Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. La solidarietà non conosce confini, né tantomeno si fa condizionare dalla durezza dei periodi: anche in tempi difficili, soprattutto in tempi difficili, le buone azioni fanno la differenza. Network Contacts, a braccetto con la sua onlus “Conta su di noi”, anche quest’anno ha lanciato la lotteria di Natale. E la risposta è stata incredibile: 51.500 euro raccolti e interamente devoluti in beneficenza, ad Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro). Un risultato che si pone lungo la scia di una tradizione vincente. “La lotteria di Natale – afferma Giulio Saitti, direttore generale di Network Contacts – fa parte della nostra storia. E nemmeno in questo complicato 2020 ci ha lasciato indifferenti. Siamo orgogliosi del risultato raggiunto. Quando abbiamo lanciato la lotteria ci eravamo chiesti come potessero andare le cose, quale potesse essere la risposta dei nostri lavoratori, in un periodo peraltro in cui la stragrande maggioranza di loro opera in smartworking. Aver raggiunto 51.500 euro mi spinge ad applaudirli e ringraziarli. Oggi l’attenzione di tutti è catalizzata dal Covid. Ma non dimentichiamolo: ci sono emergenze storiche a cui è necessario continuare a rispondere con un gesto di solidarietà e una piccola grande mano”. L’hanno fatto i lavoratori, le loro famiglie, i clienti, i fornitori e altre persone vicine all’azienda. “Continueremo ad andare in questa direzione – conclude Saitti – Continueremo ad adoperarci per il bene di tutti, non solo il nostro, con l’impegno di sempre”. E gesti come questo lo dimostrano. Una volta di più.

MOLFETTA. Niente botti per Natale e le festività di fine anno. Il sindaco, Tommaso Minervini, ha firmato l’ordinanza che ne vieta la vendita e l’utilizzo fino al 1 gennaio 2021 in forma ambulante e non. Per I trasgressori sono previste sanzioni da € 50,00 a € 500,00 sempre che non vengano riscontrati reati di carattere penale, e di sospensione della licenza fino a cinque giorni per I venditori. «Ricordo a tutti che l’utilizzo dei botti – sottolinea il sindaco Tommaso Minervini - può dare vita a conseguenze negative non solo per l’incolumità pubblica, ma anche per quella degli animali domestici e della fauna selvatica. Il frastuono dei botti, oltre a cagionare un’evidente reazione di spavento, può portare i nostri amici a quattro zampe a perdere l’orientamento, con il rischio di provocare sinistri, ma anche a perdere la vita. Faccio appello al senso di responsabilità di ciascuno perché – conclude il sindaco - anche in ricordo di chi è stato sconfitto e di chi sta ancora combattendo contro il Covid, si evitino comportamenti spregiudicati e pericolosi». L’ordinanza vieta anche l’utilizzo di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute per l’impiego di botti vietati. Per tutti rimane l’obbligo di coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00 del mattino dopo.

Molfetta. Grazie alla vittoria sulla Puteolana, prosegue la serie positiva della Molfetta Calcio al Paolo Poli: i biancorossi chiudono il 2020 imbattuti in casa! I ragazzi di mister Bartoli battono per 1-0 i campani grazie alla rete su rigore di Strambelli- al suo esordio stagionale in biancorosso- al 92'. Tre punti conquistati grazie alla tenacia dei biancorossi che hanno saputo resistere ad una buona Puteolana e colpire nella ripresa; con gli ospiti in inferiorità numerica nell'ultimo quarto di gara per il rosso inflitto a Ricco al 71'. Un match complicato, specialmente nel primo tempo, con una Puteolana ben disposta in campo e abile a far gioco grazie alla verve degli attaccanti esterni Di Paola e Celiento e alla regia di Catinali. I biancorossi, invece, disposti in un insolito 3-4-2-1 con Strambelli e Mingiano alle spalle dell'altro esordiente Lacarra, hanno faticato nel creare occasioni degne di note sino al 42', quando prima Lacarra in mezza-rovesciata e subito dopo Mingiano di testa hanno sfiorato la rete. La Puteolana, invece, si era resa pericolosa in precedenza con un destro da fuori di Catinali di poco a lato. Nella ripresa partono meglio gli ospiti che sfiorano la rete al 53' ancora con Catinali, stavolta di testa, con palla di poco a lato, e al 63' con Romeo chiuso in uscita bassa da un attento Rollo. Al 71' l'episodio che cambia il match: gallo di Riccio a campo aperto e rosso diretto. Puteolana in dieci e Molfetta che si rianima alla ricerca del goal del vantaggio grazie anche ad un iper-offensivo 4-2-4 con la presenza contemporanea in campo di Strambelli, Lacarra, Mingiano (poi sostituito da Ventura), e Triggiani (entrato al posto di Lavopa). È proprio Triggiani a sfiorare la rete al 72' su spendido cross da sinistra di Strambelli mentre poco dopo Lacarra non riesce a ribattere in rete una palla vagante. Il match sembra volgere al termine in parità, ma sull'ennesima azione offensiva biancorossa, Lacarra manda in profondità di tacco Ventura che prova a scartate il portiere ma viene atterrato in area di rigore. Strambelli spiazza il portiere e regala il decimo punto stagionale nei sette match disputati sin qui in stagione. La Molfetta Calcio resta così poco fuori dalla zona play-out, in attesa del recupero del match con il Brindisi che potrebbe consentire di aumentare il margine dalla zona calda. Prossimo match in programma mercoledì in trasferta ad Aversa, altra compagine impegnata nella lotta per non retrocedere.

MOLFETTA. Si chiude con una sconfitta il 2020 della Pavimaro Pallacanestro Molfetta, che nella quarta giornata del girone D2 del campionato di Serie B si arrende alla Pallacanestro Nardò con il punteggio di 77-88, al termine di una partita equilibrata per i primi tre quarti e decisa da tre triple di Petrucci negli ultimi dieci minuti di gioco. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, De Ninno, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Quarta risponde con: Burini, Petrucci, Coviello, Enihe e Dip; dopo un avvio punto a punto i padroni di casa allungano con i canestri di Bini, Gambarota e Visentin (21-14), ma sul finire di quarto Fontana e Bartolozzi riportano Nardò a contatto (21-18). Nel secondo periodo Nardò parte forte (23-27), ma i biancorossi reagiscono subito e prima con Gambarota poi con Calisi tornano in vantaggio sul 34-31, il primo tempo prosegue sul filo dell’equilibrio con le due squadre che vanno all’intervallo lungo sul 44-42. Nel terzo quarto Molfetta torna sul più cinque con De Ninno e Bini (61-56), ma non riesce ad allungare e la formazione granata si rifà sotto e torna in vantaggio con Petrucci, con le due squadre che vanno all’ultimo mini riposo sul 63-65. Ad inizio quarto periodo i biancorossi non riescono a sbloccarsi in attacco per oltre tre minuti, ne approfitta Nardò con Coviello, Burini  e Petrucci per allungare sul 63-77, ma i padroni di casa non mollano e con Gambarota e Visentin tornano fino al meno otto (71-79), ma Petrucci con altre due triple scrive la parola fine all’incontro, il finale al Pala Poli è 77-88 per gli ospiti. Una buona Pavimaro Molfetta è riuscita a tenere testa per oltre trenta minuti a una delle formazioni più ambiziose del campionato, poi la maggior profondità del roster di Nardò e le giocate di Petrucci hanno condannato i biancorossi alla sconfitta; prossimo impegno  Giovedì 7 Gennaio a Monopoli.

Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Bini 18, De Ninno 16, Gambarota 15, Dell’Uomo 11,Visentin 10, Calisi 5, Serino 2, Mazic, Mezzina, Azzollini, Kodra, Sasso. Coach Carolillo.

Frata Nardò: Coviello 19, Petrucci 18, Dip 12,  Bartolozzi 12, Burini 9,  Enihe 5, Bjelic 4, Cepic, Fracasso, Tyrtyshnik, Cappelluti. Coach Quarta.

MOLFETTA. Termina con un rotondo 18-0 la sfida tra le biancorosse e la Sangiovannese: la formazione allenata da mister Diego Iessi si impone sulle padrone di casa al termine di una prestazione sontuosa e conquista altri tre punti importanti per il prosieguo del proprio cammino ai vertici del girone D di serie A2. A sbloccare la contesa dopo soli 12” è Mezzatesta che si ripete al secondo e al quinto minuto. La partita si mette dunque subito in discesa per Castro e compagne che nella prima frazione trovano le marcature di Lacirignola, Mazzuoccolo, Barile e Napoli. La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo, con capitan Mazzuoccolo in gol dopo 41”. A 1’51” a segno Gelsomino, mentre al terzo minuto sale in cattedra Gariuolo con una doppietta. La Sangiovannese prova a rendersi pericolosa con Audia, ma il punteggio è reso ancora più largo dalle reti di Mazzuoccolo (autrice di una tripletta), Gelsomino (quattro gol per lei), Lacirignola e dalla doppietta di De Marco. La Femminile Molfetta tornerà in campo mercoledì alle 20.30, quando ospiterà sulle tavole del PalaPoli il Taranto.

SANGIOVANNESE - FEMMINILE MOLFETTA 0-18 (0-6 pt)

SANGIOVANNESE: Dragan, Belcastro, Perrucci, Squillacioti, Coli, Tomulescu, Audia M., Gigliotti, Audia A. All. G. Audia

FEMMINILE MOLFETTA: Liuzzo, Napoli, Mazzuoccolo, Tempesta, Gariuolo, Castro, De Marco, Barile, Mezzatesta, Lacirignola, Gelsomino, Sciannamea. All. Iessi

MARCATRICI: 0’12”, 1’50”, 5’01” Mezzatesta, 5’52” Lacirignola, 8’02” Mazzuoccolo, 16’25” Barile, 19’30” Napoli (M), pt; 0’41”, 12’58” Mazzuoccolo, 1’51”, 11’36”, 15’57”, 19’47” Gelsomino, 3’37”, 3’59” Gariuolo, 13’18”, 16’30” De Marco, 18’04” Lacirignola (M), st

Molfetta. La nostra città “entra” nella rete Usca sul territorio della ASL Bari e ne diventa punto di riferimento. A partire dal 1° gennaio, nei locali comunali, a piano terra dell’ex pastificio Caradonna, messi a disposizione della Asl, opererà il personale medico ed infermieristico che si occuperà delle cure domiciliari per i pazienti Covid non ospedalizzati. Sempre negli stessi locali, ma con ingressi separati, saranno allocati gli ambulatori per effettuare i tamponi rapidi antigenici e somministrare i vaccini. Nasce la “Casa della salute”. Ad illustrare quanto accadrà, tra meno di due settimane, sono stati il sindaco, Tommaso Minervini, il dottor Ignazio Bellapianta, direttore del Distretto Socio sanitario n.1 Asl Ba. Presenti anche gli altri protagonisti di questo risultato, l’assessore all’igiene, Ottavio Balducci, l’assessore alla protezione civile, Antonio Ancona, il consigliere comunale delegato dal sindaco per l’emergenza Covid, Pasquale Mancini, e la dottoressa Silvia Rana, responsabile dell’Usca territoriale. «Dopo aver ottenuto la postazione del drive through per effettuare i tamponi in città e 10 posti letto di terapia semintensiva – ha sottolineato il sindaco Minervini - abbiamo chiesto ed ottenuto dalla Asl la possibilità di attivare una Usca a Molfetta mettendo a disposizione locali comunali per i medici delle Unità speciali di continuità assistenziale, che assistono i pazienti in casa. Ritengo che la Asl abbia compreso e risposto al meglio alle esigenze dei nostri Comuni», ha aggiunto riferendosi anche al Comune di Giovinazzo che farà riferimento alla stessa struttura. Da una settimana, è stato anche ricordato, che sul territorio di Molfetta opera una ambulanza aggiuntiva del 118 grazie alla sinergia tra SerMolfetta, che ha messo a disposizione il mezzo, il Comune di Molfetta, che coprirà le spese dei dispositivi di protezione per gli operatori, ed ai privati che, con il Sermolfetta, hanno dato vita ad una raccolta fondi nell’ambito del progetto “Aria di Natale”. Ed è ai nastri di partenza anche il Progetto Covid Scout, ideato dall’assessore Balducci, che nei giorni di chiusura delle scuole, prima del 7 gennaio, consentirà ad una equipe, composta da medici e infermieri volontari, uno screening di tutto il personale scolastico, su base volontaria, con l’impiego dei mille tamponi rapidi donati al Comune, grazie al lavoro del delegato Pasquale Mancini, dall’azienda Consfru. I risultati dei test saranno poi consegnati ai medici competenti dei diversi istituti scolastici. Contestualmente sono in distribuzione 70mila mascherine tramite gli organismi del volontariato. Nel corso dell’incontro il sindaco Minervini ha sottolineato l’impegno del Comune, anche sul fronte emergenziale di carattere sociale ed economico. Nei prossimi giorni il Comune distribuirà oltre due milioni e duecentomila euro: 450mila euro per buoni alimentari, 100mila euro assistenza straordinaria, 1 milione e 200mila euro contributo fitti, 200mila euro Covid contributo perdita fatturato, 30mila euro Voucher per il commercio di prossimità, 42mila euro associazioni volontariato.

MOLFETTA. La Pavimaro Pallacanestro Molfetta comunica di aver raggiunto l’accordo con l’atleta Armin Mazic, che indosserà la maglia biancorossa per il resto della stagione. Armin play- guardia classe 1993 di quasi 200cm, nato a Brno in Repubblica Ceca ma di nazionalità croata con formazione italiana, arriva in Italia giovanissimo a Casale Monferrato poi completa la trafila delle giovanili con la storica società della Benetton Treviso, nella sua carriera ha indossato le maglie di Cremona in Serie A, Mantova e Reggio Calabria in LegaDue. Dopo le esperienze all’estero nei massimi campionati di Bosnia e Croazia, ha giocato anche per i Glasgow Rocks, prima di tornare in Italia in Serie B, dove prima ha giocato a Costa Volpino in 19 partite ha messo a segno 12 punti di media,6 rimbalzi e 3 assist, poi a Porto Sant’Elpidio dove ha viaggiato a 10 punti di media. Fortemente voluto dal General Manager Leonardo Scardigno, Mazic dotato di grande fisicità, ottima visione di gioco e un buon tiro e va a rinforzare il reparto degli esterni dei biancorossi. Il nuovo acquisto della Pavimaro Molfetta si sta già allenando da qualche giorno a Molfetta agli ordini di Coach Carolillo e sarà a disposizione già nella gara di domenica contro Nardò. Benvenuto a Molfetta Armin!

MOLFETTA. I biancorossi tornano in campo dopo aver saltato la trasferta in terra brindisina a causa della positività al Covid di alcuni tesserati ospiti. Avversario di turno al Poli sarà la Puteolana, compagine di Pozzuoli allenata da mister Grimaldi, reduce dal pareggio casalingo a reti bianche con il Francavilla in Sinni. I campani, sin qui, hanno ottenuto quattro punti nei sette match disputati, frutto di una vittoria, un pareggio e cinque sconfitte ma mister Bartoli non vuole assolutamente considerare il match agevole perché “la Puteolana è un'ottima squadra e si è rafforzata in questo mercato di riparazione. Tra i biancorossi potrebbero fare il proprio esordio stagionale i nuovi arrivati Strambelli e Lacarra in attacco. Da annotare le assenze degli infortunati Forte e Camara. Match in programma domenica alle ore 14:30 a porte chiuse per i noti divieti, ma disponibile in diretta streaming sulla pagina Facebook della Molfetta Calcio.

Arbitrerà l'incontro il sig. Daniele Aronne di Roma coadiuvato dagli assistenti Leandro Claps di Potenza e Francesco Tragni di Matera.

MOLFETTA. A conclusione di un anno decisamente particolare, l'Associazione Passione e Tradizione in collaborazione con l'Info Point di Molfetta, ufficio di informazione e accoglienza turistica della città, con il sostegno di sponsor del territorio, propone un calendario fotografico per il 2021. “Una finestra sulla città” nasce dalla consapevolezza che in alcuni momenti del 2020 abbiamo guardato il mondo fuori solo attraverso le finestre delle nostre case o i monitor di tv, smartphone e computer. Alcuni momenti della tradizione non si sono potuti celebrare per questioni di ordine pubblico e sanitario. Questo calendario si propone di aprire una finestra sulla città di Molfetta, per riscoprire momenti della vita di tutti i giorni, per ammirare panorami di interesse storico, artistico o naturalistico con i quali si ha un rapporto affettivo ed emozionale. Uno sguardo rivolto alle tradizioni che si dipanano lungo i mesi dell'anno, con riferimenti a luoghi e momenti significativi, senza dimenticare la gastronomia. Un fotografo per ogni mese del 2021, un'immagine per permettere di ripensare alla città di Molfetta nei momenti più caratteristici, immaginando ogni mese come una finestra verde aperta. Per le fotografie si ringraziano Roberta Binetti, Valentina d'Agostino, Francesca de Gennaro, Vincenzo de Pinto, Giuseppe Facchini, Carlo Farinola, Marco Fumarola, Maria Pia Magarelli, Pasquale Modugno, Giuseppe Roppo, Fabio Silvestri, Lubiana Stanzione. Il calendario, stampato dalla Tipografia La Nuova Mezzina, sarà in vendita presso l'Info Point in via Piazza, 27-29 e presso alcune edicole della città al costo di € 5,00. Il ricavato della vendita sarà devoluto per la realizzazione e l'installazione di cinque nuove croci in legno per il monumento del Calvario, uno dei simboli della città.

 Info presso l’Ufficio turistico sito in Via Piazza, 27-29 o ai seguenti contatti: 351 986 9433, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., pagine Facebook e Instagram infopointmolfetta.

 

MOLFETTA. Più di 150 goal in carriera di cui all’incirca la metà segnati in C e D: basterebbero questi numeri come bigliettino da visita per il nuovo bomber biancorosso Giuseppe Lacarra.  Classe ’87, barese, Giuseppe ha giocato la prima parte di stagione tra le fila del Brindisi, in precedenza ha indossato tantissime maglie tra cui quelle di: Chieti, Como, Andria, Corato, Omnia Bitonto, Turris e Bisceglie tra le cui fila ha disputato gli ultimi campionati in D (prima dell’ultima esperienza a Brindisi) segnando 20 reti in un anno e mezzo prima di cedere alle lusinghe di Omnia Bitonto e Sly United.  “Negli ultimi anni ho disputato campionati in categorie leggermente inferiori alla serie D puntando però sempre alla vittoria del campionato” - dichiara lo stesso Lacarra. “Mi sono divertito, ho avuto modo di segnare diversi goal. Sono tornato quest’anno in D (categoria in cui Lacarra conta più di 130 presenze ndr) con la sensazione che il livello rispetto a qualche anno fa si sia leggermente abbassato dal punto di vista tecnico ma questo non significa che non sia un torneo “tosto”, anzi, si corre parecchio e ci sono squadre molto temibili”. Sulla sua nuova squadra Lacarra ha dichiarato: “Darò una mano alla squadra il più possibile. Pur avendo giocato solo con Caprioli (all’Omnia Bitonto ndr) conosco molti dei ragazzi in rosa, come Strambelli, Di Bari, Lavopa. Siamo un gruppo di bravi ragazzi, abbiamo una rosa competitiva e non ci resta che fare bene. Il mister, invece, lo conoscevo un po’ meglio per averci giocato diverse volte contro. Sono contento che abbia voluto puntare su di me. Ricambierò con i fatti sul campo la sua fiducia nei miei confronti. Io ho tanta voglia di fare bene. Ci metterò tanta grinta, come sono abituato a fare ogni domenica, ma voglio promettere goal per il momento”. 

"Abbiamo un ottimo reparto avanzato – continua Lacarra - ci serve solo un po’ di tempo per trovare i meccanismi giusti. Abbiamo qualità e quantità e diremo la nostra in questo campionato perché mi sembra un torneo molto equilibrato. Serve un grande gruppo e correre tanto per poter far bene, e a noi queste doti non mancano”.

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino