MOLFETTA. CALCIO. DIVISIONE FEMMINILE. SABATO 8 MAGGIO ALLE ORE 16.30 LE BIANCOROSSE SARANNO OSPITI DELL'APULIA TRANI

MOLFETTA. Dopo la prima vittoriosa gara in casa contro il Nitor Brindisi, le ragazze biancorosse allenate da Donatella Di Bisceglie, si apprestano a vivere un secondo week-end ricco di emozioni nel Campionato Regionale di Eccellenza Femminile. Ad ospitare la Molfetta Calcio sarà l’Apulia Trani sabato 8 maggio alle ore 16.30 presso lo Stadio Comunale di Trani. In questa settimana che conduce ad uno dei match più affascinanti dell’intero campionato, la preparazione è stata intensa, ma condotta serenamente, con la convinzione di potersela giocare nel miglior modo possibile e magari puntare ad uscire indenni da questa trasferta. Certamente, visto il blasone e l’esperienza delle tranesi non sarà facile, ma le ragazze molfettesi punteranno sulla forza e compattezza del gruppo, che potrebbe rivelarsi l’anima e il cuore vincente di questa squadra. Destini diversi hanno unito le due squadre all’esordio: le biancorosse, andando contro ogni pronostico, hanno battuto il Brindisi mentre le tranesi sono uscite sconfitte dalla trasferta barese contro il Fesca con un secco 3-0 finale. Certamente Sara Ricciotti & company cercheranno di fare la propria partita, con Simona Giaconelli pronta, con le suo giocate veloci, a mettere palloni in avanti per la prima linea biancorossa. Le premesse per sognare in questo campionato appena iniziato ci sono tutte e se dovessero arrivare i tre punti per le biancorosse significherebbe fuga solitaria in classifica. La presentazione della prossima partita contro l’Apulia Trani in programma sabato 8 maggio è stata affidata alle parole di Simona Giaconelli, tra le leader dello spogliatoio biancorosso. « Dopo la prima settimana a prevalere è ancora l’entusiasmo – ha affermato – ma siamo con i piedi per terra, pronte ad affrontare nel migliore dei modi la prossima partita. Sappiamo benissimo che contro l’Apulia Trani non sarà facile, ma c’è convinzione di potercela fare. Stiamo lavorando molto sulla forza fisica per ovviare a quanto accaduto negli ultimi minuti contro il Nitor Brindisi, dove il ritorno degli avversari è avvenuto proprio a causa del nostro calo atletico». Sull’importanza del progetto sportivo avviato con la divisione femminile della Molfetta Calcio, si è espressa la dirigente Teresa Racanati, per anni giocatrice di Calcio a 5. «L’ambiente in cui ho iniziato a lavorare è promettente – ha sottolineato quest’ultima – per un progetto davvero lungimirante. Basti pensare che l’età media delle ragazze è di 17 anni con importanti margini di crescita. Posso affermare che questa società è una spanna sopra a molte altre. La dimostrazione è il terzo tempo a cui molti hanno assistito dopo il match casalingo di sabato scorso. Le ragazze – ha concluso la dirigente biancorossa - sono molto unite nello spogliatoio e questo è un punto che gioca a nostro favore» .

Last modified on Giovedì, 06 Maggio 2021 17:27

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino