Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Le Aquile Biancorosse annunciano con soddisfazione di aver raggiunto l’accordo con Antonio Murolo per il rinnovo sportivo nella stagione 2021/2022.
Il sodalizio di Donato de Giglio dopo il rinnovo di Ortiz, Lopopolo e Dell’Olio aggiunge un altro tassello importantissimo in vista nella prima stagione in serie A2.
Per “il talismano” ormai si tratta della quarta stagione consecutiva con la maglia delle Aquile Molfetta. “Il molfettese doc” con sua umiltà e la continua voglia di migliorarsi il un gruppo esperto e di livello è cresciuto in maniera esponenziale raggiungendo un minutaggio alto ed ormai è un vero valore aggiunto.  Per classe ’97 la scorsa stagione si è dimostrata la più prolifica viste le 18 reti stagionali ed MVP assoluto della final eight in quel di Porto San Giorgio con la premiazione del ct della nazionale Massimiliano Bellarte. La conferma di Antonio Murolo certifica le ambizioni e la crescita dei propri talenti e sicuramente il molfettese potrà dimostrarsi ancora una volta un elemento sempre più importante per lo scacchiere di mister Rutigliani anche nella seconda categoria nazionale. La soddisfazione del presidente de Giglio: “Antonio non è più una scommessa, visto lo scorso campionato, ma possiamo confermare che si tratta di una vera e propria certezza. Ha ancora tanti margini di crescita ma dipenderà molto da lui, sono certo che le sue qualità e la sua determinazione emergeranno ancora di più anche in serie A2”. “Sono contentissimo della stagione appena conclusa e felice di restare con le Aquile Molfetta anche in serie A2- esordisce così il talento molfettese- provengo da una stagione importante a livello personale e di squadra. La seconda categoria nazionale non sarà affatto semplice ma pur essendo una neopromossa andremo in campo per conquistare tre punti in ogni incontro.  Molfetta –ammette Murolo- e tutta la società merita molto, quindi cercherò di ripagare la fiducia del presidente de Giglio, Metta e Mele mettendo il massimo impegno con dedizione per la maglia con quel numero 7 dietro la schiena: Forza Aquile!”.


 

MOLFETTA. Ancora un colpo di mercato tutto molfettese per il Borgorosso: il reparto portieri si rinforza con Donato de Santis, estremo difensore classe 2000 ma con diverse esperienze di rilievo nel calcio dei grandi. Inizia con il Gravina in Serie D prima di trasferirsi alla Molfetta Calcio in Eccellenza. Nella stagione 2019-20 ha difeso la porta della United Sly con cui ha vinto il campionato di Promozione pugliese mentre nello scorso campionato ha fatto parte dell’organico del Pomarico, squadra militante nell’Eccellenza lucana. «Sono felice per questa nuova avventura - ha affermato il giovane portiere in sede di presentazione - e non vedo l'ora di ricominciare a fare sul serio dopo un lungo periodo di inattività. Spero di dare una grossa mano alla squadra sia dal punto di vista umano che sportivo, avanti tutta!».

 

MOLFETTA. Arriva la seconda conferma alla Molfetta Calcio: anche per la stagione 2021-22, Albert Rafetraniaina sarà un calciatore a disposizione di mister Bartoli. Arrivato lo scorso ottobre, dopo un campionato professionistico in serie C con la maglia del Bisceglie, il forte mediano originario del Madagascar, classe 1996, ha scelto di sposare nuovamente la causa del presidente Ennio Cormio, andando ad arricchire di corsa e muscoli il centrocampo biancorosso che già vanta il nuovo acquisto Pizzutelli. In carriera ha vestito la maglia del Nizza, club del massimo campionato francese con cui ha collezionato 27 presenze, disputando anche un match in Europa League. Vanta numerose presenze nella selezione nazionale giovanile francese e porterà un bagaglio di esperienza notevole nel reparto nevralgico che sta costruendo il direttore sportivo Gianluca Frascati.

MOLFETTA. Domani, 28 luglio, corre il 78esimo anniversario della morte di Graziano Fiore, giovane liceale molfettese caduto nel 1943 a Bari durante una manifestazione per mano dei fascisti, a tre giorni dalla caduta del regime e della deposizione di Benito Mussolini. “Graziano Fiore – ricorda il sindaco Tommaso Minervini – morì nella strage di via Niccolò dell’Arca assieme ad altre 19 persone: due ragazzi di appena 13 anni, alcuni insegnanti, studenti liceali e universitari. Graziano ha fatto parte di quella generazione di ragazzi che si sono formati al liceo classico di Molfetta nel segno del pensiero libero e critico. E tra quei maestri, che spronavano i più giovani alla libertà e alla presa di coscienza contro il fascismo, c’era suo padre Tommaso Fiore, dal quale non poteva che ereditarne gli ideali”. “Ricordare il sacrificio di quella generazione di ragazzi – conclude il primo cittadino – è il dovere, morale e civile, della memoria. La memoria è composta da eventi decisivi della nostra storia, che formano l’identità della nostra comunità, da cui non si può prescindere oggi e per il futuro”.



MOLFETTA. È possibile firmare per il Progetto di legge di iniziativa popolare - Istituzione di un’imposta ordinaria sostitutiva sui grandi patrimoni, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e il giovedì pomeriggio dalle 15.30-18, presso il Servizio demografia-Ufficio elettorale del Comune in piazza Municipio. Per firmare è necessario portare con sé un documento di identità valido.



MOLFETTA. Lo scorso sabato 24 luglio, a Manduria (TA) ha avuto luogo un evento di Mixed Martial Arts (MMA) a cui hanno partecipato due Atleti del Legio’s Team Molfetta, Ivano Binetti e Samba Thiam, appartenente alla A.S.D. CageLab di Molfetta (via Molfettesi del Venezuela 49). Dopo più di un anno di chiusura dovuta all’emergenza sanitaria, il CageLab torna alla ribalta e a vincere entrambi gli incontri, dando spettacolo e mostrando l’alto livello di preparazione raggiunto sotto la guida del Coach Mauro Petruzzella.

 

MOLFETTA. Arriva la prima conferma in casa Molfetta Calcio: per il terzo anno consecutivo, l’estremo difensore biancorosso sarà Francesco Rollo. Classe 2000, utilizzabile in quarta serie nazionale ancora in quota under, è stato tra le note più belle dell’incredibile campionato della Molfetta Calcio, mettendosi in mostra come uno dei portieri più interessanti dell’intero girone H. Dopo le esperienze giovanili nel Lecce, approda a Brindisi dove conquista la serie D. Poi il successivo passaggio a Martina Franca: a dicembre 2019 la chiamata biancorossa, un nuovo campionato di Eccellenza vinto e l’esordio in serie D, proprio con il club presieduto da Cormio. Piacevole sorpresa della scorsa stagione, con la LND che ne ha celebrato la straordinaria dote di “pararigori”, Francesco Rollo sarà la saracinesca difensiva anche per la stagione 2021-22 ed è il primo confermato della squadra di mister Bartoli dopo sette volti nuovi.

 

MOLFETTA. Alessandra de Bari guiderà la Nox Molfetta anche in serie A2. Per i portieri, invece, il preparatore sarà ancora Nico Spadavecchia mentre la dottoressa Porzia Marino sarà il preparatore atletico della squadra e la dottoressa Giovanna Allegretta la fisioterapista in collaborazione con il centro terapico Global Concept. L’ASD Nox Molfetta conferma così interamente lo staff tecnico che ha vinto lo scorso campionato ottenendo la promozione nella seconda serie nazionale di futsal. Continuità resta la parola d’ordine per la società del presidente Luciano Savi dopo la riconferma in blocco di tutto lo staff dirigenziale. Alessandra de Bari torna in A2 dopo averla vinta con l’Arcadia Bisceglie e da allenatore della squadra della propria città, portata al trionfo nella stagione 2020/2021 alla prima vera esperienza in panchina. Nico Spadavecchia resta il punto cardine, la storia della Nox Molfetta: la collaborazione con l’ex portiere è iniziata all’inizio del progetto, quasi otto anni fa, e proseguirà ancora nel palcoscenico più importante. Le dottoresse Marino e Allegretta saranno, invece, strette collaboratrici in forza delle loro lauree in Scienze Motorie (anche applicate alla riabilitazione) e in fisioterapia. «Abbiamo tutte le carte in regola per poter disputare questa nuova categoria: – sono le prime parole di mister de Bari, già carica per la stagione alle porte - le competenze del presidente e dello staff e la voglia di crescere delle ragazze. Siamo pronti e cercheremo di dare il meglio di noi!». Chiari gli obiettivi secondo l’allenatrice: «Continuità al nostro progetto di crescita con l’integrazione del settore giovanile che partirà a settembre, in cui credo fortemente!» ma anche «“aggiungere”, attraverso il mercato, al nostro meraviglioso gruppo giocatrici di esperienza che possano aiutarci a migliorare la qualità del gioco». Entusiasta e voglioso di riprendere quanto prima anche Nico Spadavecchia. «La stagione che verrà – afferma il preparatore dei portieri - sarà sicuramente più impegnativa delle precedenti sotto tutti i punti di vista ma sarà un piacere affrontarla oltre che una bella soddisfazione, a livello societario e soprattutto a livello personale». «Adesso insieme al mister e al resto della società proveremo a rendere la squadra ancora più competitiva. Stesso discorso vale per i portieri: cercheremo di alzare il livello generale del reparto – spiega - e sarà poi compito mio alzare l'asticella degli allenamenti e del loro valore attuale. L 'obiettivo è sempre lo stesso, farle crescere sempre di più, migliorarle, portarle al top della forma e renderle protagoniste in positivo in campo».

MOLFETTA. Giovedì 29 luglio, alle ore 19.00, in Piazza Principe di Napoli (poste centrali), si terrà il terzo incontro di Storie italiane – il 1° festival di letteratura a Molfetta, organizzato dalla libreria il Ghigno. Per la sezione "Lettori in erba", Maria Pia Ragno, insegnate e appassionata di libri illustrati eseguirà una lettura ad alta voce dagli albi di Leo Lionni. Lionni, autore di innumerevoli e pluripremiati libri per bambini, tra cui "Piccolo blu e piccolo giallo", è stato anche un celebrato designer, grafico, art director, pittore, scultore e illustratore.

Il festival è inserito nell'estate Molfettese e patrocinato dal comune di Molfetta. Tutti gli incontri sono soggetti alle norme anti-Covid. L'ingresso è libero. Sponsor tecnico Erbavoglio.

 

MOLFETTA. Dopo la dolina del Pulo, il Museo Civico Archeologico del Pulo di Molfetta, e la Sala dei Templari, riapre al pubblico, partire da oggi, 24 luglio, anche Torrione Passari. E' possibile accedere per le visite dal martedì alla domenica, dalle 17.30 alle 20, nel rispetto delle disposizioni anti covid, muniti di misure di protezione individuali, per un massimo di otto persone per volta. Tutti i sabato e le domeniche di agosto, dalle 16.30 alle 19.30, è possibile, invece, visitare la dolina che, dal 5 giugno, giorno della riapertura, ad oggi, ha fatto resgistrare una presenza di pubblico di 780 visitatori, e il Museo Civico Archeologico del Pulo, (ad oggi 300 visitatori) dalle 17.30 alle 20.30. Le visite sono gratuite.

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino