Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

givemefivebattistipascoli1452019Molfetta. Finalmente, per la prima volta gli alunni cinquenni delle scuole dell’infanzia “Filippetto” e Ten. Lusito hanno potuto usufruire di progetti finanziati dalla Comunità Europea, nel corrente anno scolastico.

Da dicembre 2018 ad aprile 2019 gli alunni sono stati protagonisti di un’esperienza speciale, nell’ambito del progetto PON, intitolato “GIVE ME FIVE” suddiviso in tre moduli, che ha consentito agli alunni di conoscere le prime nozioni della lingua inglese.

Il Progetto supportato dalle docenti tutor di scuola dell’infanzia Giovanna Maria Gadaleta, Vincenza Germinario e Girolama M. Cinzia Tammacco, già dalla sua stesura, ha tenuto conto delle abilità di base degli alunni che per la prima volta si accostavano ad un’esperienza di L2.

Gli esperti esterni N. Paparella e M. Caputo hanno condotto i laboratori utilizzando il gioco come naturale veicolo di apprendimento. Gli esperti hanno attivato metodologie specifiche come “Multi Sensory Learning Motivation” , “Total Physical Response” (giochi di movimento, mimi, giochi di ruolo, drammatizzazione).

Accanto alle classiche lezioni frontali sono stati proposti dagli esperti i “Skill oriented learning” che, muovendo dalle naturali risorse creative dei bambini, hanno consentito di sviluppare solide capacità di ascolto; i “language trough music, movement, rhythm and drills” che, come la psicologia cognitiva sottolinea, hanno rafforzato l’importanza dell’utilizzo della musica e del movimento, nel processo di apprendimento “ a lungo termine”; i “Total Phisical Response”, particolarmente utile ad imparare una lingua straniera, in cui si è introdotto lo studio di una lingua a partire dall’esecuzione di istruzioni verbali.

Infine, si è fatto uso del “Role Play” e del “Tutoring”. Non ultimo è stato l’accattivante uso di sussidi multimediali (LIM, Pc, ecc.) che hanno favorito una positiva predisposizione all’apprendimento di una modalità diversa di strutturare la comunicazione e quindi il pensiero dentro un codice linguistico ed espressivo “altro”.

Prezioso è stato il contributo degli alunni delle classi 3^ del Liceo Linguistico “V. Fornari” (guidati magistralmente dalla prof.ssa Lucia Montanino) che hanno messo a disposizione le loro competenze tecnologiche e linguistiche per realizzare un filmato delle esperienze più significative e caratterizzanti vissute nel laboratorio di inglese. La visione del video ha restituito ai bambini feedback di conoscenze ed emozioni rendendo i piccoli alunni più consapevoli.

Nel corso delle manifestazione finali dei tre moduli, tenutisi al termine di ogni laboratorio, la Dirigente Scolastica, dott.ssa Analisia Vena, ha evidenziato la qualità del progetto sottolineando come la iniziale difficoltà degli alunni riferita alla comprensione di una lingua parlata (l’inglese) diversa da quella conosciuta (l’italiano) sia stata superata dopo i primi incontri, travolta dall’entusiasmo, dalla motivazione e dalla grande facilità di apprendimento dimostrata dai piccolini, anche, nella loro performance finale alla presenza dei loro genitori e parenti.

I genitori che per primi hanno chiesto e creduto nella validità dell’insegnamento della lingua inglese, si sono rivelati preziosi compagni di strada. Sempre attenti e partecipi hanno accompagnato l’intero percorso del laboratorio, rendendosi disponibili a sostenere e motivare i loro figli.

Questa esperienza pone l’Istituto “Battisti-Pascoli” nell’ottica di una scuola, capace di intercettare le più svariate possibilità di apprendimento, flessibile nell’organizzazione della didattica , attenta alle richieste provenienti dalle famiglie, capace di elaborare proposte innovative, per mettersi in gioco, al fine di valorizzare le opportunità formative e le persone dentro e fuori le mura scolastiche.

Con l’obiettivo di formare alunni sempre più competenti, con lo sguardo rivolto ad un futuro di nome “Europa”, già patrimonio sociale ed economico del nostro tempo.


givemefivebattistipascoli1452019Molfetta. Finalmente, per la prima volta gli alunni cinquenni delle scuole dell’infanzia “Filippetto” e Ten. Lusito hanno potuto usufruire di progetti finanziati dalla Comunità Europea, nel corrente anno scolastico.

Da dicembre 2018 ad aprile 2019 gli alunni sono stati protagonisti di un’esperienza speciale, nell’ambito del progetto PON, intitolato “GIVE ME FIVE” suddiviso in tre moduli, che ha consentito agli alunni di conoscere le prime nozioni della lingua inglese.

Il Progetto supportato dalle docenti tutor di scuola dell’infanzia Giovanna Maria Gadaleta, Vincenza Germinario e Girolama M. Cinzia Tammacco, già dalla sua stesura, ha tenuto conto delle abilità di base degli alunni che per la prima volta si accostavano ad un’esperienza di L2.

Gli esperti esterni N. Paparella e M. Caputo hanno condotto i laboratori utilizzando il gioco come naturale veicolo di apprendimento. Gli esperti hanno attivato metodologie specifiche come “Multi Sensory Learning Motivation” , “Total Physical Response” (giochi di movimento, mimi, giochi di ruolo, drammatizzazione).

Accanto alle classiche lezioni frontali sono stati proposti dagli esperti i “Skill oriented learning” che, muovendo dalle naturali risorse creative dei bambini, hanno consentito di sviluppare solide capacità di ascolto; i “language trough music, movement, rhythm and drills” che, come la psicologia cognitiva sottolinea, hanno rafforzato l’importanza dell’utilizzo della musica e del movimento, nel processo di apprendimento “ a lungo termine”; i “Total Phisical Response”, particolarmente utile ad imparare una lingua straniera, in cui si è introdotto lo studio di una lingua a partire dall’esecuzione di istruzioni verbali.

Infine, si è fatto uso del “Role Play” e del “Tutoring”. Non ultimo è stato l’accattivante uso di sussidi multimediali (LIM, Pc, ecc.) che hanno favorito una positiva predisposizione all’apprendimento di una modalità diversa di strutturare la comunicazione e quindi il pensiero dentro un codice linguistico ed espressivo “altro”.

Prezioso è stato il contributo degli alunni delle classi 3^ del Liceo Linguistico “V. Fornari” (guidati magistralmente dalla prof.ssa Lucia Montanino) che hanno messo a disposizione le loro competenze tecnologiche e linguistiche per realizzare un filmato delle esperienze più significative e caratterizzanti vissute nel laboratorio di inglese. La visione del video ha restituito ai bambini feedback di conoscenze ed emozioni rendendo i piccoli alunni più consapevoli.

Nel corso delle manifestazione finali dei tre moduli, tenutisi al termine di ogni laboratorio, la Dirigente Scolastica, dott.ssa Analisia Vena, ha evidenziato la qualità del progetto sottolineando come la iniziale difficoltà degli alunni riferita alla comprensione di una lingua parlata (l’inglese) diversa da quella conosciuta (l’italiano) sia stata superata dopo i primi incontri, travolta dall’entusiasmo, dalla motivazione e dalla grande facilità di apprendimento dimostrata dai piccolini, anche, nella loro performance finale alla presenza dei loro genitori e parenti.

I genitori che per primi hanno chiesto e creduto nella validità dell’insegnamento della lingua inglese, si sono rivelati preziosi compagni di strada. Sempre attenti e partecipi hanno accompagnato l’intero percorso del laboratorio, rendendosi disponibili a sostenere e motivare i loro figli.

Questa esperienza pone l’Istituto “Battisti-Pascoli” nell’ottica di una scuola, capace di intercettare le più svariate possibilità di apprendimento, flessibile nell’organizzazione della didattica , attenta alle richieste provenienti dalle famiglie, capace di elaborare proposte innovative, per mettersi in gioco, al fine di valorizzare le opportunità formative e le persone dentro e fuori le mura scolastiche.

Con l’obiettivo di formare alunni sempre più competenti, con lo sguardo rivolto ad un futuro di nome “Europa”, già patrimonio sociale ed economico del nostro tempo.

WEB TV

WEBtv