Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

MADMOLFETTA - Uno dei più grandi maestri del Dub internazionale, Mad Professor, accompagnato dalla potente voce della cantante rap-reggae di origini baresi Miss Fritty. Una combinazione sonora che promette scintille nel grande appuntamento musicale, proposto dalle associazioni Link Up e Just Music Promotion, il 30 aprile all’Eremo Club di Molfetta (S.S. Molfetta - Giovinazzo Km. 779, uscita Cola Olidda).

Mad Professor, nome d’arte di Neil Joseph Stephen Fraser, è un autentico pioniere nel panorama dub inglese. Il “professore matto”, negli anni ‘80, ha avuto  il più grande studio di registrazione posseduto da un non-bianco in Inghilterra e dal 1979 ha prodotto più di duecento album, collaborando con artisti di fama mondiale come  Lee "Scratch" Perry, Sly and Robbie e Massive Attack; le sue rivisitazioni dal vivo e i remix in tempo reale lo hanno reso famoso per la capacità di creare show imperdibili che spaziano dal roots reggae al dub, fino a sfociare in un meltinpot di generi tra dancehall, jungle e drum'n'bass. 

Nel 2011, Miss Fritty ha collaborato con l’etichetta Ariwa del leggendario Mad Professor. Una donna del nostro territorio che è riuscita a farsi spazio nel mondo della musica, restando ancorata alla sua terra, ancora oggi la sua principale ispirazione, a cominciare dalla partnership con il collettivo barese Bari Jungle Brothers. “Pastafari Dub” è il suo album di debutto, un originale esperimento linguistico che mescola dialetto barese, italiano, inglese, attingendo alle possibilità espressive offerte da generi musicali come rap, dub e reggae.

Il Dub - Nella storia della musica giamaicana, tecnologie povere ed emarginazione sociale vengono ribaltate e trasformate in creatività rivoluzionaria. La musica così creata ha preso il nome di dub, da “double” (nel senso di doppia versione di uno stesso brano), creata negli studi di registrazione, dove il ritmo dei brani rallenta e strumenti come tastiere e fiati affiorano in un tappeto sonoro, in cui dominano il basso e la batteria.

Non mancheranno anche esponenti locali della dancehall, del raggae, del dub e dell’hip hop come South Love Vibration, Smorf Sound e Dj Fato aka Supayouth.

In sala 2, Whatsapp Party con musica pop, rock & more con i dj del collettivo "Easy".

 

Prevendite su bookingshow

 

Start: apertura cancelli 22.30
Ingresso 8 euro (prima di mezzanotte, dopo 10 euro)

 

 

 


MADMOLFETTA - Uno dei più grandi maestri del Dub internazionale, Mad Professor, accompagnato dalla potente voce della cantante rap-reggae di origini baresi Miss Fritty. Una combinazione sonora che promette scintille nel grande appuntamento musicale, proposto dalle associazioni Link Up e Just Music Promotion, il 30 aprile all’Eremo Club di Molfetta (S.S. Molfetta - Giovinazzo Km. 779, uscita Cola Olidda).

Mad Professor, nome d’arte di Neil Joseph Stephen Fraser, è un autentico pioniere nel panorama dub inglese. Il “professore matto”, negli anni ‘80, ha avuto  il più grande studio di registrazione posseduto da un non-bianco in Inghilterra e dal 1979 ha prodotto più di duecento album, collaborando con artisti di fama mondiale come  Lee "Scratch" Perry, Sly and Robbie e Massive Attack; le sue rivisitazioni dal vivo e i remix in tempo reale lo hanno reso famoso per la capacità di creare show imperdibili che spaziano dal roots reggae al dub, fino a sfociare in un meltinpot di generi tra dancehall, jungle e drum'n'bass. 

Nel 2011, Miss Fritty ha collaborato con l’etichetta Ariwa del leggendario Mad Professor. Una donna del nostro territorio che è riuscita a farsi spazio nel mondo della musica, restando ancorata alla sua terra, ancora oggi la sua principale ispirazione, a cominciare dalla partnership con il collettivo barese Bari Jungle Brothers. “Pastafari Dub” è il suo album di debutto, un originale esperimento linguistico che mescola dialetto barese, italiano, inglese, attingendo alle possibilità espressive offerte da generi musicali come rap, dub e reggae.

Il Dub - Nella storia della musica giamaicana, tecnologie povere ed emarginazione sociale vengono ribaltate e trasformate in creatività rivoluzionaria. La musica così creata ha preso il nome di dub, da “double” (nel senso di doppia versione di uno stesso brano), creata negli studi di registrazione, dove il ritmo dei brani rallenta e strumenti come tastiere e fiati affiorano in un tappeto sonoro, in cui dominano il basso e la batteria.

Non mancheranno anche esponenti locali della dancehall, del raggae, del dub e dell’hip hop come South Love Vibration, Smorf Sound e Dj Fato aka Supayouth.

In sala 2, Whatsapp Party con musica pop, rock & more con i dj del collettivo "Easy".

 

Prevendite su bookingshow

 

Start: apertura cancelli 22.30
Ingresso 8 euro (prima di mezzanotte, dopo 10 euro)

 

 

 

WEB TV

WEBtv