Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (6)

Droga Molfetta stallaMolfetta - Usava la stalla per nascondere la droga, ma scoperto con 5 “panetti” di hashish è finito in carcere. Dovrà difendersi dall’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Michele Scattarelli, 32enne di Molfetta, noto alle forze dell’ordine, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia durante uno specifico servizio.

I militari, in transito per la contrada Fondo Favale, hanno incrociato una Mercedes Coupè con a bordo il 32enne che viaggiava a velocità sostenuta verso Ruvo di Puglia. Tale comportamento ha insospettito gli operanti che lo hanno seguito a distanza sino a quando ha raggiunto un fondo agricolo, ove si è addentrato per fermarsi dinanzi ad una stalla. Accortosi dei carabinieri, si è sbarazzato rapidamente di un involucro che aveva tra le mani, gettandolo nel recinto ove c’era un cavallo ed ha fatto finta di sistemare degli attrezzi. Il gesto, però, non è sfuggito all’attenzione dei militari, che hanno immediatamente recuperato l’involucro contenente 480 grammi di hashish. L’ispezione del locale ha consentito, inoltre, di rinvenire 345 euro in banconote di piccolo taglio, scovati sotto un pensile adagiato sul pavimento della stalla e un coltello con la lama sporca di analoga sostanza trovato su di un bancone lì collocato.

Tratto in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, il 32enne è stato poi associato al carcere locale.


Droga Molfetta stallaMolfetta - Usava la stalla per nascondere la droga, ma scoperto con 5 “panetti” di hashish è finito in carcere. Dovrà difendersi dall’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Michele Scattarelli, 32enne di Molfetta, noto alle forze dell’ordine, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia durante uno specifico servizio.

I militari, in transito per la contrada Fondo Favale, hanno incrociato una Mercedes Coupè con a bordo il 32enne che viaggiava a velocità sostenuta verso Ruvo di Puglia. Tale comportamento ha insospettito gli operanti che lo hanno seguito a distanza sino a quando ha raggiunto un fondo agricolo, ove si è addentrato per fermarsi dinanzi ad una stalla. Accortosi dei carabinieri, si è sbarazzato rapidamente di un involucro che aveva tra le mani, gettandolo nel recinto ove c’era un cavallo ed ha fatto finta di sistemare degli attrezzi. Il gesto, però, non è sfuggito all’attenzione dei militari, che hanno immediatamente recuperato l’involucro contenente 480 grammi di hashish. L’ispezione del locale ha consentito, inoltre, di rinvenire 345 euro in banconote di piccolo taglio, scovati sotto un pensile adagiato sul pavimento della stalla e un coltello con la lama sporca di analoga sostanza trovato su di un bancone lì collocato.

Tratto in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, il 32enne è stato poi associato al carcere locale.

WEB TV

WEBtv