Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Anche la Zona economica speciale Adriatica, che comprende Molfetta, potrà usufruire delle novità approvate con la legge di bilancio 2021. Le nuove imprese che si insedieranno nelle Zes potranno godere di una riduzione dell'imposta sul reddito del 50%. Sono tre le condizioni per ottenere il beneficio: il mantenimento dell'attività nell'area Zes per almeno 10 anni, la conservazione dei posti di lavoro creati e il requisito di non essere in stato di liquidazione o di scioglimento. “Si tratta di una misura importante – afferma il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini – perché favorisce lo sviluppo economico in tempo di pandemia e l’assunzione dei giovani. Nella visione di questa Amministrazione si guarda alla zona nord di Molfetta come risorsa per il futuro della nostra città, soprattutto in termini occupazionali. Le agevolazioni della Zes, la ripresa dei lavori del nuovo porto commerciale e gli accordi per la realizzazione dell’hub intermodale di un terminal ferroviario sono le chiavi per la crescita del territorio”.

MOLFETTA. “Questa settimana non c’è stato alcun incremento, ma una leggera diminuzione. Infatti, tra nuovi positivi e persone che si sono negativizzate in questo momento a Molfetta ci sono 485 casi”. Queste le parole del Sindaco sugli ultimi aggiornamenti da emergenza Covid- 19 nel nostro comune. Nel video messaggio il Sindaco si è poi soffermato sulla somministrazione dei tamponi sugli operatori scolastici della nostra città: “Fino ad oggi abbiamo somministrato 856 tamponi e solo tre test sono risultati negativi. Quello dello screening è un’azione preventiva che stiamo applicando per tutelare tutta la popolazione scolastica e ritornare a scuola in sicurezza”. Minervini ha concluso il suo discorso con l’aggiornamento sulla campagna vaccinale. “Nelle settimane precedenti abbiamo iniziato con la vaccinazione agli operatori sanitari del Dipartimento di prevenzione, al personale del Pronto soccorso e del 118, ai volontari della Protezione Civile. Sono stati vaccinati anche i medici pediatri e nei prossimi giorni si completerà il percorso vaccinale per i medici di base, a cui seguiranno gli odontoiatri e altri parasanitari. Successivamente arriverà la vaccinazione di massa che dipenderà dalla quantità dalle dosi che ci verranno fornite dalla Asl e dalla Regione Puglia”.

MOLFETTA. Una vittoria fondamentale, giunta al termine di una partita lottata contro un avversario arcigno: le biancorosse si impongono per 5-0 sulla New Cap, costruendo il proprio successo in un secondo tempo pressoché perfetto. Ancora out Liuzzo, mister Iessi conferma la fiducia a Sciannamea tra i pali, con Mezzatesta, Gariuolo, Pedace e Mangafas a completare lo starting five. Avvio di gara molto equilibrato, con le ospiti che si chiudono bene e provano a far male in ripartenza, ma le prime occasioni da gol sono per Mezzatesta e Mangafas, ma Arciuli è attenta. Il punteggio non si sblocca, la New Cap prende fiducia e inizia ad alzare il proprio baricentro, con la Femminile Molfetta che sbatte contro il muro delle sammicheline. Al riposo si va così sullo 0-0. Il copione della partita non cambia nella ripresa, Mazzuoccolo e compagne flirtano con il gol dell’1-0, ma la porta di Arciuli sembra stregata. Il vantaggio si materializza al 6’01: triangolo in banda tra Mangafas e Mezzatesta, il tiro d’esterno della calabrese colpisce il palo interno, ma sulla ribattuta è la numero nove la più lesta a raccogliere il pallone e depositarlo in rete. Le biancorosse continuano a spingere sull’acceleratore e il raddoppio arriva subito: calcio d’angolo di Barile, palla all’indietro per Castro che dalla lunga distanza fulmina Arciuli. La New Cap prova a reagire, Cervellera si gioca la carta Pugliese quinto di movimento, ma il tris è una prodezza balistica di Sciannamea che recupera palla e direttamente dalla propria area di rigore segna la sua prima rete in biancorosso. La pressione della Femminile Molfetta non accenna a diminuire e al 12’40’’ Gelsomino trova il poker. Nel finale le ragazze di mister Iessi cercano di gestire il risultato e a un minuto e mezza dalla fine Mangafas si rende protagonista di un altro assist per Gariuolo che segna il 5-0 finale. Con i tre punti conquistati, la Femminile Molfetta sale a quota 28 punti in classifica, in attesa del recupero della gara con la Salernitana che determinerà la qualificazione alla final eight. Nel prossimo turno, la prima giornata del girone di ritorno, al PalaPoli arriverà il Lamezia: obiettivo riscattare l’unica sconfitta stagionale subita proprio in Calabria.

FEMMINILE MOLFETTA – NEW CAP 74 5-0 (0-0 pt)

FEMMINILE MOLFETTA: Liuzzo, De Marco, Barile, Castro, Pedace, Mangafas, Mazzuoccolo, Lacirignola, Gelsomino, Gariuolo, Mezzatesta, Sciannamea. All. Iessi

NEW CAP 74: Arciuli, Anaclerio, Colosimo, Fatiguso, Campanale, Sacchetti, Mastronardi, Susca, Lafortezza, Pugliese, Intini, Milano. All. Cervellera

MARCATRICI: 6’01’’ Mezzatesta, 7’30’’ Castro, 10’37’’ Sciannamea, 12’40’’ Gelsomino, 18’26’’ Gariuolo (M), st.

AMMONITE: Anaclerio (N), Lacirignola (F)

MOLFETTA. Nella sesta giornata del girone di andata la Pavimaro Pallacanestro Molfetta viene sconfitta al Pala Poli dai Lions Bisceglie con il punteggio di 72-78, al termine di una partita equilibrata e molto fisica in cui pesano molto i 28 tiri liberi tentati dalla squadra ospite contro i soli dieci dei biancorossi e soprattutto molti contatti al limite non sanzionati per tutto il corso della partita ai danni della formazione molfettese. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, De Ninno, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Marinelli risponde con: Vitale, Sirakov, Santucci, Caceres e Seck; avvio di partita complicato per i biancorossi che fanno fatica in attacco e ne approfittano gli ospiti con Vitale e Caceres (5-10), ma Molfetta subito si rifà sotto con le triple di De Ninno e Mazic e il primo quarto si chiude sul 15-17. Nei secondi dieci minuti la partita prosegue sul filo dell’equilibrio ai canestri di Bini e Mazic da una parte risponde uno scatenato Sirakov dall’altra, con le due squadre che vanno all’intervallo lungo sul 33-34. Nel secondo tempo la partita continua sulla falsa riga del primo, Bisceglie prova ad allungare ma Molfetta torna subito a contatto e con il canestro di De Ninno va sul più tre (49-46), ma Bisceglie con il solito Sirakov e la tripla di Vitale va all’ultimo mini riposo avanti 57-62. Negli ultimi dieci minuti di gioco la tripla di Mazic impatta il punteggio a quota 62, ma gli ospiti con Seck tornano nuovamente sul più quattro 66-70, la Pavimaro Molfetta fa fatica in attacco, Visentin ci prova sotto canestro ma Bisceglie, mandata sistematicamente in lunetta da alcuni fischi dubbi, chiude i conti con Sirakov, il punteggio finale al Pala Poli è 72-78. Sconfitta interna per i biancorossi che hanno pagato la poca esperienza e la mancanza di lucidità nei minuti finali, prossimo impegno per i biancorossi Domenica 17 Gennaio alle ore 18.00 sul parquet di Catanzaro.

Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Mazic 20,Visentin 17, Bini 13, De Ninno 9, Gambarota 5, Calisi 4, Dell’Uomo 2, Serino 2, Azzollini, Mezzina, Totagiancaspro, Kodra. Coach Carolillo.

Lions Bisceglie: Sirakov 24, Seck 17, Vitale 13, Caceres 7, Galantino 6, Chiriatti 5, Santucci 4, Maresca 2, Molteni, Misino, Mastrodonato, Quarto di Palo. Coach Marinelli.

MOLFETTA. A pochi giorni dalla vittoria sul parquet di Monopoli, la Pavimaro Pallacanestro Molfetta si prepara a tornare in campo al Pala Poli contro i Lions Bisceglie, nella gara valevole per la sesta giornata del girone D2 del campionato di Serie B. La formazione guidata da Coach Carolillo ha iniziato la stagione con due vittorie in cinque partite disputate, dall’altra parte la squadra biscegliese nel turno infrasettimanale ha battuto Reggio Calabria e ottenuto il quarto successo in altrettante gare giocate. Nella formazione guidata da Coach Marinelli in cabina di regia si alternano  i due playmaker under Vitale e Molteni, sulle guardie particolare attenzione a Sirakov e Santucci migliori realizzatori della squadra rispettivamente con 21 e 15 punti di media, completano il quintetto i due lunghi Caceres e Seck con Maresca pronto a subentrare. Dalla panchina particolare attenzione al capitano Chiriatti e al play-guardia Galantino. Nella sesta giornata del girone di andata, la capolista Taranto affronta la Viola Reggio Calabria, Ruvo cerca la seconda vittoria consecutiva con Monopoli, chiude il programma Nardò- Catanzaro. Appuntamento per la palla questa sera alle ore 20.00 al Pala Poli, dirigeranno l’incontro i Signori: Bernassola Andrea di Palestrina e Fabbri Giacomo di Roma; sarà possibile seguire la diretta dell’incontro su LNP Pass.

MOLFETTA. Dopo l'ottimo punto casalingo ottenuto contro la capolista Casarano, la Molfetta Calcio si appresta ad affrontare in trasferta il Fasano. I padroni di casa sono reduci dal rinvio del match con il Taranto causato dalla positività al Covid di alcuni giocatori tarantini. Ultimo match disputato dai fasanesi risale, quindi, al 23 dicembre: 1-1 casalingo con la F. Andria con rete di Nadarevic, uno degli uomini più esperti e di qualità della rosa brindisina assieme a Lugo, De Miranda e all'attaccante Stracqualursi. I brindisini hanno ottenuto sin qui 5 punti in classifiche nelle otto partite sin qui disputate, una in meno della Molfetta Calcio a quota 11 in classifica.  "Un match ostico, contro una diretta concorrente per la salvezza" - commenta il mister biancorosso Bartoli- "Dobbiamo esser bravi a dar seguito alla buona prova offerta con il Casarano ed evitare gli svarioni dell'ultimo match giocato ad Aversa. In trasferta dobbiamo iniziare a far punti e mostrare sempre più carattere". Il match sarà visibile in streaming gratuitamente sulla pagina Facebook del Fasano. Fischio d'inizio previsto per domenica 10 gennaio alle ore 14:30. Arbitrerà l'incontro il sig. Marra di Mantova coadiuvato dagli assistenti Ciannarella e Savino di Napoli.

MOLFETTA. Oggi sabato 9 gennaio, dalle ore 17.00 alle ore 18.00, in collegamento Skype dalla Libreria Il Ghigno di Molfetta riprende l’evento “Filosofia e scienza con tè” con il Prof. Alberto Altamura. In programma volumi di matematica, neuroscienze, epistemologia … e poi … “Il cubo” a cura dei Prof. Rossana de Gennaro, Alberto Altamura e Gianluca Palombella. #5Incontro. La presentazione avrà luogo dalla libreria Il Ghigno su piattaforma Skype. Il link da cliccare sarà reso disponibile sulla pagina Facebook della libreria a partire dalle ore 16.40. Potrete seguire gli eventi della libreria Il Ghigno a questo link Skype https://www.facebook.com/events/189204266253140

Per ulteriori informazioni e approfondimenti il link https://ilghignolibreria.wordpress.com/

MOLFETTA. "Secondo me il poeta non è uno che merita di essere ammirato perché crea. È uno che merita di essere ringraziato perché libera". Parole di don Tonino Bello che ha saputo liberare con i suoi versi poetici e con i suoi pezzi giornalistici nati da incontri, da coinvolgimenti diuturni nella vita di quanti incrociava o raggiungeva. Per dare slancio alla forza liberante della parola, in particolare di quella scritta, la Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, attraverso l'impegno del settimanale diocesano Luce e Vita - che edita l'Opera omnia degli scritti del Servo di Dio Antonio Bello - e dell'associazione Stola e Grembiule, istituita da circa tre anni in Diocesi per promuovere le opere sociali e culturali del Servo di Dio, indice la prima edizione del Premio letterario "don Tonino Bello", con due sezioni distinte, la poesia metafisica e il giornalismo di prossimità. La poesia metafisica esprime la tensione dell'individuo verso l'Assoluto, declinato nelle forme di qualunque confessione religiosa. Accanto alla lirica metafisica sarà valorizzata anche quella poesia civile che sia incline ai valori del cristianesimo e che evidenzi uno sguardo non superficiale alla realtà che ci circonda. Luce e Vita, forte della presenza da due anni della rubrica Riflessi, dedicata a questa forma di poesia, lancia la sperimentazione di tale premio letterario, dedicato a don Tonino Bello, figura chiave per la spiritualità e per l'azione pastorale nella diocesi, nonché modello di poesia, capace di attingere alle vette del "sublime inferiore" nelle sue liriche, nella prosa e nelle preghiere. Il giornalismo di prossimità è stato lo stile di indagine e di scrittura giornalistica che don Tonino ha abbondantemente profuso e insegnato, a partire dalle colonne del settimanale diocesano Luce e Vita per estendersi su altre autorevoli testate locali e nazionali, avendo l'obiettivo di leggere i fenomeni a partire da quanti li vivono in prima persona, "mettendosi in corpo l'occhio del povero". Copiosa è stata la produzione di don Tonino in tal senso, con le sue Lettere a… e con i continui riferimenti a nomi e situazioni incontrate di persona nel suo episcopato vissuto tra la gente, a partire dalle periferie esistenziali su cui richiama l'attenzione anche Papa Francesco. Il premio intende dunque incoraggiare una scrittura alta e altra, una narrazione profonda della realtà, anche in contrapposizione a un uso distorto della parola che dilaga sui moderni canali di comunicazione. Il bando, che prevede premi in borse di studio, è disponibile sul sito www.diocesimolfetta.it e www.conoscidontonino.it. La scadenza è fissata per il 31 gennaio 2021.

MOLFETTA. Sono quasi milleduecento i nuclei familiari che, a partire dalla prossima settimana, riceveranno i buoni alimentari. A disposizione ci sono 450 mila euro. «Si tratta di una forma di sostegno importante – sottolinea il sindaco Tommaso Minervini - per tutti quei nuclei familiari che, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, hanno perso la capacità di sostentamento. Ringrazio l’Ufficio informatico, il Settore Socialità e l’Inps per la fattiva collaborazione che ha consentito tutti i controlli possibili per assicurare la massima trasparenza e per garantire un’operazione di giustizia sociale». Il lavoro per individuare i destinatari dei buoni è stato particolarmente oneroso e i controlli sono stati puntuali. Complessivamente sono pervenute 3227 domande e sono stati effettuati quasi seimila controlli. L’assessorato alla socialità insieme all’Ufficio Informatico ha dovuto esaminare tutte le domande perché, in molti casi sono state presentate due volte da componenti dello stesso nucleo familiare, in altri sono stati individuati nuclei familiari che hanno dichiarato un reddito inferiore a quello realmente percepito; alcuni non hanno indicato di essere già percettori di contributi comunali; per altri l’esclusione è stata determinata dal fatto che il loro reddito era superiore ai mille euro mensili, uno dei requisiti per accedere al bando. Preziosa è stata la collaborazione con l’Inps. La distribuzione dei buoni, che avverrà contestualmente alla distribuzione di mascherine, sarà effettuata dai volontari del Sermolfetta, Misericordia, Avs, Croce Rossa. A partire dal pomeriggio di lunedì 11 gennaio, pertanto è indispensabile la collaborazione di quanti hanno presentato domanda affinché si facciano trovare in casa. L’intervento è riservato ai nuclei familiari o ai singoli cittadini residenti nel territorio comunale in data antecedente al 23 novembre 2020 (data di pubblicazione del decreto Ristori ter), versano in stato di disagio socio-economico a causa dell’eccezionalità dell’emergenza Covid 19 e temporaneamente impossibilitati a soddisfare le primarie esigenze di vita, anche a seguito delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso. I buoni sono validi per il solo acquisto di generi alimentari, prodotti igienici (compresi pannolini, pannoloni e assorbenti).  

MOLFETTA. Violando il coprifuoco del periodo natalizio, si sbarazzavano dei propri rifiuti nei bidoni del cimitero. Altri lanciavano direttamente i sacchetti dal veicolo in corsa oppure in maniera disinvolta li posavano, una volta aperto il portabagagli, direttamente sulla strada. È quanto emerge dalle registrazioni video della Polizia locale che, grazie alle 160 telecamere dalla centrale operativa e alle nuove microcamere mobili, ha multato nel solo mese di dicembre 30 incivili.
“Stiamo dando continuità – afferma il sindaco Tommaso Minervini – al lavoro degli agenti al servizio del Comandante Cosimo Aloia volto alla tutela ambientale della nostra città. Ringrazio tutto il corpo della Polizia locale che ogni giorno monitora le immagini delle telecamere e delle foto trappole ubicate nei luoghi sensibili. Con il tempo riusciremo a sconfiggere le sacche di inciviltà che non ottemperano alla raccolta differenziata e che si sbarazzano per strada dei rifiuti”.
"Stiamo perfezionando ulteriormente – aggiunge l'assessore alla Sicurezza Antonio Ancona – il sistema dei controlli con nuove microcamere ad alta definizione. Sono certo che durante questo 2021 la Polizia locale conseguirà risultati importanti nel contrasto all’abbandono dei rifiuti". Sul seguente sito sarà possibile visionare le registrazioni video della Polizia locale: https://www.facebook.com/comunedimolfetta/videos/123057256311820

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino