Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. L’11 maggio del 1560 la Terra di Bari fu colpita da un terremoto di forte entità che provocò ingenti danni e un notevole numero di morti nelle città limitrofe. Molfetta fu preservata e la cittadinanza attribuì l’evento all’intercessione salvifica della Madonna dei Martiri cui fu presto concesso l’appellativo di Medonne du Tremelizze. La città decise di celebrare annualmente la memoria di tale ricorrenza istituendo una festa in onore della Vergine che sarebbe diventata, molti anni dopo, Compatrona di Molfetta. Anche quest’anno, seppure con le limitazioni previste dalle norme anti contagio, Molfetta celebra, nel mese di maggio, la sua Compatrona a ricordo di quel prodigio che preservò la cittadinanza 461 anni orsono. Annullata, per il secondo anno consecutivo, la peregrinatio dell’icona in una delle parrocchie cittadine con la conseguente precessione di rientro in Basilica che tradizionalmente si tiene nel pomeriggio dell’11 maggio. Dall’8 al 10 maggio, alle ore 19 presso la Basilica Madonna dei Martiri, sarà celebrato il triduo. Nella prima giornata la celebrazione eucaristica vedrà la partecipazione dell’Associazione Molfettesi nel Mondo, domenica 9 sarà invece la volta del Comitato Feste Patronali, infine lunedì 10 la celebrazione si concluderà con l’atto di affidamento alla Madonna. Martedì 11, Festa della Medonne du Tremelizze, la celebrazione eucaristica delle 19 sarà officiata da Sua Ecc.za mons. Domenico Cornacchia e vedrà la partecipazione del Comitato Feste presieduto da Leonardo Siragusa e del Sindaco, Tommaso Minervini. Al primo cittadino spetterà accendere la lampada votiva perpetua con l’olio offerto, per l’occasione, dal Comitato Feste. La celebrazione sarà trasmessa in diretta su Teledehon (canale 18) e sui canali social del Comitato. Ogni giorno, la lampada perpetua che arde in Basilica dinanzi al simulacro della Vergine è alimentata dall’olio offerto dalla cittadinanza a segno di voto e affidamento perenne. Oggi, a distanza di 461 anni da quell’evento prodigioso, la città di Molfetta si affida ancora una volta all’intercessione della Vergine perché cessi la sofferenza provocata dalla pandemia e, con rinnovata devozione, si torni presto alla tanto desiderata normalità.

MOLFETTA. Dalla Prefettura comunicano che gli attualmente positivi complessivamente in città sono 347, con 2 decessi. La scorsa settimana erano 345, con un incremento di appena 2. Il rapporto ASL riporta i dati delle vaccinazioni effettuate. Dopo Bari, Molfetta si conferma la seconda città dell'Asl provinciale per numero di dosi somministrate presso l'hub "Cozzoli": 21.619, di cui 16.090 con una dose e 5.529 con due. "Il numero dei contagi - afferma Minervini – è rimasto pressoché invariato nell’ultima settimana. Siamo sulla strada giusta perché la campagna vaccinale sta procedendo spedita: un molfettese su quattro ha ricevuto almeno una dose. Chiedo a tutta la cittadinanza, come sempre, un comportamento responsabile nel rispettare le normative anti-contagio in questo fine settimana”.

 

 

Foto di Piro4d da Pixabay

MOLFETTA. Dopo la prima vittoriosa gara in casa contro il Nitor Brindisi, le ragazze biancorosse allenate da Donatella Di Bisceglie, si apprestano a vivere un secondo week-end ricco di emozioni nel Campionato Regionale di Eccellenza Femminile. Ad ospitare la Molfetta Calcio sarà l’Apulia Trani sabato 8 maggio alle ore 16.30 presso lo Stadio Comunale di Trani. In questa settimana che conduce ad uno dei match più affascinanti dell’intero campionato, la preparazione è stata intensa, ma condotta serenamente, con la convinzione di potersela giocare nel miglior modo possibile e magari puntare ad uscire indenni da questa trasferta. Certamente, visto il blasone e l’esperienza delle tranesi non sarà facile, ma le ragazze molfettesi punteranno sulla forza e compattezza del gruppo, che potrebbe rivelarsi l’anima e il cuore vincente di questa squadra. Destini diversi hanno unito le due squadre all’esordio: le biancorosse, andando contro ogni pronostico, hanno battuto il Brindisi mentre le tranesi sono uscite sconfitte dalla trasferta barese contro il Fesca con un secco 3-0 finale. Certamente Sara Ricciotti & company cercheranno di fare la propria partita, con Simona Giaconelli pronta, con le suo giocate veloci, a mettere palloni in avanti per la prima linea biancorossa. Le premesse per sognare in questo campionato appena iniziato ci sono tutte e se dovessero arrivare i tre punti per le biancorosse significherebbe fuga solitaria in classifica. La presentazione della prossima partita contro l’Apulia Trani in programma sabato 8 maggio è stata affidata alle parole di Simona Giaconelli, tra le leader dello spogliatoio biancorosso. « Dopo la prima settimana a prevalere è ancora l’entusiasmo – ha affermato – ma siamo con i piedi per terra, pronte ad affrontare nel migliore dei modi la prossima partita. Sappiamo benissimo che contro l’Apulia Trani non sarà facile, ma c’è convinzione di potercela fare. Stiamo lavorando molto sulla forza fisica per ovviare a quanto accaduto negli ultimi minuti contro il Nitor Brindisi, dove il ritorno degli avversari è avvenuto proprio a causa del nostro calo atletico». Sull’importanza del progetto sportivo avviato con la divisione femminile della Molfetta Calcio, si è espressa la dirigente Teresa Racanati, per anni giocatrice di Calcio a 5. «L’ambiente in cui ho iniziato a lavorare è promettente – ha sottolineato quest’ultima – per un progetto davvero lungimirante. Basti pensare che l’età media delle ragazze è di 17 anni con importanti margini di crescita. Posso affermare che questa società è una spanna sopra a molte altre. La dimostrazione è il terzo tempo a cui molti hanno assistito dopo il match casalingo di sabato scorso. Le ragazze – ha concluso la dirigente biancorossa - sono molto unite nello spogliatoio e questo è un punto che gioca a nostro favore» .

MOLFETTA. La Pavimaro Pallacanestro comunica che l’atleta Matteo Bini continuerà la sua stagione alla Partenope Sant’Antimo nel campionato di Serie B. Come successo per Gambarota e Visentin, con la modifica del termine ultimo dei trasferimento e con la contemporanea salvezza diretta dei biancorossi, Bini si trasferisce in Campania per disputare i playoff. Matteo è stato tra i grandi protagonisti della stagione biancorossa con 16 punti e 5 rimbalzi di media e con un massimo di 26 punti contro la Viola Reggio Calabria in campionato e 34 contro Nardò in Supercoppa. La Pavimaro Pallacanestro Molfetta ringrazia Bini per l’impegno profuso durante questa stagione e fa un grandissimo in bocca al lupo per l’inizio dei playoff. Arrivederci Matteo!

MOLFETTA. L'Amministrazione comunale dà il proprio sostegno e offre le proprie strutture alle associazioni sportive dilettantistiche che intendono partecipare al bando nazionale, per sviluppare progetti sociali e inclusivi, che prevede contributi fino a 15mila euro. Nei giorni scorsi Sport e Salute, azienda pubblica che si occupa dello sviluppo dello sport in Italia guidata dal molfettese Vito Cozzoli, ha pubblicato due avvisi pubblici a livello nazionale. Sport di tutti - Inclusione” sostiene lo sport sociale e incentiva l’eccellenza dell’associazionismo sportivo di base, attraverso il finanziamento di progetti rivolti a categorie vulnerabili e soggetti fragili che utilizzano lo sport e i suoi valori come strumento di inclusione sociale, promuovendo sinergie con gli attori del territorio. Sport di tutti – Quartieri” promuove la creazione di presidi sportivi ed educativi, gestiti dalle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche e destinati alla comunità e a tutte le fasce d’età, con particolare attenzione a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, donne e persone over 65. In un momento di difficoltà economica e sociale, dovuto alla pandemia, – affermano il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini e l’assessore allo Sport Enzo Spadavecchia – lo sport, con i suoi valori educativi, può essere veicolo di inclusione sociale e di aggregazione. Siamo vicini al mondo dello sport locale, alle periferie, alle categorie vulnerabili e ai soggetti fragili, sostenendo l’iniziativa e offrendo gratuitamente le strutture sportive, le palestre e le aree pubbliche a tutte le associazioni che saranno ammesse al bando e che svilupperanno progetti utili alla nostra comunità”.



 

MOLFETTA. Torna subito in campo la Dai Optical Virtus Molfetta che domani giovedì 6 Maggio, alle ore 20, affronterà al Palapoli la Polispostiva Nuova Matteotti Corato per il recupero della 5° giornata di andata del campionato di C GOLD. Il successo contro Altamura ha galvanizzato non poco l’ambiente biancoazzurro con la seconda vittoria consecutiva che riporta la Dai Optical nei piani alti della classifica. Un eventuale successo contro la Nuova Matteotti Corato proietterebbe la Dai Optical Virtus Molfetta in testa alla classifica del girone. La squadra del presidente Bellifemine riavrà a disposizone il giovane Frattoni mentre è in attesa dell’esito del tampone dei giocatori ormai in isolamento da circa 25 giorni. La squadra coratina invece è reduce dallo stop forzato causa rinvio del match e nell’ultimo incontro disputato aveva battuto Quarta Caffè Monteroni, in trasferta, per 58-87. L’incontro in programma giovedì 6 Maggio, alle ore 20,00 si disputerà presso il Palapoli di Molfetta e sarà arbitrato dai signori Laveneziana Lino di Monopoli (BA) e Iaia Angelo di Brindisi (BR).
Sarà possibile seguire la diretta del match sulla nostra pagina facebook Virtus Basket Molfetta a partite dalle ore 19.45

MOLFETTA. Un’edizione speciale, una piacevole habituè dell’estate molfettese. Anche quest’anno sarà tempo di Sport Camp, campo estivo pomeridiano per bambini e ragazze dai 6 ai 14 anni che quest’anno spegne le 10 candeline. La location del camp estivo sarà ancora una volta la scuola media “G.S. Poli” di Molfetta, in via Molfettesi d’Argentina. Otto settimane coinvolgeranno i bambini e ragazzi in diversi sport, dal 14 giugno al 6 agosto nel campo estivo sportivo pomeridiano, ormai giunto alla decima edizione. Per questa edizione speciale, si rinnova la partnership con le società sportive SSD Football Academy Molfetta per il calcio, GSD Molfetta Bulls per il calcio a 5, ASD Country Club Molfetta per il tennis, ASD Circolo Tennistavolo Molfetta e la collaborazione con istruttori di judo. Entrano a far parte della famiglia dello Sport Camp, l’ASDAM Pegaso ’93 Molfetta per il volley, Molfetta Ballers per il basket, ASD Olimpia Club Molfetta per l’atletica, ASD Polisportiva Libertas Molfetta 1995 per il karate, la MMA grazie alla collaborazione con l’ASD Cage Lab e ASD Ginnastica Artistica Molfetta. Non solo questi dieci sport animeranno l’estate dei ragazzi molfettesi, ma tante altre novità ed attività. Per i nuovi ragazzi che decideranno di provare l’esperienza dello Sport Camp e vorranno iscriversi nel mese di maggio, inoltre, è riservata una fantastica promozione. Al momento dell’iscrizione, per tutti, saranno riservati gadget. In tutta sicurezza si rimette in moto la macchina organizzativa, in vista della decima edizione. Per tutte le informazioni di rito e per iscriversi allo Sport Camp, è possibile contattare i responsabili ai numeri 327/9521711 (Antonio Toma) e 348/0452187 (Gabriele Lucanie).

MOLFETTA. Recuperare e attivare la partecipazione, valorizzare i legami sul territorio e la condivisione attraverso l’arte sono gli obiettivi del nuovo progetto “In&Out – Giovani in relAZIONE” del laboratorio urbano La Cittadella degli Artisti di Molfetta (gestito da una RTI che ha come capofila la Cooperativa Kismet) presentato in un incontro virtuale martedì 4 maggio. Il Progetto, realizzato in collaborazione con i partner TRIC - Teatri di Bari, Malalingua, Tesla, associazione InCo, Radio FGen, T.a.Rock Records, Boombox Recording, associazione Culturale Magnitudo e patrocinato dal Comune di Molfetta, risponde al bando “Spazi di Prossimità” lanciato dalla Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale della Regione Puglia - nell'ambito della Programmazione del Fondo Nazionale per le Politiche Giovanili 2020, in collaborazione con l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione (ARTI). “L’emergenza sanitaria ancora in corso si è rivelata ben presto un’emergenza economica, sociale e una vera e propria paralisi della socialità. Questo è valso per ciascuno di noi, ma ha avuto un peso diverso per i giovani che hanno dovuto “congelare” non solo le loro relazioni, i contatti, ma qualche volta anche le idee e i progetti. Ecco perché in questo che ci auguriamo sia il colpo di coda di un anno complesso, sono felice di poter assistere all’avvio di iniziative realizzate da giovani che hanno potuto riprogrammare e riorganizzare idee e progetti, adattandoli al nuovo tempo che viviamo”, ha detto in apertura Alessandro Delli Noci, assessore allo Sviluppo economico e politiche giovanili della Regione Puglia. “L’emergenza determinata dal diffondersi del Covid-19 e le conseguenti misure prese per contrastarne la diffusione hanno avuto importanti ripercussioni sulla funzionalità ed operatività degli spazi pubblici destinati alle giovani generazioni. L’Avviso Spazi di Prossimità – ha aggiunto Marco Ranieri, esperto di politiche giovanili e innovazione sociale, agenzia regionale ARTI - vuole fornire una risposta alle necessità emerse dalle organizzazioni impegnate nella gestione degli spazi: da un lato dare un sostegno ai costi fissi gestionali per sopperire ai mancati introiti, dall’altro contribuire a nuove progettualità e nuovi modelli gestionali per far fronte alla complessità di questa fase storica, favorendo interventi che consentano di riorganizzare la fruizione dei contenuti culturali e sociali e di adeguare gli spazi per il rispetto delle regole del distanziamento sociale”. Partito nella sua prima fase a febbraio 2021 con il coinvolgimento attivo di 30 ragazzi e ragazze della città di Molfetta (in età compresa tra i 18 e i 25 anni) e frequentatori del Laboratorio Urbano “In e Out – Giovani in relAZIONE” risponde alle esigenze emerse a seguito della pandemia del Covid – 19: l’isolamento che stanno vivendo i giovani a causa anche dell’estrema digitalizzazione dei rapporti sociali. “A nome della amministrazione comunale di Molfetta esprimo la massima soddisfazione per questo progetto che guarda ai più giovani. Stiamo lentamente uscendo dalla pandemia e oltre a pensare alla ripresa economica, è importante sostenere i ragazzi in una sorta di ripresa formativa e sociale. Se è vero – dice Gabriella Azzollini - Assessore al turismo e marketing territoriale, promozione giovanile, Comune di Molfetta - che le tecnologie ci hanno consentito il mantenimento dei rapporti durante il periodo di isolamento, è impensabile che le relazioni umane non siano fatte di sguardi, momenti di condivisione “in presenza” e soprattutto di abbracci”. Augusto Masiello, presidente Cooperativa Kismet, capofila RTI Cittadella degli Artisti, ha ricordato l’esperienza fatta ad Adelfia con la trasformazione di un ex discoteca, bene sequestrato alla mafia, in un centro socio culturale, il MOMArt, in cui si è sperimentato un modello di “laboratorio urbano ante litteram” e poi ha aggiunto: “Il Kismet nasce storicamente da un gruppo di ragazzi e ragazze che volevano fare teatro nel proprio territorio, il suo impegno verso le nuove generazioni è dunque nel suo DNA. Soprattutto in questo momento storico abbiamo l’obbligo di sostenere i giovani nella loro comunità, rinforzare le loro competenze e l’immagine che hanno di sé e, conseguentemente, la loro resilienza. Ora non possiamo lasciarli soli. I luoghi di cultura come La Cittadella degli Artisti rispondo a questa emergenza sociale e per questo che il settore va sostenuto e fatto ripartire”. Il progetto “In&Out – Giovani in relAZIONE” prosegue con l’approfondimento dei temi individuati dai ragazzi attraverso un questionario (http://www.cittadellartisti.it/in-out/) con la visione di film, spettacoli, videoclip, e la facilitazione di esperti.

I prossimi appuntamenti:
- Lunedì 17 maggio (ore 19) incontro di presentazione del laboratorio multidisciplinare tra teatro e movimento, condotto da Marianna de Pinto, Marco Grossi e Mauro Losapio per l'associazione Magnitudo.

- Venerdì 21 maggio (ore 17) partirà il laboratorio approfondimento sulla consapevolezze di sé e la regolazione delle emozioni, condotto dalla psicologa Valentina Gadaleta.
Tutte le attività sono a ingresso libero previa prenotazione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
“La partecipazione consapevole giovanile alla vita politica, sociale e culturale delle nostre comunità è una risorsa preziosa, che mai come in questo momento, va tutelata e guidata. È grazie ai giovani, alle loro competenze e alla loro visione di futuro che possiamo costruire e ridefinire nuovi Spazi di prossimità”, ha spiegato Michele De Palo, referente progetto Cittadella degli artisti Molfetta.

All’incontro ha partecipato anche Gianna Elisa Berlingerio dirigente Sezione competitività e ricerca dei sistemi produttivi della Regione Puglia. Sono intervenuti anche i ragazzi protagonisti del progetto che hanno presentato il logo “In&Out” creato da loro, gli esperti coinvolti Marianna de Pinto e Valentina Gadaleta, e i partner: Luigi Balacco per l’associazione Inco, Antonio Porcelli, Francesco Aiello, Getano Camporeale per Boombox recording e Beppe Massara per T.a Rock Records. “In&Out – Giovani in relAZIONE” è una progettualità in cui il semplice “esserci” e la possibilità di incontrare coetanei e professionisti del settore culturale stimola la creatività, il pensiero e la conoscenza. I giovani coinvolti costruiranno nuovi luoghi creativi esprimendosi nelle arti secondo i propri interessi e attitudini. Lo spazio comune diventa riscoperta di luogo di incontro reale dove sperimentare e ritrovarsi, punto di riferimento dove poter ritornare e rinfrancarsi dall’isolamento a cui ci ha confinato questa pandemia.  

Di seguito il link del video questionario https://www.youtube.com/watch?v=QYnoZ_xBI10&t=56s



MOLFETTA. È stata pubblicata all’albo pretorio la manifestazione di interesse per la concessione di spazi e aree pubbliche per l’occupazione dei dehors per bar, pub, pizzerie e ristoranti fino al 31 dicembre 2021. Questo bando – affermano il sindaco Tommaso Minervini e l'assessore al Commercio Gabriella Azzollini –, in previsione della zona gialla, è un primo sostegno al mondo della ristorazione, gravemente colpito dalle chiusure degli ultimi mesi. Siamo in stretto contatto con le associazioni di categoria e nelle prossime settimane, in sinergia, presenteremo un pacchetto di misure a sostegno dei comparti produttivi, del commercio e della ristorazione”. I dehors – si legge nell’avviso pubblico – dovranno essere di norma prospicienti il tratto di facciata interessato dall’esercizio commerciale. Il limite potrà essere derogato quando il fronte disponibile non sia oggetto di accessi e affacci. L’occupazione dell’area deve avvenire nel rispetto delle vigenti linee guida ed esclusivamente con posizionamento di elementi di arredo mobili, senza possibilità di elementi stabilmente ancorati a terra o che possano creare pericolo per la circolazione delle persone e dei mezzi. Gli esercenti interessati hanno facoltà di avanzare progetti di occupazione utili alla promozione della propria attività, proponendo la concessione di aree comunali anche non direttamente prospicienti o in prossimità del proprio esercizio”. Le istanze per il rilascio, per il rinnovo, per la proroga o per l’ampliamento della concessione di suolo pubblico devono essere inviate via pec all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., allegando la sola planimetria e senza applicazione dell’imposta di bollo. Per informazioni è attiva, dal lunedì al venerdì dalle 12 alle ore 14, una linea telefonica dedicata (080.3359267).

 

MOLFETTA. È stato prorogato al 30 giugno 2021 il termine per partecipare al bando per le borse di studio dell’Associazione Elena e Beniamino Finocchiaro. “Ci sono pervenute diverse segnalazioni da parte di docenti e studenti delle scuole superiori di Molfetta – spiega Tommaso Minervini, presidente dell’Associazione – che ci hanno rappresentato le difficoltà oggettive a concludere per tempo i loro elaborati, per via delle limitazioni alla didattica imposte dall’emergenza pandemica”. Considerato l’interesse suscitato e le numerose iniziative nel frattempo intraprese nei vari istituti scolastici, l’Associazione ha deciso, quindi, di prorogare al 30 giugno il termine per la consegna degli elaborati. Restano fermi temi, caratteristiche e modalità di consegna riportati nel regolamento. Le borse di studio – tre da 1.000 euro ciascuna per gli studenti delle scuole secondarie e due da 1.500 euro ciascuna per gli universitari – saranno conferite durante un evento pubblico dopo che la commissione esaminatrice, presieduta dal prof. Angelantonio Spagnoletti, socio e consigliere del sodalizio, avrà esaminato e valutato gli elaborati pervenuti.  Il regolamento è reperibile presso le segreterie delle scuole, sulla pagina Facebook dell’Associazione o direttamente a questo link:   https://www.dropbox.com/s/z9jm395k33sk779/Regolamento%20borse%20di%20studio%20Finocchiaro.pdf?dl=0

Informazioni e contatti, tramite l’e-mail dell’Associazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino