MOVIDA, CONTROLLI DEI CARABINIERI A MOLFETTA: ELEVATE 20 MULTE E RITIRATE 6 PATENTI

Molfetta. A essere sottoposti a controllo soprattutto i giovani, spesso vittime di incidenti nel periodo di ferragosto

molfettacarabinieriVenti sanzioni elevate per infrazioni varie, sei patenti ritirate e sospese per guida in stato di ebbrezza, una segnalazione alla Prefettura di Bari per uso personale di droghe leggere. È questo il bilancio della serie di controlli effettuata dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta tra la serata e la notte di ieri, sabato 13 agosto.

L’operazione di controllo del territorio e della circolazione stradale, è stata messa in campo dai militari di Molfetta a ridosso di ferragosto “per garantire sicurezza nei luoghi di aggregazione, contrastare comportamenti vietati dal codice della strada e prevenire il fenomeno delle stragi del sabato sera.

I controlli si sono prevalentemente concentrati sul litorale, luogo di movida e di ritrovo per ragazzi non solo di Molfetta, ma provenienti da tutto il nord barese. «L’obiettivo – si legge nella nota diffusa dai Carabinieri – è stato quello di sensibilizzare, specie i giovani, a non mettersi alla guida dopo aver consumato bevande alcoliche, circostanza pericolosa per gli utenti della strada oltre che per il guidatore stesso. Nel corso del servizio sono stati controllati oltre 40 veicoli e 120 persone, elevate 20 contravvenzioni al codice della strada, per guida senza cintura di sicurezza, utilizzo del telefonino, mancata revisione, nonché ritirate e sospese le patenti a sei giovani, trovati, a seguito di accertamento con etilometro, con tassi alcolemici superiori a quelli previsti dalla legge. Infine, un giovane è stato segnalato alla Prefettura di Bari perché trovato in possesso di una dose di hashish».

Last modified on Domenica, 14 Agosto 2022 14:13

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino