Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. “Sono vicino ai tre agenti della Polizia locale aggrediti ieri sera in piazza Vittorio Emanuele durante un pattugliamento anti-Covid, nello svolgimento del proprio lavoro a garanzia della sicurezza dei cittadini. È un episodio increscioso per l’accaduto”. Lo afferma il sindaco Tommaso Minervini, solidale con gli agenti al servizio del Comandante Cosimo Aloia. “Ancora una volta – chiosa il primo cittadino – abbiamo visto la collaborazione con le altre forze di polizia presenti in città, Carabinieri e Guardia di finanza, che sono intervenute a supporto dei vigili. L’aggressore, individuato anche grazie alle telecamere, è attualmente ricercato. Sono in corso indagini per valutare la posizione di altre persone presenti durante i concitati momenti. La cosa più grave è l’atteggiamento fortemente criminogeno del gruppo, evidenziato anche dalle numerose denunce dei residenti, che deve essere vagliato dalla Procura”. “Devo ringraziare ancora una volta – conclude Minervini – tutte le donne e gli uomini della nostra Polizia locale per il loro costante lavoro, per le energie e lo spirito di sacrificio che ci stanno mettendo e l’assessore Mastropasqua per la continuità dell’operato in favore dell’ordine pubblico. L’impegno continuerà fino a ripristinare i corretti comportamenti, anche con un incontro col Prefetto per intensificare le attività di tutte le forze dell’ordine”.

 

MOLFETTA. È in uscita oggi il singolo di Giuseppe de Candia che omaggia con un riarrangiamento synth pop lo storico brano di Luca Carboni “Ci stiamo sbagliando”, tratto da “Intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film…”, album d’esordio del cantautore bolognese. Nel brano del 1984 Carboni dipinge pensieri, dubbi e speranze di una generazione narrando il fascino della vita in ogni sua sfumatura. La stessa meravigliosa semplicità della vita vede oggi il suo narratore in Giuseppe de Candia, cantautore pugliese, di origini molfettesi, con il desiderio di far scoprire a ragazzi e adolescenti del 2021 come la grande musica d’autore possa essere (ancora) compagna di avventure, amori e quotidianità. “Nonostante sia un brano degli anni ‘80” sostiene de Candia “lo trovo ancora perfettamente in grado di essere la voce di qualsiasi generazione, di raccontare la giovinezza in maniera limpida e poetica”. Il brano è accompagnato da un curioso videoclip che vede protagonisti de Candia e una bambola vestita da fata, fata citata nel testo di Carboni ma anche simbolo dell’amore irrealistico e della bellezza irraggiungibile tanto inseguiti nella giovinezza. Ascolta “Ci stiamo sbagliando” su tutte le piattaforme digitali e guarda il video su YouTube!

Di seguito il link per il video ufficiale: https://youtu.be/JDCfHO52zCI

 

MOLFETTA. Sarà una domenica ecologica, il 2 maggio, per 15 volontari della Gepa, le Guardie ecozoofile protezione ambientale, che puliranno l’agro in prossimità di contrada chiusa della Nepta. Le operazioni straordinarie inizieranno alle 9 dalle scale di Viale XXV aprile che portano al Villaggio Belgiovine per poi proseguire nelle campagne. Ringraziamo l’associazione – affermano il sindaco Tommaso Minervini e l’assessore all’Ambiente Maridda Poli – per l’impegno volto alla difesa dell’ambiente. L’Amministrazione comunale ha deciso di dare il patrocinio morale all’iniziativa della Gepa, che è un ente riconosciuto dal ministero della Salute. Ancora una volta il mondo dell’associazionismo dà il buon esempio alla nostra comunità, che negli ultimi anni ha visto una particolare sensibilizzazione ai temi verdi del riciclo, della sostenibilità ambientale e del rispetto del territorio”.

MOLFETTA. "Zes, trasporto intermodale, ingenti investimenti su porti e linee ferroviarie. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza è un grande piano Marshall per il Mezzogiorno, un treno che passa una volta. Non continuare a intercettare tutte le risorse disponibili sarebbe un suicidio per la nostra città". Lo afferma il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini a seguito della presentazione del piano messo a punto dal Governo e dal presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi per fare ripartire il Paese. “In giunta – continua il primo cittadino – con una delibera abbiamo aderito alla rete dei sindaci “Recovery sud” per chiedere alle istituzioni nazionali di seguire le indicazioni dell’Unione europea, ottenendo più fondi per il Mezzogiorno”.

ZES

“È fondamentale in questa fase – afferma Minervini – farsi trovare pronti con progetti e cantieri già avviati, e a Molfetta abbiamo tutte le condizioni per sfruttare al meglio questa occasione di sviluppo epocale per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. La Zona economica speciale prima di tutto. Le zone Pip e Asi entro la fine dell’anno saranno interessate dai lavori di mitigazione del rischio idrogeologico, che permetteranno di attrarre decine di nuovi insediamenti produttivi e conseguenzialmente centinaia di posti di lavoro”.

PORTO
I lavori del porto procedono secondo il cronoprogramma ed entro luglio 2022 si concluderà il “Primo stralcio funzionale relativo ai lavori per la salvaguardia, la sicurezza alla navigazione e all’ormeggio del bacino portuale” e contemporaneamente saranno affidati i lavori di completamento degli impianti. "Inoltre – spiega il sindaco – abbiamo già ottenuto i fondi regionali per portare la profondità dell’imboccatura del porto a 9 metri, ma col Recovery plan ci giochiamo una partita importante per intercettare finanziamenti che migliorerebbero ulteriormente la competitività dell’infrastruttura”.

TERMINAL FERROVIARIO
L'Unione europea ha deciso che il 2021 è l'Anno europeo delle ferrovie per promuovere i treni come mezzo sostenibile, innovativo e sicuro, e il Pnrr porterà al Sud risorse importanti anche nei collegamenti della rete. Sul versante ferroviario dopo decenni di stop burocratici è stato sbloccato il raddoppio dei binari nel tratto Termoli-Lesina, che permetterà l’arrivo dell’Alta velocità anche in Puglia. Poi, grazie al progetto dell’alta capacità Bari-Napoli, per spostarsi tra le due città ci vorranno due ore di treno e potranno transitare treni merci di lunghezza fino a 750 metri. Questo consentirà la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e porterà sicurezza, eliminando centinaia di tir dalle nostre strade. E in questo contesto favorevole il progetto del terminal ferroviario di Molfetta diventa sempre più strategico. “Tutte queste opportunità – conclude Minervini – devono andare avanti per creare una Molfetta con maggiori possibilità per i giovani”.

 

MOLFETTA. In città si sta per aprire un'importante pagina sportiva legata al mondo del calcio. Dopo gli indiscutibili successi della compagine maschile della Molfetta Calcio in quest'ultima stagione, per la prima volta in assoluto una compagine femminile è pronta a calcare l'erba del "Paolo Poli" di Molfetta. L'ambizioso progetto sportivo avviato già da qualche anno proprio dalla prestigiosa società sportiva di Molfetta prosegue. Una rosa di sedici atlete di età compresa tra i 14 e i 22 anni esordiranno sabato 1° maggio presso lo stadio "P.Poli" di Molfetta nel campionato femminile di Eccellenza Pugliese. Ai nastri di partenza del Campionato Regionale di Eccellenza Femminile ci sono Apulia Trani, Fesca Bari, Molfetta Calcio, Nitor Brindisi e Phoenix Trani. Il campionato, che terminerà il prossimo 20 giugno, si svolgerà con gare di andata e ritorno. La squadra vincente sarà promossa al Campionato Nazionale di Serie C Femminile. La Molfetta Calcio, con l'obiettivo unico di promuovere lo sport e sopratutto il calcio femminile in città, ha allestito una rosa promettente. Gli allenamenti della squadra sono iniziati già nel settembre scorso per poi fermarsi a causa dell'emergenza Covid-19 e proseguire soltanto con sedute individuali. Sabato 1°maggio la formazione femminile della Molfetta Calcio, allenata da Donatella Di Bisceglie, affronterà alle ore 16 il Nitor Brindisi nel primo match casalingo. Domani 30 aprile alle ore 18, presso la sala stampa dello stadio "P.Poli" di Molfetta si terrà la conferenza stampa di presentazione della compagine femminile della Molfetta Calcio alla vigilia del suo esordio nel Campionato di Eccellenza Regionale. L'incontro con la stampa sarà presenziato da Loredana Lezoche, Responsabile Molfetta Calcio femminile, e Donatella Di Bisceglie allenatrice. L'incontro verrà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook della Molfetta Calcio. La conferenza stampa sarà registrata e successivamente disponibile anche sulla pagina Facebook Calcio Club.

MOLFETTA. Vigilia in casa Aquile biancorosse, attese domani allo storico esordio in Final Eight di Coppa Italia di serie B, al cospetto del Cus Ancona nell’ultimo quarto di finale previsto domani, ore 20:00 al PalaSaveli di Montesilvano. "E’ la prima volta nella storia del futsal molfettese che ci si affaccia a questa competizione nazionale – esordisce il presidente Donato de Giglio. L’anno scorso l’abbiamo conquistata sul campo ma, la sospensione della stagione agonistica, ci ha privato questo meraviglioso e importante traguardo. E’ una competizione che ha un fascino particolare e, nonostante si giocherà a porte chiuse, resta una vetrina importante per tutti noi, per la società e sicuramente per l’intera città di Molfetta.
Ho visto i ragazzi carichi dal punto di vista mentale –continua il patron de Giglio- e allo stesso tempo ci siamo preparati molto bene dal punto di vista dell’intensità in tutti gli allenamenti. Il Cus Ancona ha vinto nell’ultima giornata il campionato con grandi meriti conquistando il salto di categoria diretto nel girone D.
“L’ Ancona penso sia un’ottima squadra composta da giovani ma sono certo che tutti i team della competizione hanno degli ottimi roster. Noi cercheremo di dare il massimo perché sognare non costa nulla e sicuramente questa manifestazione verrà vinta da chi ha più voglia e grinta.
Obiettivo? Arrivare il più lontano possibile”. Il match tra Aquile Molfetta e Cus Ancona sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook di PMGSport Futsal a partite dalle ore 19.55.





MOLFETTA. Mancano pochi giorni al ritorno in campo della Nox Molfetta: dopo la sospensione del campionato a ottobre a causa del Covid, con il riconoscimento della competizione di interesse nazionale, le biancorosse del presidente Luciano Savi sono prossime al ri-debutto domenica 2 maggio 2021. Al PalaFiorentini arriverà la Soccer Altamura (partita in diretta su Antenna Sud dalle ore 16) per la prima delle sei giornate in cui è stato riorganizzato il campionato a seguito dell'adesione alla ripartenza anche di Mola e Massafra e la defezione delle altre società ai nastri di partenza a settembre. Da circa venti giorni le biancorosse hanno ripreso gli allenamenti collettivi sotto la guida di mister Alessandra de Bari, del preparatore dei portieri Nico Spadavecchia e della preparatrice Porzia Marino. «Le ragazze hanno grinta da vendere e sono piene di energia», racconta uno dei dirigenti della Nox Molfetta, Michele Gadaleta.  «È un'emozione intensa tornare agli allenamenti di gruppo, tornare alla tensione pre gara: è una sorta di ritorno alla vita che davamo per scontata e che il virus ci ha tolto», prosegue Gadaleta che è quotidianamente impegnato da vicino a far sì che tutto si svolga nel massimo rispetto delle norme anti Covid perchè  «siamo e saremo molto scrupolosi per la salute di tutti e perchè non vogliamo un altro stop».  Certo, giocare in un PalaFiorentini deserto non sarà semplice: «ma i nostri tifosi non ci stanno facendo mancare affetto e vicinanza. Ovvio che gli spalti gremiti del Palazzetto, quando contavamo anche 200 persone sulle tribune, dispiace tantissimo soprattutto per le ragazze che si sono allenate da sole per mesi e meriterebbero comunque un grande appaluso per la loro passione. Ma siamo fiduciosi e speranzosi che preso le porte possano essere aperte «Il mio sentito ringraziamento è per il Presidente della società Luciano Savi: ci ha dato la possibilità, sobbarcandosi l'esosità dei tamponi settimanali per tutta la società, di ritornare in campo nonostante le difficoltà ed è ogni giorno a lavoro con noi dirigenza per non far mancare nulla alla squadra e allo staff».

 

Foto di Cosmo de Pinto

 

MOLFETTA. Località Secca dei pali si prepara a cambiare volto. E’ stato finanziato, per un milione e cinquecentomila euro, il progetto esecutivo di riqualificazione dell’intera area candidato a dicembre del 2018. Ora l’amministrazione comunale si prepara a predisporre gli atti per indire la gara di appalto. «Questo ennesimo finanziamento – il commento del Sindaco Tommaso Minervini - è la dimostrazione che la nostra visione programmatica si basa su fatti concreti. La riqualificazione della Secca dei pali insieme alla realizzazione del waterfront di ponente, ormai prossimo alla gara, trasformerà completamente un quartiere che, fino a qualche anno fa, era considerato la cenerentola della città». Il progetto di riqualificazione prevede la realizzazione di un’area destinata ad eventi di vario tipo, con la realizzazione di una pavimentazione in calcestruzzo drenante ad alta carrabilità (per il transito anche di mezzi pesanti) e la predisposizione di punti di allaccio elettrico che garantiscono il prelievo temporaneo di energia nella massima sicurezza. Intorno a questa area sarà realizzato un camminamento pedonale che, seguendo la linea del mare, porterà ad un’area belvedere, punto cruciale da cui si potrà godere dello skyline del centro storico. Alcune aree a verde completeranno la zona che sarà anche dotata di un’area giochi, di un’area fitness, di un’area per gli amici a quattro zampe. Prevista anche la realizzazione di un blocco servizi che comprenderà un info-point e i bagni pubblici. «Molfetta – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici, Antonio Ancona - è un grande cantiere che guarda al futuro con rinnovata energia ed entusiasmo. Le nostre scelte amministrative continuano a dimostrarsi vincenti» Il progetto era stato candidato nell’ambito dell’Avviso pubblico per la selezione di interventi strategici per la fruizione di aree ed infrastrutture, finalizzati prioritariamente al miglioramento delle qualità dei sistemi e dei servizi di accoglienza nel settore turistico - Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC).

 

MOLFETTA. Domani, giovedì 29 aprile, torna il mercato settimanale. L'Amministrazione comunale si è adoperata per garantire la sicurezza e il rispetto delle norme anti-Covid-19, coinvolgendo le associazioni di volontariato nei controlli ai varchi a supporto della Polizia locale.

 

MOLFETTA. Mercoledì 28 aprile, si svolgerà l’appuntamento “Civili. Curiamo la casa comune”, il quinto del percorso “Ri-Generazione Giovani”, dedicato all’approfondimento dell’enciclica Laudato si’, proposto dal Servizio diocesano di Pastorale Giovanile e dal Progetto Policoro, rivolto ai giovani dai 18 ai 35 anni, per sensibilizzare e orientare a una conversione ecologica, a partire dal quotidiano. L’incontro sarà incentrato sul IV capitolo dell’enciclica, con particolare attenzione all’economia civile e circolare. Interverrà Fabrizio Guglielmi, già assistente sociale, Presidente dell’A.p.s. “Forum di Agricoltura Sociale, Sezione Puglia”, che ha co-fondato nel 2016. Si occupa di agricoltura sociale, rigenerazione urbana dei beni confiscati, beni comuni ed economia circolare in Puglia, con particolare attenzione alla Provincia di Brindisi, dove vive. Nel 2019 ha fondato la Cooperativa Agricola Sociale di Comunità “Borgo Ajeni”, hub rurale che promuove il senso di comunità e l’esercizio della cittadinanza attiva sul territorio e favorisce l’occupazione, contrastando lo sfruttamento in agricoltura. A partire da alcune esperienze positive locali di economia civile e coinvolgimento attivo della cittadinanza, Fabrizio Guglielmi ci accompagnerà nella elaborazione di buone pratiche, attraverso proposte e sollecitazioni interattive. L’intero percorso ha coinvolto dal principio alcune realtà laiche locali impegnate nella tutela del territorio e nella promozione sociale, per far conoscere alcuni dei progetti attuati o in cantiere che evidenziano la stretta connessione tra ambiente e società, alla base della questione ecologica. Il loro contributo all’interno di questo itinerario formativo permette di guardare al territorio diocesano con uno sguardo più profondo e consapevole, che porti a reali rigenerazioni e a nuovi e possibili modelli socio-economici.

L’appuntamento si terrà alle ore 20 sulla piattaforma Zoom. Il link sarà reso disponibile sulle pagine social della “Pastorale Giovanile Diocesi Molfetta” e del “Progetto Policoro Molfetta”.

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino