Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (4)

suonicontrostayhuman15092018Molfetta. Il Gruppo Amnesty International di Molfetta, in collaborazione con il risto-pub Sapemore, nell'ambito della rassegna “Suoni Contro”, organizza il giorno domenica 16 settembre, dalle ore 20:30, in via Cifariello, 5, il concerto jazz dei “Stay Human” (Gianluca de Bari – chitarra, Felice Mezzina – sax,Vittorio Palmisano – tastiera, Marco Pennelli – batteria, Marco Valente – contrabbasso).

L’evento si inserisce all'interno della campagna di sensibilizzazione di Amnesty International sui temi dell’accoglienza ai Migranti “I Welcome”.

“Nonostante la gravità della situazione in atto,i paesi più ricchi continuano ancora oggi a privilegiare le politiche e le misure atte a bloccare il movimento dei rifugiati e dei migranti, spesso delegando ad altri stati situati nelle regioni più vicine alle aree in guerra la responsabilità per l’accoglienza delle persone bisognose di protezione.” - sostiene Amnesty International - “Non possiamo stare a guardare, dobbiamo e possiamo fare passi concreti per fermare queste morti per trovare una soluzione più sostenibile che tenga conto della necessità primaria delle persone di chiedere protezione ad un Paese diverso dal proprio, senza dover mettere a repentaglio la vita.”

Durante la performance, alcuni brani a tema saranno narrati dalla voce di Umberto Binetti. Per informazioni: amnestymolfetta236@gmail.com


suonicontrostayhuman15092018Molfetta. Il Gruppo Amnesty International di Molfetta, in collaborazione con il risto-pub Sapemore, nell'ambito della rassegna “Suoni Contro”, organizza il giorno domenica 16 settembre, dalle ore 20:30, in via Cifariello, 5, il concerto jazz dei “Stay Human” (Gianluca de Bari – chitarra, Felice Mezzina – sax,Vittorio Palmisano – tastiera, Marco Pennelli – batteria, Marco Valente – contrabbasso).

L’evento si inserisce all'interno della campagna di sensibilizzazione di Amnesty International sui temi dell’accoglienza ai Migranti “I Welcome”.

“Nonostante la gravità della situazione in atto,i paesi più ricchi continuano ancora oggi a privilegiare le politiche e le misure atte a bloccare il movimento dei rifugiati e dei migranti, spesso delegando ad altri stati situati nelle regioni più vicine alle aree in guerra la responsabilità per l’accoglienza delle persone bisognose di protezione.” - sostiene Amnesty International - “Non possiamo stare a guardare, dobbiamo e possiamo fare passi concreti per fermare queste morti per trovare una soluzione più sostenibile che tenga conto della necessità primaria delle persone di chiedere protezione ad un Paese diverso dal proprio, senza dover mettere a repentaglio la vita.”

Durante la performance, alcuni brani a tema saranno narrati dalla voce di Umberto Binetti. Per informazioni: amnestymolfetta236@gmail.com

WEB TV

WEBtv