NOX MOLFETTA, SETTORE GIOVANILE: INTERVISTA ALLE RESPONSABILI DEL PROGETTO GIRMA GADALETA E MARIA MARINO

Molfetta. A un mese dall'inizio delle attività parlano il responsabile tecnico e il direttore generale della Nox Molfetta settore giovanile

molfettanoxgiovanile260722Ė un progetto sempre più forte e strutturato quello del settore giovanile della Nox Molfetta, interamente dedicato a bambine e ragazze dai 5 ai 17 anni che si approcciano al calcio a 5 femminile magari sognando di poter un giorno indossare la maglia della prima squadra, militante in Serie A2.

A circa un mese dalla ripresa delle attività, iniziate il 2 settembre, il primissimo bilancio è assolutamente positivo.

«Abbiamo non solo confermato tutte le bimbe tesserate lo scorso anno - esordisce Girma Gadaleta, responsabile tecnico e allenatrice del settore giovanile - ma abbiamo tesserato tantissime nuove piccoline e adolescenti che hanno portato un entusiasmo incredibile.

L'attestazione migliore, tuttavia, arriva dalle famiglie che riconoscono un ambiente sano e pulito, di pura passione sportiva, dove poter fare fare attività fisica e giocare le loro figlie».

«Come società siamo più che soddisfatti di quanto fatto finora e pensiamo che questo progetto abbia ampi margini di crescita - continua Maria Marino, direttore generale della Nox Molfetta - perchè offriamo anche servizi mirati: per le più piccoline abbiamo il coordinamento della psicomotricista Porzia Marino, che è anche la preparatrice atletica della prima squadra, e Tiziana Liuzzo, docente di educazione fisica e portiere della prima squadra: nulla è lasciato al caso ma programmato per sviluppare, attraverso il gioco, ogni aspetto che possa aiutare le bambine a crescere in piena sana».

Grandissima attenzione, inoltre, ai gruppi delle pre adolescenti e adolescenti «che stiamo preparando con l'intenzione di poter iniziare dalle prossime stagioni un percorso competitivo ufficiale nelle categorie che la FIGC ci mette a disposizione - prosegue ancora Marino - perchè loro sono sicuramente le nostre giocatrici del domani: ecco, perchè, vengono seguite da vicino da Mister Gadaleta, che si è recentemente abilitata come allenatore FIGC, e da Federica Mezzatesta, giocatrice che non ha bisogno di presentazioni».

Al netto degli aspetti di campo, però, «l'obiettivo - concludono Gadaleta e Marino insieme - è quello di offrire un servizio a 360°: con il centro fisioterapico Global Concept, che segue la prima squadra, stiamo lavorando a una serie di eventi di formazione e sensibilizzazione sui corretti stili di vita, a partire dall'alimentazione, indirizzati non solo ai genitori ma anche alle giovani atlete».

Last modified on Lunedì, 26 Settembre 2022 17:58

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino