Print this page

RANDAGISMO, ENPA MOLFETTA LANCIA L’ALLARME: «TANTI CUCCIOLI IN CANILE, MA NON CI ARRENDIAMO»

Molfetta. I volontari della sezione molfettese dell’ENPA denunciano una situazione al limite e caldeggiano le adozioni

molfettacanilesanitarioA estate inoltrata torna puntualmente a presentarsi il problema dei cuccioli nati da cani liberi, o di proprietà, che si aggiungono ai tanti randagi presenti sul territorio e in particolare nel canile sanitario, dove vengono spesso abbandonati.

A denunciare una situazione non semplice da gestire, la sezione ENPA di Molfetta, che in un post su Facebook comunica: «Il canile sanitario di Molfetta si è riempito di cuccioli e non è certo una novità…alcuni palesemente abbandonati dopo una cucciolata indesiderata, altri figli di cani liberi sul territorio…una tragedia per loro e per noi che adesso ci dobbiamo rimboccare le maniche per trovare la giusta collocazione ad ognuno di loro e agli altri cuccioloni ormai cresciuti che si trovano in canile.. siamo stanchi. Ma non ci possiamo arrendere. Nei prossimi giorni dopo tutti gli accertamenti veterinari ve li presenteremo».

I volontari dell’ENPA operano all’interno del canile sanitario, situato nella zona artigianale di Molfetta, e chiedono ai cittadini sensibili di adottare i cani, piuttosto che acquistarli, oppure di contribuire al loro incessante lavoro diventando socio della sezione (tesseramento presso L'angolino del corredo al civico 107 di Corso Umberto), o facendo una donazione su conto corrente: IBAN IT67M032684156005286803657B e con PayPal a questo link.

Related items