell’endotelio

Quindi il consumo di mele contribuisce  a migliorare lo stato di salute delle persone, attraverso il miglioramento dei parametri ematici e la prevenzione dell’aterosclerosi.

Aggiungo, anche, che la mela è un frutto che non rallenta i processi digestivi per cui può essere assunta anche a fine pasto.

Infine, per poter sfruttare le proprietà salutistiche della mela, è consigliabile

assumerla con tutta la buccia ed i semini; i semini sforzatevi di masticarli.

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 11:24

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino