Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Continuano le iniziative virtuali ideate e organizzate dal Rotaract Club Molfetta, con un interessante ciclo di webinar dedicato interamente alla filosofia del donare: “Dono anch’io!” arriva, infatti, al suo secondo appuntamento su piattaforma Zoom. Organizzato assieme al Rotary Club Molfetta, il primo incontro del ciclo “Dono anch’io!”, tenutosi a fine anno ormai passato, il 18 dicembre 2020, ha visto come relatrice della conferenza la professoressa Mina Raguseo, presidente dell’Associazione Donatrici Italiane di Cordone Ombelicale (ADISCO) sezione di Molfetta, la quale ha saputo illustrare l’importanza della donazione del cordone ombelicale e gli utilizzi delle cellule staminali estratte da esso. Prosegue, quindi, il viaggio nel mondo del dono con la seconda videoconferenza, che potrà vantare di una speciale collaborazione con l’associazione FIDAS. Ospiti della serata saranno dott.ssa Loredana Battista, medico ematologo presso l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti; Corrado Camporeale, presidente della Federazione Pugliese Donatori di Sangue nonché presidente della sezione FIDAS Molfetta; Michele Calò, presidente della sezione FIDAS Immacolata di Terlizzi. Mediante la sapiente guida della dott.ssa Battista, sarà possibile affacciarsi alla donazione di sangue per saperne di più e non solo: dati alla mano, si potrà capire come il periodo storico di emergenza sanitaria abbia influenzato il numero di donazioni di sangue presso i centri trasfusionali del territorio. Immancabili anche le testimonianze di alcuni volontari FIDAS, impegnati in prima persona attraverso le donazioni di sangue e plasma, ma anche come supporto per gli altri donatori. Moderatori dell’incontro virtuale, che si terrà il 29 gennaio, saranno il presidente Rotary Molfetta Felice Spadavecchia, e la presidente del Rotaract Club Molfetta Gaia Sciancalepore, la quale ha dichiarato: “Donare è un piccolo gesto ma di grande valore: per questo abbiamo organizzato questo ciclo di webinar, con l’augurio che sempre più giovani si avvicinino alla cultura del dono. Affinché, riprendendo alcune parole del grande scienziato Albert Einstein, la nostra generazione sia ‘una voce e non un’eco’.” Appuntamento dunque, da non perdere: giovedì 29 gennaio 2021, ore 19:30 su piattaforma Zoom.

MOLFETTA. "Dalla seconda guerra mondiale a oggi - afferma il sindaco Tommaso Minervini - abbiamo convissuto con tanti ordigni bellici, tra cui bombe al fosforo. Oggi la nostra amministrazione, sensibile all'ambiente e al rilancio della costa, ha avviato un'operazione a tutela della salute del mare e della nostra gente. Entro l'estate questo tratto di mare sarà bonificato e si troverà finalmente una soluzione a un altro grande problema rimasto insoluto per oltre 70 anni". L'area oggetto delle attività si estende per una superficie complessiva pari a 33.615 metri quadrati e uno sviluppo di costa pari a 700 metri.

MOLFETTA. Si terrà domani, sabato 23, presso la libreria Il Ghigno, il settimo incontro culturale “Filosofie e scienze con tè”. Dalle 17.00 alle 18, in modalità streaming si discuterà assieme al prof. Alberto Altamura di filosofia in relazione con genetica, neuroscienze e entomologia. L’incontro avrà luogo on line sulla piattaforma Skype. Il link da cliccare sarà reso disponibile sulla pagina Facebook della libreria a partire dalle ore 17.00.

Per informazioni e approfondimenti:

 https://www.facebook.com/events/3469328693165925/

 https://ilghignolibreria.wordpress.com/

MOLFETTA. Sono 65 i tamponi, tutti risultati negativi, effettuati oggi al personale scolastico dell’istituto Vespucci. Domani toccherà all’istituto Don Tonino Bello, lunedì all’Ipssar. Prosegue il progetto “Covid scout”, ideato dall’assessore all’Igiene, Ottavio Balducci, su impulso del primo cittadino Tommaso Minervini, che ha individuato nel personale scolastico un cluster importante per contrastare la diffusione del coronavirus. Ad oggi, nell’ambito del progetto, sono stati già processati quasi 900 tamponi, tra personale degli istituti comprensivi, delle scuole paritarie, delle scuole superiori ed individuati 3 positivi. Nei fatti il progetto Covid scout precede le iniziative che la Regione intende avviare nel prossimo futuro. «Con i tamponi in programma fino a lunedì – sottolinea l’assessore all’Igiene Ottavio Balducci – chiudiamo la prima fase del progetto Covid scout. D’intesa con il sindaco stiamo valutando la possibilità di estendere lo screening anche agli studenti degli istituti superiori costretti a viaggiare con i mezzi pubblici».  «Confidiamo, quanto prima, con l’arrivo delle dosi necessarie, di poter vaccinare l’intera popolazione – aggiunge il sindaco Tommaso Minervini – abbiamo già ottenuto la disponibilità di medici vaccinatori e di personale infermieristico volontario per riuscire ad essere rapidi. Intanto continuiamo con lo screening negli istituti scolastici. Molfetta è pronta. Ringrazio pubblicamente tutti i miei collaboratori per l’impegno profuso per contrastare questa pandemia».

MOLFETTA. Tre appuntamenti per non dimenticare. Per parlare ai bambini, ai giovani e agli adulti, della Shoah. Perché l'orrore del genocidio nazista non finisca nell’oblio. L'iniziativa è promossa dall'Assessorato alla Cultura in occasione della Giornata della Memoria. Si svilupperà da martedì 26 gennaio a giovedì 28 gennaio. «È importante parlare della Shoah anche ai bambini e ai giovanissimi, perché nessuno possa dimenticare. Anche in quest’anno così particolare - il commento dell'Assessore Sara Allegretta - abbiamo puntato su appuntamenti di alto valore educativo per consentire ad una platea quanto più vasta possibile, di poter assistere, sia pure in streaming, a rappresentazioni che raccontano di una pagina drammatica della nostra storia. È importante che la Giornata della Memoria non sia solo un momento per rivolgere lo sguardo ad un passato tanto atroce, quanto un’opportunità collettiva per riflettere sui temi della discriminazione, dell’odio e della sopraffazione». Ad aprire il ciclo di iniziative sarà il Teatremitage con DOS LID, Canto del popolo ebraico massacrato, reading tratto dal poema di Yitzhak Katzenelson, morto nel campo di concentramento di Auschwitz, con la voce recitante di Vito d’Ingeo, musica in scena di Eugenio Tattoli. La rappresentazione, rivolta agli studenti degli Istituti Superiori, sarà proposta il 26, il 27 e il 28 gennaio, cui seguirà un approfondimento sui temi affrontati che vedrà la partecipazione oltre che di d'Ingeo che ha curato la drammaturgia, anche del professor Pasquale Gallo, docente universitario e studioso della Shoah in Puglia. Martedì 27 gennaio l’A.N.P.I., sezione di Molfetta, propone un reading, per gli studenti delle scuole superiori, curato dalla professoressa Chiara Paparella su testi di Etty Hillesum, vittima dell’Olocausto, con la partecipazione degli attori Corrado La Grasta e Francesco Tammacco e musiche yiddish proposte da Pantaleo Annese ed interpretate da Gabriella Altomare. L’iniziativa sarà riproposta in serata sulla pagina facebook dell’A.N.P.I., aperta a tutti. Sempre martedì 27 il Teatro dei Cipis propone agli alunni delle quinte classi delle scuole primarie di Molfetta "Senza nome", di e con Giulia Petruzzella, per la regia di Corrado La Grasta. Scenotecnica di Gabriele Lucanie. Non si tratta di un monologo, perché l'attrice è in stretto contatto con il pubblico e lo coinvolge. E’ una forma di Teatro-conferenza. È la rievocazione di fatti, ricordi, testimonianze, citazioni e frammenti di vita quotidiana a misura di bambino per ricordare a tutti che la Shoah non è una questione che riguarda solo gli ebrei, ma riguarda tutti. Tutte le iniziative saranno trasmesse in streaming.

 

MOLFETTA. Nuovo importante innesto dirigenziale in casa Femminile Molfetta: Marcello Martino, infatti, ricoprirà il ruolo di direttore sportivo del club e andrà ad affiancare il direttore generale Saverio Foti. “Affronto questa nuova avventura - dice Martino - con l'entusiasmo e la voglia di dare il mio contributo a questa grande realtà del futsal femminile italiano. Gli obiettivi, vista l'importanza, la struttura lo staff tecnico e la rosa a disposizione, sono quelli di lottare sempre per il vertice e contestualmente programmare un futuro sportivo sempre più roseo.” Il neo direttore sportivo si sofferma poi sulla prima parte di stagione vissuta dal team biancorosso: "Il giudizio su questa prima metà di stagione è assolutamente positivo, dato che siamo in corsa per gli obiettivi stagionali, con la squadra che cresce di domenica in domenica. Abbiamo una squadra formata da giocatrici di assoluto valore tecnico e umano, quindi abbiamo l'obbligo di provarci fino alla fine, pur consapevoli che, a detta di molti, non siamo i favoriti. Tengo a ringraziare tutta la società, da mister Iessi a tutto lo staff tecnico e dirigenziale per la fiducia e l'opportunità di entrare a fare parte di uno staff già rodato nel corso degli anni e facendomi sentire fin dal primo giorno parte integrante di questa famiglia", chiosa Martino. La Femminile Molfetta ringrazia la Città di Mola Femminile per la collaborazione e la disponibilità dimostrata.

MOLFETTA. Sfatato anche il tabù trasferta per i biancorossi che ottengono la prima vittoria fuori dalle mura amiche, battendo per 2-1 il Brindisi. Decisive le reti siglate nel primo tempo da Strambelli (splendido il suo goal su punizione) e Ventura, al primo centro stagionale. Il Brindisi accorcia ad inizio ripresa ma, pur giocando in superiorità numerica per oltre mezz’ora di gioco, non riuscirà più ad essere effettivamente pericoloso dalle parti di Rollo. Si gioca su un terreno sconnesso: la sfera non rimbalza al meglio e le due squadre faticano a creare azioni degne di nota. Già in avvio, al 5’, i biancorossi ottengono un’ottima punizione dal limite dell’area che Strambelli spedisce a fil di palo calciando sopra la barriera. 1-0 per i ragazzi di mister Bartoli, quest’oggi disposti nel consueto 3-4-1-2, con Strambelli alle spalle di Ventura e dell’ex Lacarra. Proprio Lacarra sarà protagonista intorno alla mezz’ora, quando difende una buona palla al limite dell’area e serve in profondità Ventura che batte l’estremo ospite Pizzolato in uscita. 2-0 e Molfetta in pieno controllo, considerata anche l’oggettività incapacità di fraseggiare al meglio per via del terreno di gioco. Nella ripresa partono, però, meglio gli ospiti che già al terzo minuto ottengono un calcio di rigore per fallo di Dubaz su Palumbo. Il giovane Botta si fa ipnotizzare da Rollo ma è lesto a ribadire in rete. Ora il Brindisi ci crede e si rende pericoloso nuovamente su palla inattiva con Di Bari che salva di testa un pallone vagante. Al 56’ è l’espulsione di Rafetraniaina a complicare le cose. Il centrocampista biancorosso si fa espellere per doppio giallo e lascia i biancorossi in dieci. Entra Caprioli per Strambelli per riequilibrare l’assetto in campo, poco prima era toccato invece ad Acosta, altro ex, a prendere il posto di Lacarra, appena recuperato da un infortunio. La Molfetta Calcio si compatta e non concede nient’altro portando a casa un match poco spettacolare, al di là delle reti, ma molto importante in chiave classifica: i biancorossi raggiungono quota 18 punti in 12 giornate e si staccano momentaneamente dalla zona play-out.

MOLFETTA. Nel recupero della dodicesima giornata del campionato di Serie B, girone G, le Aquile Molfetta conquistano tre punti importanti nel derby e con prepotenza ritornano in vetta al campionato. Primo tempo equilibrato (1-2) con i molfettesi abili ad andare sul doppio vantaggio con Dell’Olio e Ortiz e nella ripresa chiudono ancora Ortiz e Illi complice una deviazione determinante di Iodice. Nel primo tempo lo strarting five di Rutigliani è composto da: Lopopolo, Pedone, Ortiz, Di Benedetto e Dell’Olio. Partono benissimo i padroni di casa con le iniziative offensive del solito Elia che sfiora in vantaggio, le Aquile rispondono subito con i tentativi di Ortiz e Pedone ben neutralizzati da Sinigaglia. Entrambe le squadre giocano a viso aperto. Elia coglie il palo, Dell’Olio al 10’03 trafigge Sinigaglia dopo l’assist perfetto di Reyno da banda sinistra. Dopo meno di due giri di lancette all’11’54’’ Ortiz sigla il raddoppio con una giocata pazzesca. La Diaz reagisce con Elia al 12’26’’ abile ad insaccare la respinta corta di Lopopolo. I molfettesi sul punteggio di 1-2 creano chiare occasioni da rete ma Sinigaglia fa buona guardia su Illi e Di Benedetto, sul finale della prima frazione S. Dibenedetto coglie anche un palo. Nel secondo tempo le Aquile partono con il piede sull’acceleratore e al 1’16’ Ortiz ruba palla a ed insacca all’incrocio dei pali siglando la sua doppietta di giornata. Sul punteggio di 1-3 gli uomini di Rutigliani gestiscono il gioco con pazienza pronti a colpire nel momento più opportuno ma Sinigaglia risponde presente su Pedone e Illi. Al 10’03’’ proprio Illi sigla la quarta rete delle Aquile complice una deviazione determinate di Iodice. Di Chiano rischia la carta del quinto di movimento a 5’ dalla fine ma prima Lopopolo nega la gioia del goal a capitan Sasso e subito dopo Antonio Di Benedetto salva sulla linea la sfera a portiere battuto. Nella prossima giornata la Sefa Molfetta sarà impegnata nell’insidiosa gara in trasferta, 15^ giornata di campionato, sabato 23 gennaio con lo Sporting Venafro (2^ giornata di ritorno).

MOLFETTA. La Polizia Locale celebra la propria festa, nel giorno dedicato a San Sebastiano, con una messa nella Chiesa della Madonna della Rosa. Al termine della celebrazione, tenuta dal vicario della Diocesi don Raffaele Tatulli, ci sono state le relazioni del Comandante Cosimo Aloia e del sindaco Tommaso Minervini. “In un anno – spiega Aloia – sono stati elevati 18.574 verbali: 8.321 per eccesso di velocità, 306 per uso del cellulare alla guida, 78 per mancata revisione, 55 sequestri di veicoli per mancanza dell’assicurazione, 83 sanzioni per aver attraversato il semaforo col rosso. Sul fronte delle patenti, sono stati decurtati 26.736 punti con 22 licenze di guida ritirate”. “Durante questa pandemia – commenta l’assessore alla Sicurezza Antonio Ancona – le Polizie locali sono state chiamate e coinvolte in una duplice veste: da una parte come cabina di regia della Protezione civile per l’assistenza alla cittadinanza e dall’altra parte impegnata sul fronte dei controlli per il rispetto delle nuove normative anti-Covid. Tutto questo senza tralasciare il tema della sicurezza stradale, che ha visto l’utilizzo delle nuove tecnologie, e del contrasto all’abbandono dei rifiuti attraverso le oltre 160 telecamere del sistema di videosorveglianza comunale”. “Devo ringraziare tutte le donne e gli uomini della Polizia – dice il sindaco –  per il loro costante lavoro, per le energie e per lo spirito nuovo e che ci stanno mettendo. Un pensiero e un ringraziamento anche a tutti gli agenti andati in pensione. Con questi risultati la Polizia locale entra a pieno titolo nell’ambito del sistema di sicurezza dello Stato, coprotagonista della sicurezza nell’ambito della città con Carabinieri, Guardia di finanza, Capitaneria di Porto e Vigili del fuoco. Questo passo in avanti fatto dal corpo deve continuare: entro la fine dell’anno sarà indetto un nuovo concorso per sostituire chi va in pensione, ma soprattutto per potenziare l’organico”.

MOLFETTA. L’ Azienda servizi municipalizzati informa l’utenza che: a partire da giovedì, 21 gennaio, e per i giovedì successivi, l’isola ecologica di Ponente resterà chiusa dalle 7.00 alle 13.30 in concomitanza con lo svolgimento del mercato settimanale. L’orario sopra riportato sarà in vigore fino a nuove disposizioni.

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino