Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Una mattinata di attività ricreative e di pulizia della spiaggia della Prima cala. Protagonisti 120 bambini e ragazzi delle comunità educative della Cooperativa sociale Charisma Onlus, l’ente gestore dei centri socio educativi per minori Safiria, Talea, Tandem e Talenti. La manifestazione è stata organizzata con la collaborazione del Centro recupero tartarughe marine di Molfetta, in concomitanza con la giornata mondiale delle tartarughe marine. Era prevista anche la liberazione di un esemplare di Caretta caretta, poi rinviata per le cattive condizioni meteo. “L’Amministrazione comunale – afferma l’assessore all’Ambiente Maridda Poli, presente all’evento – ha fatto provvedere già alla pulizia delle spiagge, ma è favorevole a tutti questi tipi di iniziativa volti alla tutela del nostro mare. È nostro obbligo tenere pulito il pianeta e trasmettere questo valore alla giovani generazioni”.

MOLFETTA. È attivo il punto di accesso ai servizi sociali. Uno sportello dedicato alla cittadinanza che fornisce informazioni ed orientamento sui diritti e le opportunità sociali, sui servizi e gli interventi presenti nel territorio oltre che sulle procedure e sulle modalità per accedere ai servizi e alle prestazioni, ma anche per conoscere le risorse sociali disponibili. Lo sportello è gestito da Assistenti Sociali professionali e personale amministrativo che avranno il compito di dare vita ad un vero e proprio osservatorio dei bisogni territoriali fornendone una lettura ed un successivo accompagnamento verso i servizi più idonei. Allo sportello si può accedere su appuntamento, il martedì dalle 15.30 alle 17.30, e il giovedì, dalle 9 alle 12, chiamando il 080/3527370. «Abbiamo scelto di aprire questo sportello – spiega il Sindaco, Tommaso Minervini, e l’assessore alla socialità, Germana Carrieri - per potenziare la capacità dei Servizi sociali direttamente nei quartieri e per fornire il giusto supporto a quanti hanno necessità di accedere ai servizi comunali realizzando così un Comune sempre più vicino ai cittadini».

 

MOLFETTA. È attivo il numero verde 800744006 del Centro Antiviolenza Pandora  rivolto alle donne italiane e straniere residenti nell’ambito territoriale Molfetta – Giovinazzo. Un servizio che riteniamo essenziale e utile per tutte le donne che avranno la possibilità di contattarci gratuitamente in qualsiasi momento. Il servizio  è accessibile h24 gratuitamente dai telefoni fissi e mobili. Nei momenti più problematici, più drammatici, quando una donna è in pericolo, il numero verde da il via alla rete di supporto e assistenza, mantiene i contatti costantemente, fornendo informazioni e offrendo supporto psicologico e conforto morale. Da qui nasce la consapevolezza che il numero verde diventa un aiuto concreto soprattutto per le questioni più gravi e nei momenti di crisi umana.

 

MOLFETTA. In seguito alle ultime raccomandazioni della struttura commissariale vaccini, sull’impiego del vaccino Astrazeneca, l’ASL Bari ha deciso che è possibile anticipare le seconde dosi Astrazeneca soltanto per gli ultrasessantenni. L’hub vaccinale comunica che, domani, martedì 15 giugno, possono anticipare la seconda dose i cittadini con prima dose effettuata il 14 e il 15 aprile. Mercoledì 16 giugno possono anticipare la seconda dose i cittadini con prima dose effettuate il 16 aprile. Gli under 60 che hanno effettuato la prima dose il 14, il 15 o il 16 aprile, potranno comunque recarsi all’hub ma, a loro sarà somministrato, per la seconda dose, il vaccino Pfizer. Orientativamente, per accedere all’hub, bisognerà tenere conto dell’orario della prima vaccinazione. È necessario presentare la certificazione dell’avvenuta prima dose.

 

MOLFETTA. Sono tre le squadre di calcio a 5 che, nella prossima stagione, disputeranno il campionato in serie A2. Alla Femminile Molfetta, team che milita in A2 da cinque anni, e alla squadra maschile delle Aquile, promossa in serie A2 nelle passate settimane, si aggiunge ora la Nox. Nessuna città in Italia può vantare un risultato analogo. «Si tratta – sottolinea il Sindaco, Tommaso Minervini – di un risultato che ci riempie di orgoglio. Come amministrazione ci siamo da subito impegnati per potenziare l’impiantistica sportiva ben consci delle capacità dei nostri sportivi e dei nostri atleti. Molfetta, nella prossima stagione sarà molto ben rappresentata in campionati importanti. Mi congratulo con le dirigenze delle tre società ma anche con i giocatori e le giocatrici. Bravi e brave tutti e tutte». «Nel prossimo campionato avremo tre squadre di calcio a 5 in A2 e la Molfetta calcio in serie D. Molfetta – commenta l’assessore allo sport, Vincenzo Spadavecchia - potrà davvero dire la sua».

 

Foto di Alex Fox da Pixabay

MOLFETTA. Oltre quaranta volontari di ogni età hanno risposto all’invito promosso dall’associazione Plasticfree Puglia e, la scorsa domenica, armati di guanti e bustoni hanno liberato da ogni genere di rifiuti la costa in località Gavetone, a confine tra i territori di Molfetta e di Giovinazzo. Agli attivisti delle due città, si sono uniti i membri di diverse associazioni, in particolare del Consorzio Metropolis. Nonostante il caldo tutti hanno fatto del proprio meglio e, al termine della manifestazione, hanno rimosso circa 65 chili di plastica e rifiuti vari. Al di là dell’indubbio beneficio per l’ambiente e l’ecosistema, l’iniziativa ha avuto un’importante funzione simbolica. Il Mahatma Ghandi affermava «Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo», ebbene i volontari che hanno dedicato la mattinata a ripulire la costa sono stati un ottimo esempio per i bagnanti che solitamente affollano uno dei luoghi più amati del nostro territorio. L’intento è quello di stimolare tutti a prendersi cura dell’ambiente, differenziando e conferendo i rifiuti secondo le regole del vivere civile. Gli organizzatori ringraziano quanti hanno partecipato e reso possibile la manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Molfetta e del Comune di Giovinazzo. Tra questi Consorzio Metropolis, il CEA Ophrys – Centro Studi e Didattica Ambientale Terrae e Poseidon Blu Team e Marino Store, che ha fornito bustoni e guanti.

MOLFETTA. Ultimo match della stagione per la Molfetta Calcio che al Poli affronterà la Team Altamura con un gradito ritorno: il pubblico molfettese, che potrà così festeggiare in presenza una salvezza maturata con grande anticipo. L'accesso allo stadio sarà riservato agli abbonati e un numero ridotto di spettatori (per rispettare le normative anti Covid-19). I ragazzi di mister Bartoli ci tengono ovviamente a chiudere la stagione con un risultato positivo, contro una Team Altamura, già salva come i biancorossi, e fuori dalla lotta play-off. Tutti a disposizione nelle fila biancorosse, ad eccezione degli infortunati Fucci e Marolla. Fischio d'inizio del match previsto alle ore 16:00. Arbitrerà l'incontro il sig. Bortolussi di Nichelino, coadiuvato dagli assistenti Riganò di Chiari e Lo Calio di Seregno. Martedì, inoltre, è stata indetta una conferenza stampa per annunciare delle importanti novità riguardanti staff tecnico e società.

 

Foto di Sergio Porcelli

 

 

MOLFETTA. A dieci anni dalla morte, questa etichetta, insieme alla scuola popolare di musica da lui fondata "A. Dvorak", dedica un momento celebrativo per ricordare la sua missione di musicista e sacerdote insieme alla pubblicazione del disco, PASQUA, in cui sono eseguite due sue opere Le Beatitudini e Pasqua, sentiero di Risurrezione, trascritte per banda dal m° Silvestro Sabatelli. L'iniziativa, sostenuta dal Museo Diocesano e dalla Fondazione Valente, è un debito di riconoscenza verso un uomo che ha dato alla città e alla diocesi di Molfetta un patrimonio d'intelligenza, generosità e visione; l'augurio è che questa iniziativa possa incuriosire coloro che non l'hanno conosciuto e permettere la divulgazione di tutta la sua opera musicale. Nato a Molfetta il 21 giugno 1931, don Salvatore ha intrapreso la vita sacerdotale unendola profondamente a quella musicale. Insieme all’esperienza ecclesiale di assistente FUCI (Federazione Universitaria Cattolica Italiana) negli anni post-conciliari e quella di direttore della Cappella Corale del Pontificio Seminario Regionale di Molfetta, ha costruito la sua formazione musicale con i maestri Armando Renzi (composizione), Nicola Samale (direzione d’orchestra), Michele Marvulli (pianoforte), Marcel Couraud (perfezionamento direzione corale), Luigi Celeghin (organo).
Ha svolto attività didattica nei Conservatori “E.R. Duni” di Matera e “N. Piccinni” di Bari; è stato alla guida del Coro e Orchestra “J. Salepico”, istituzione sorta in seno all’Associazione e Scuola Popolare “A. Dvorak” di cui è stato fondatore e presidente fino alla sua morte. È stato maestro di Cappella del Capitolo Cattedrale di Molfetta. Diplomato in composizione, direzione d’orchestra, pianoforte e specializzato in direzione corale e organo, ha voluto sopperire alle scarse conoscenze musicali e liturgiche del popolo, dedicandosi con passione e sacrificio alle giovani generazioni del suo territorio, costruendo un’esperienza associativa e di formazione così profonda da costituire una generazione di musicisti che ancora oggi riconoscono in lui il loro mentore e maestro. I frutti della sua genialità artistica sono numerosi e di vario genere, dagli oratori ai canti popolari; ma di particolare interesse risultano i suoi due Oratori, le due Grandi Cantate per Coro e Orchestra, oltre a Messe e Mottetti. È stato un uomo di elevata perspicacia, un concreto visionario, capace di vedere le cose in profondità e proiettate nel futuro; acuto intellettuale, ha sempre combattuto, spinto dall’insaziabile necessità di conoscenza senza mai rinunciare all’antico. A dieci anni dalla morte, avvenuta il 17 giugno 2011, questa etichetta ha voluto dedicare la registrazione di due sue grandi opere, Pasqua Le Beatitudini, trascritte per banda dal m° Silvestro Sabatelli, insieme ad altre due opere, A mio Padre di Alfredo Fiorentini e Il Trombettista dello stesso Sabatelli, eseguite dalla Banda "Città di Fasano". Un omaggio alla tradizione bandistica e alla tradizione della marcia funebre che don Salvatore ha saputo interpretare con la profondità della cultura popolare e della religiosità cristiana. Di seguito il programma di giovedì 17 giugno 2021:

  • ore 19.00: presso il Duomo di Molfetta- Celebrazione S. Messa officiata da Mons. Domenico Cornacchia, vescovo della diocesi; animazione liturgica/ musicale della Cappella Corradiana

  • ore 20.15: Museo Diocesano – Presentazione del disco "Pasqua" dedicato a don Salvatore Pappagallo. Relatori m° Silvestro Sabatelli "I sentieri musicali di don Salvatore tra arte e memoria". Mons. Felice di Molfetta, vescovo emerito "don Salvatore, prete post-conciliare".

L'iniziativa sarà trasmessa in diretta via Facebook sulla pagina SCUOLADVORAK
L'ingresso è contingentato nel rispetto delle normative sanitarie.
Al Museo Diocesano si accede ESLUSIVAMENTE su INVITO.



MOLFETTA. Di fronte ancora una volta New Basket Mola e Dai Optical Virtus Molfetta. Le prime due forze del campionato si contenderanno questa finale al meglio delle 3 gare, con gara 2 in programma giovedì 17 giugno a Molfetta ed eventuale gara 3 domenica 20 giugno nuovamente a Mola di Bari. Le due compagini si sono affrontate ben 3 volte in questa stagione. Mola ha sempre vinto, sia nella regular season che nella fase ad orologio. Per la Dai Optical Virtus Molfetta è arrivato ora il momento di invertire la rotta. La squadra del presidente Bellifemine non può più sbagliare ed è chiamata ad una prova tutta cuore e orgoglio. Serve massima concentrazione e una difesa attenta per avere la meglio di un New Basket Mola apparso ben organizzato ma non imbattibile. In ogni caso sarà sicuramente una serata di grande basket tra le due squadre più forti del campionato. L’incontro si giocherà domenica 13 giugno, alle ore 20.30 presso il Pala Pinto di Mola e sarà diretto dai signori Calisi Francesco di Monopoli (BA) e Grieco Cosimo di Matera (MT). Sarà possibile seguire la diretta del match sulla pagina facebook Virtus Basket Molfetta a partire dalle ore 20.15.



 

MOLFETTA. Una nuova iniziativa promossa dai volontari dell’associazione Plastic Free si terrà domenica 13 giugno. Per la prima volta la manifestazione avrà carattere regionale: tutta la Puglia sarà coinvolta per cercare di rimuovere il maggior numero possibile di rifiuti dal Gargano al Salento. Per quanto riguarda il nostro territorio, questo evento vedrà l’azione univoca dei comuni di Molfetta e Giovinazzo. L’intento è quello di ripulire dalla plastica e dai rifiuti la spiaggia in località Gavetone (litoranea Molfetta-Giovinazzo). La manifestazione, che gode del patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Molfetta e del Comune di Giovinazzo, si svolgerà in collaborazione con il Consorzio Metropolis, il CEA Ophrys – Centro Studi e Didattica Ambientale Terrae e Poseidon Blu Team.  Per aderire all’iniziativa è obbligatoria la registrazione online, cliccando sul link: https://www.plasticfreeonlus.it/.../13giu.../  Iscrivendosi al link https://www.plasicfreeonlus.it/adderisci/ si aderirà a Plastic Free come Socio Amico e si riceverà la t-shirt in omaggio. Per i minori, che dovranno essere accompagnati dai genitori, è necessario consegnare una dichiarazione liberatoria. L’appuntamento, per il briefing iniziale, è alle ore 8 all’ingresso del parcheggio Lido Gavetone. La raccolta prenderà il via alle 8.30 per concludersi alle 11. I partecipanti sono invitati a munirsi di sacchi per la raccolta e guanti da giardinaggio o da lavoro.  Dovranno, ovviamente, essere rispettate le disposizioni anti Covid 19: obbligo di indossare la mascherina, evitare abbracci e strette di mano, mantenere il distanziamento di due metri tra partecipanti non congiunti, rispettare il divieto di assembramento. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti numeri: 3497935091, 3760549400, 3475358062.

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino