COME ASSUMERE LA FRUTTA IN MODO CORRETTO

By Ottobre 14, 2016

frutta( risponde l’esperto dott.ssa Stoia Antonia Biologa Nutrizionista )

Mangiare frutta nel modo corretto aiuta la detossificazione del nostro organismo e ci fornisce una enorme quantità di energia utile a livello fisico e mentale.

Per evitare che la frutta crei gas e rigonfiamenti intestinali, è importante che non incontri sul suo cammino cibo indigerito e residui putrefattivi di pasti precedenti e di digestioni prolungate.

La frutta è pronta per andare direttamente nell’intestino tenue, ma viene trattenuta nello stomaco se è presente altro cibo, andando così in fermentazione.

Ciò provoca, specie in assenza di combinazioni alimentari corrette, una digestione lenta e difficoltosa che a sua volta potrebbe portare a:

-sonnolenza post-prandiale

-bruciore gastrico

-senso di pesantezza

-gonfiore e meteorismo

-maggiore produzione di scorie tossiche.

Quale è allora il modo corretto per mangiare la frutta?

Sicuramente il modo migliore è allontanarla dai pasti.

L’unica eccezione è l’ananas, mela, kiwi e papaya che hanno degli enzimi digestivi che facilitano la digestione e che gli permettono di essere mangiati a fine pasto favorendo l’assimilazione del pasto. L’ananas è il migliore a fine pasto.

Possiamo mangiare diversi tipi di frutta insieme, rispettando però le giuste combinazioni.

Ad esempio non bisogna mai mescolare frutta acida ( ananas, arance, mandarini, melagrane, pompelmi ) con frutta dolce ( banana, fichi, mele dolci, uva dolce ).

Invece è preferibile mangiare da soli melone e anguria altrimenti fermentano.

Se impariamo ad alimentarci nel modo corretto, avremo a disposizione il segreto della salute, dell’energia e del peso-forma costante e senza sbalzi.

 

Dott.ssa Stoia Antonia

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 11:24

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino