IL MALATO IMMAGINARIO DI MOLIÈRE IN SCENA ALLA CITTADELLA DEGLI ARTISTI

Molfetta. Sabato 19 e domenica 20 marzo doppio appuntamento alla Cittadella degli Artisti con Il malato immaginario di Molière

molfettailmalatocontent160322Alla Cittadella degli Artisti arriva nel week-end uno storico capolavoro di Molière riscritto e curato da Teresa Ludovico per Teatri di Bari. Il 19 marzo alle ore 20.30 e il 20 marzo alle ore 18 andrà in scena a Molfetta Il malato immaginario ovvero Le Molière imaginaire, nel nuovo appuntamento della Stagione 2021.22 ‘Tutto cambia. Un evento speciale organizzato in occasione del 400° anniversario della nascita del drammaturgo francese, che ha visto dopo 12 anni il ritorno dello spettacolo in scena anche al Teatro Kismet di Bari e al Teatro Radar di Monopoli.

La scrittura e regia di Teresa Ludovico tra fedeltà al testo originale, invenzioni registiche, ironia e sarcasmo, sposta l’ambientazione dalla Francia del ‘600 a una casa del Sud Italia, in un bianco e nero da pellicola neorealista, disegnando un Argante, il protagonista, interpretato da Augusto Masiello, che ha molto in comune con lo stesso Molière. «Molière e Argante hanno un punto in comune: l’immaginazione. - Spiega la regista - Entrambi possono vivere solo a condizione di immaginare. Argante ha bisogno di immaginare la malattia per sfuggire alla vita, sollevandosi da una quotidianità che pullula intorno. È vittima e carnefice di sé, del suo male di vivere, dei medici e così sacrifica il bene di sua figlia al suo interesse. Non è un brav’uomo. Si occupa di sé, esclusivamente della sua malattia, lo fa per non vivere e in questa sua distorsione si presenta come personaggio molto attuale».

Lo spettacolo vede sul palcoscenico Sara Bevilacqua, Michele Cipriani, Christian Di Filippo, Lucia Raffaella Mariani, Augusto Masiello, Piergiorgio Maria Savarese e Paolo Summaria, con le scene e luci di Vincent Longuemare, i costumi di Luigi Spezzacatene.

Componente importante nell’allestimento, la musica di Nino Rota, autore tra il ’76 e il ’78 per il coreografo Maurice Béjart della suite Le Molière imaginaire, che torna quindi nello spettacolo dando vita a un dialogo “immaginario” proprio fra Rota e Molière. Le musiche sono eseguite da Michele Di Lallo al fagotto, e Cosimo Castellano al pianoforte e si avvalgono della consulenza dei maestri Nicola Scardicchio e Leonardo Smaldone.

Costo del biglietto intero 12 euro, ridotto 8 euro.

I biglietti si potranno acquistare presso il botteghino della Cittadella degli Artisti, in via Bisceglie 775 a Molfetta, tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 17 alle 20.

Per info: 39 3921638782 /Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

E per chi possiede la myWorld card di Teatri di Bari, sarà rimborsato del 3% del prezzo d'acquisto di biglietti e abbonamenti, oltre a cashback su migliaia di esercizi convenzionati al circuito myWorld.

È possibile iscriversi sul sito myworld.come scaricare l'app myWorld Benefits ,disponibile negli store Ios e Android.

Il programma completo della Stagione 2021.22 in Cittadella sul sito www.teatridibari.it

Last modified on Giovedì, 17 Marzo 2022 11:16

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino