Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (4)

vascopera090118Molfetta. Una serata all’insegna della bella musica, delle emozioni e della solidarietà quella regalata dall’evento “VascOpera”, rock sinfonico dedicato a Vasco nella serata di venerdì 5 gennaio presso il PalaPoli di Molfetta, sotto la direzione artistica di Rita De Luca e Lino Altavilla.

Un evento corale, realizzato grazie alla collaborazione di tanti soggetti: Nico Marzocca, leader della formazione “I Bambini di Vasco”, il maestro Giovanni Minafra con la straordinaria Orchestra Filarmonica Pugliese e due ospiti di eccezione, Andrea Braido e Andrea Innesto Cucchia.

Andiamo con ordine. Ad introdurre la serata ci ha pensato la madrina dell’evento Antonella Caramia, giornalista di Radionorba, che ha presentato le finalità dei progetti umanitari a cui era legato l’evento e i suoi protagonisti.

VascOpera ha sposato una causa civile e la beneficenza. A questo bel progetto in musica sono stati legati due progetti di solidarietà sociale: la donazione all'Asl di BA e BT di due barelle di tipo "Toboga", utile e fondamentale nella gestione delle emergenze del 118 e la donazione per sostenere il progetto benefico "Natale con Bia", con sede a Monopoli, che pone al suo centro i bambini di famiglie in difficoltà, al fine di contribuire con quest'ultima all'acquisto di giocattoli.

Per quanto concerne le barelle, come hanno illustrato medici e il referente, questo modello particolare è molto utile in caso di emergenze particolari per il trasporto e per pazienti obesi.

Molto commoventi e particolari le storie delle letterine di Natale e dei desideri legati ai più piccoli che l’Associazione cerca di soddisfare.

E poi spazio alla musica, alla grande musica, ai suoni e ai colori di un mega palco, occupato da valenti musicisti prestati al rock, con un direttore che si trasforma, tanto è eclettico, un pubblico caloroso e le più belle canzoni di Vasco.

Nico Marzocca fra un pezzo e l’altro si è raccontato commuovendosi, ha tirato fuori il lato più intimo e più nascosto, lui così schivo, mostrando le difficoltà, l’abbandono degli amici, la risalita e la voglia di riscatto grazie ai suoi quattro figli.

C’è spazio per le canzoni che hanno fatto la storia, dalle gradinate si scende al centro e si balla, si accendono le luci dei telefonini per una serata che non sembra finire mai.

E poi i due grandi ospiti, direttamente dal concerto di Vasco Rossi al Modena Park, incantano e stregano il pubblico.

Le ore passano, si supera la mezzanotte, ma tutti hanno ancora voglia di cantare ed emozionarsi con le parole e le musiche di Vasco.


vascopera090118Molfetta. Una serata all’insegna della bella musica, delle emozioni e della solidarietà quella regalata dall’evento “VascOpera”, rock sinfonico dedicato a Vasco nella serata di venerdì 5 gennaio presso il PalaPoli di Molfetta, sotto la direzione artistica di Rita De Luca e Lino Altavilla.

Un evento corale, realizzato grazie alla collaborazione di tanti soggetti: Nico Marzocca, leader della formazione “I Bambini di Vasco”, il maestro Giovanni Minafra con la straordinaria Orchestra Filarmonica Pugliese e due ospiti di eccezione, Andrea Braido e Andrea Innesto Cucchia.

Andiamo con ordine. Ad introdurre la serata ci ha pensato la madrina dell’evento Antonella Caramia, giornalista di Radionorba, che ha presentato le finalità dei progetti umanitari a cui era legato l’evento e i suoi protagonisti.

VascOpera ha sposato una causa civile e la beneficenza. A questo bel progetto in musica sono stati legati due progetti di solidarietà sociale: la donazione all'Asl di BA e BT di due barelle di tipo "Toboga", utile e fondamentale nella gestione delle emergenze del 118 e la donazione per sostenere il progetto benefico "Natale con Bia", con sede a Monopoli, che pone al suo centro i bambini di famiglie in difficoltà, al fine di contribuire con quest'ultima all'acquisto di giocattoli.

Per quanto concerne le barelle, come hanno illustrato medici e il referente, questo modello particolare è molto utile in caso di emergenze particolari per il trasporto e per pazienti obesi.

Molto commoventi e particolari le storie delle letterine di Natale e dei desideri legati ai più piccoli che l’Associazione cerca di soddisfare.

E poi spazio alla musica, alla grande musica, ai suoni e ai colori di un mega palco, occupato da valenti musicisti prestati al rock, con un direttore che si trasforma, tanto è eclettico, un pubblico caloroso e le più belle canzoni di Vasco.

Nico Marzocca fra un pezzo e l’altro si è raccontato commuovendosi, ha tirato fuori il lato più intimo e più nascosto, lui così schivo, mostrando le difficoltà, l’abbandono degli amici, la risalita e la voglia di riscatto grazie ai suoi quattro figli.

C’è spazio per le canzoni che hanno fatto la storia, dalle gradinate si scende al centro e si balla, si accendono le luci dei telefonini per una serata che non sembra finire mai.

E poi i due grandi ospiti, direttamente dal concerto di Vasco Rossi al Modena Park, incantano e stregano il pubblico.

Le ore passano, si supera la mezzanotte, ma tutti hanno ancora voglia di cantare ed emozionarsi con le parole e le musiche di Vasco.

WEB TV

WEBtv