Print this page

ABBANDONO RIFIUTI, SANZIONATI DA INIZIO ANNO 152 CITTADINI. ROSELLI: «PIÙ EDUCAZIONE CIVICA NELLE SCUOLE DI MOLFETTA»

Molfetta. Dodici sono i cittadini multati soltanto dall’inizio di agosto. Caterina Roselli, neo-assessore all’Ambiente, spiega quali misure saranno adottate per contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti

molfettaraccoltarifiutiAbbandonare i rifiuti dove capita è l’abitudine odiosa di qualcuno, che genera però inevitabili e pesanti ricadute sull’intera comunità. Dall’inizio dell’anno il Comando di Polizia Locale ha provveduto a identificare, grazie all’ausilio di videocamere e fototrappole, 152 cittadini che sono stati poi regolarmente sanzionati. Solo dall’inizio di agosto le sanzioni elevate sono state 12, relative ad altrettanti illeciti amministrativi commessi.

Per contrastare il fenomeno, il Comune di Molfetta ha deciso di mettere in campo delle misure volte sia a punire gli incivili, che ad educare e sensibilizzare la cittadinanza, soprattutto giovani e giovanissimi, al rispetto dell’ambiente e della salute pubblica. A entrare nel merito delle azioni programmate, la neo assessore all’Ambiente, Polizia Locale, Politiche Giovanili e Città sane, Caterina Roselli, che durante un’intervista dichiara: «L’abbandono dei rifiuti lungo le strade cittadine e le contrade dell’agro è un fenomeno purtroppo presente sul nostro territorio, che oltre a deturpare l’ambiente e il paesaggio, genera un costo non indifferente per la collettività. La rimozione e lo smaltimento sono a carico del Comune e quindi dei contribuenti, perciò è necessario intervenire in maniera decisa. Dall’inizio dell’anno sono state elevate 152 sanzioni e prossimamente verranno installate altre telecamere in diversi punti del territorio, sia in centro che tra periferie e zona rurale, con l’obiettivo di debellare completamente questo fenomeno.

La gran parte di persone che abbandonano i rifiuti – continua l’assessore Roselliè costituita da persone anziane, restie ad adeguarsi alla raccolta differenziata porta a porta. Poi ci sono quei cittadini ancorati al passato, a quando c’erano ancora i cassonetti per strada, che non concepiscono di trattenere in casa i rifiuti e quindi smaltiscono illecitamente la busta di spazzatura prodotta infilandola nei cestini gettacarte, o abbandonandola nelle vicinanze. La nostra missione è quella di “pizzicare” in flagrante questi cittadini e sanzionarli come previsto dalle leggi in materia di reati contro il patrimonio ambientale.

Oltre a questo intendiamo introdurre nelle scuole di Molfetta dei percorsi di educazione civica. Ho in mente da tempo questo progetto e, in collaborazione con il comandante Aloia e i colleghi assessori, lo svilupperemo a partire già dal prossimo anno scolastico. Sappiamo bene che bambini e ragazzi sono i più sensibili alle tematiche ambientali ed è grazie al loro contributo che è possibile innescare quell’inversione di tendenza che tanto serve alla salute nostra e del pianeta. Puntiamo anche alla sicurezza del territorio – conclude l’assessore Caterina Roselli infatti sono prossime le assunzioni di personale di Polizia Locale a tempo determinato e indeterminato, che ci permetteranno di potenziare il servizio di controllo. Auguro a tutti i concittadini di trascorrere un sereno ferragosto, ponendo attenzione al rispetto delle regole per la sicurezza e il benessere di tutti quanti».

Last modified on Sabato, 13 Agosto 2022 21:05

Related items