Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (6)

salesianiMOLFETTA.- Rilanciamo la lettera di una nostra lettrice:

Gent.ma Redazione
Chiedo gentilmente di pubblicare questa lettera.
Vi scrive la Sig.ra Maria C. nella speranza di trovare,con la vostra preziosa
collaborazione, delle soluzioni ad un problema, che si trascina da diversi anni,
nei mesi estivi, nel quartiere dove sorge la chiesa di San Giuseppe. Mi
riferisco alla manifestazione  “Estate Ragazzi”,che si svolge nell’oratorio dei
Salesiani della suddetta chiesa. L’iniziativa sarebbe lodevole qualora
rispettasse le esigenze e i problemi degli altri cittadini del quartiere ma ciò
non accade. Praticamente tutte le attività ludico-musicali,che iniziano alle
16.30 e terminano,a volte, alle 23.00, sono accompagnate da musica ad altissimo
volume(sembra di essere in discoteca) e da uno speaker che utilizza un
microfono che si sente fino alla villa comunale  Voglio ricordare agli
organizzatori di questa manifestazione che anche altre parrocchie organizzano
queste attività estive,ma solo per 2 o 3 ore pomeridiane e senza l’inutile uso
di amplificazioni o di musica ad alto volume: NON SIAMO IN DISCOTECA!!!! Nello
stabile da me abitato,a circa 100 metri dalla chiesa, ci sono diversi anziani
costretti a barricarsi in casa per non sentire il frastuono;che dire poi dei
lavoratori pendolari che devono alzarsi presto la mattina e dei giovani
studenti che,in periodo di esami, per studiare devono indossare i tappi!!! I
miei figli universitari,nei mesi estivi sono costretti a traslocare a casa dei
nonni per poter studiare in santa pace e in silenzio. Anni addietro ho cercato
di parlare con gli operatori e gli stessi sacerdoti ma senza risultato; quasi
sempre mi rispondevano in modo provocatorio(ai bambini dell’oratorio tutto è
permesso!!),a volte facevano finta di intervenire,disprezzando le più
elementari regole di convivenza civile. A volte,esasperata dal frastuono, ho  
chiamato i carabinieri e i vigili urbani, ma anche il loro intervento è servito
a ridurre il volume solo per 5 minuti!!! E’ mai possibile che questi
organizzatori(parroci ed educatori!!!!),non capiscano e non intendano
rispettare le esigenze degli altri??E’ proprio indispensabile  l’uso dell’
amplificazione e del microfono ad altissimo volume?? E’ mai possibile
permettere che tali attività possano protrarsi sino a sera inoltrata arrecando
disturbo alla quiete pubblica?? L’organizzazione è in regola con la S.I.A.E??
Per fare queste manifestazioni occorre o meno un permesso concesso dalle
autorità?? Chi lavora sotto il sole,ha il diritto di riposarsi e rilassarsi in
silenzio dopo una giornata lavorativa,guardando magari la TV??
Spero che il Vescovo S.E. Mons. Luigi Martella, il sindaco dott.ssa  
Natalicchio, il Vice sindaco avv. Maralfa, il comandante dei Carabinieri e il
comandante dei Vigili Urbani siano informati di quanto descritto e dopo le
opportune verifiche prendano seri provvedimenti!! Nessuno vuole negare il
“gioco” a questi bambini ma bisogna rispettare le esigenze di tutti i cittadini,
nessuno escluso.
LE REGOLE DI CONVIVENZA CIVILE DEVONO ESSERE RISPETTATE SOPRATTUTTO DALLE
PARROCCHIE PER DARE IL BUON ESEMPIO AGLI ALTRI!!!!!!
Grazie per l’ospitalità.


salesianiMOLFETTA.- Rilanciamo la lettera di una nostra lettrice:

Gent.ma Redazione
Chiedo gentilmente di pubblicare questa lettera.
Vi scrive la Sig.ra Maria C. nella speranza di trovare,con la vostra preziosa
collaborazione, delle soluzioni ad un problema, che si trascina da diversi anni,
nei mesi estivi, nel quartiere dove sorge la chiesa di San Giuseppe. Mi
riferisco alla manifestazione  “Estate Ragazzi”,che si svolge nell’oratorio dei
Salesiani della suddetta chiesa. L’iniziativa sarebbe lodevole qualora
rispettasse le esigenze e i problemi degli altri cittadini del quartiere ma ciò
non accade. Praticamente tutte le attività ludico-musicali,che iniziano alle
16.30 e terminano,a volte, alle 23.00, sono accompagnate da musica ad altissimo
volume(sembra di essere in discoteca) e da uno speaker che utilizza un
microfono che si sente fino alla villa comunale  Voglio ricordare agli
organizzatori di questa manifestazione che anche altre parrocchie organizzano
queste attività estive,ma solo per 2 o 3 ore pomeridiane e senza l’inutile uso
di amplificazioni o di musica ad alto volume: NON SIAMO IN DISCOTECA!!!! Nello
stabile da me abitato,a circa 100 metri dalla chiesa, ci sono diversi anziani
costretti a barricarsi in casa per non sentire il frastuono;che dire poi dei
lavoratori pendolari che devono alzarsi presto la mattina e dei giovani
studenti che,in periodo di esami, per studiare devono indossare i tappi!!! I
miei figli universitari,nei mesi estivi sono costretti a traslocare a casa dei
nonni per poter studiare in santa pace e in silenzio. Anni addietro ho cercato
di parlare con gli operatori e gli stessi sacerdoti ma senza risultato; quasi
sempre mi rispondevano in modo provocatorio(ai bambini dell’oratorio tutto è
permesso!!),a volte facevano finta di intervenire,disprezzando le più
elementari regole di convivenza civile. A volte,esasperata dal frastuono, ho  
chiamato i carabinieri e i vigili urbani, ma anche il loro intervento è servito
a ridurre il volume solo per 5 minuti!!! E’ mai possibile che questi
organizzatori(parroci ed educatori!!!!),non capiscano e non intendano
rispettare le esigenze degli altri??E’ proprio indispensabile  l’uso dell’
amplificazione e del microfono ad altissimo volume?? E’ mai possibile
permettere che tali attività possano protrarsi sino a sera inoltrata arrecando
disturbo alla quiete pubblica?? L’organizzazione è in regola con la S.I.A.E??
Per fare queste manifestazioni occorre o meno un permesso concesso dalle
autorità?? Chi lavora sotto il sole,ha il diritto di riposarsi e rilassarsi in
silenzio dopo una giornata lavorativa,guardando magari la TV??
Spero che il Vescovo S.E. Mons. Luigi Martella, il sindaco dott.ssa  
Natalicchio, il Vice sindaco avv. Maralfa, il comandante dei Carabinieri e il
comandante dei Vigili Urbani siano informati di quanto descritto e dopo le
opportune verifiche prendano seri provvedimenti!! Nessuno vuole negare il
“gioco” a questi bambini ma bisogna rispettare le esigenze di tutti i cittadini,
nessuno escluso.
LE REGOLE DI CONVIVENZA CIVILE DEVONO ESSERE RISPETTATE SOPRATTUTTO DALLE
PARROCCHIE PER DARE IL BUON ESEMPIO AGLI ALTRI!!!!!!
Grazie per l’ospitalità.

WEB TV

WEBtv