Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

bilancio 2Molfetta - Anche la gestione 2011 del Comune di Molfetta si chiude con un avanzo di amministrazione, quest’anno pari per la precisione a 372.680,66 euro. Con l’approvazione da parte del consiglio comunale dell’annuale rendiconto della gestione si conferma ancora una volta il raggiungimento di tutti gli obiettivi previsti dal Patto di Stabilità per l’anno 2011. «Il nostro è tra i bilanci migliori d’Italia», riassume il sindaco Antonio Azzollini.

«Per il quinto esercizio consecutivo questo assessorato attesta un avanzo di amministrazione positivo» fa notare l’assessore al Bilancio Giulio La Grasta. «Anche il conto economico si conclude con un utile di esercizio di oltre 4,3 milioni di euro. A Molfetta siamo stati precursori della spending review: già da diversi anni – ricorda La Grasta – teniamo sotto controllo il quadro della spesa corrente grazie a un monitoraggio puntuale dei conti. Il risultato è esemplare: nonostante la drastica riduzione di trasferimenti di risorse statali siamo riusciti ad azzerare gli sprechi e a mantenere nel contempo un ottimale livello di spesa corrente a favore delle fasce più deboli della popolazione.»


bilancio 2Molfetta - Anche la gestione 2011 del Comune di Molfetta si chiude con un avanzo di amministrazione, quest’anno pari per la precisione a 372.680,66 euro. Con l’approvazione da parte del consiglio comunale dell’annuale rendiconto della gestione si conferma ancora una volta il raggiungimento di tutti gli obiettivi previsti dal Patto di Stabilità per l’anno 2011. «Il nostro è tra i bilanci migliori d’Italia», riassume il sindaco Antonio Azzollini.

«Per il quinto esercizio consecutivo questo assessorato attesta un avanzo di amministrazione positivo» fa notare l’assessore al Bilancio Giulio La Grasta. «Anche il conto economico si conclude con un utile di esercizio di oltre 4,3 milioni di euro. A Molfetta siamo stati precursori della spending review: già da diversi anni – ricorda La Grasta – teniamo sotto controllo il quadro della spesa corrente grazie a un monitoraggio puntuale dei conti. Il risultato è esemplare: nonostante la drastica riduzione di trasferimenti di risorse statali siamo riusciti ad azzerare gli sprechi e a mantenere nel contempo un ottimale livello di spesa corrente a favore delle fasce più deboli della popolazione.»

WEB TV

WEBtv