MURO CROLLATO E MASSI ROTOLANTI SULLA SPIAGGIA: «LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO», DENUNCIA UNA CITTADINA

molfettamurocrollatoprimacala
Molfetta. Sulla spiaggia libera alle spalle del Poli non solo è crollato il muro di cinta, ma è venuta meno anche la recinzione
Shares

Regna l’abbandono su una delle spiagge più frequentate di Molfetta. Lungo il tratto di costa posto all’estremità della Prima Cala, alle spalle del Poli e poco distante dal Lula Park, il muro di cinta che separa la spiaggia dalla strada è crollato diversi mesi fa e così è rimasto.

Oltre al muro, da qualche giorno è venuta giù anche la recinzione in metallo, rendendo l’accesso alla spiaggia ancora più pericoloso.

A denunciare la situazione, una cittadina tornata nei giorni scorsi a frequentare abitualmente la spiaggia, che scrive: «Questo è il muro pericolante, con annessi sassi rotolanti, crollato tempo fa sulla spiaggia che si trova esattamente alle spalle del Paolo Poli. La sicurezza prima di tutto. Soprattutto quando la parte interessata è un tratto di spiaggia libera frequentata da tutti, a due passi dal Lula Park, dove, addirittura, c’è il campo scuola frequentato da numerosi bambini.

Sarebbe il caso di provvedere alla riparazione del muro pericolante e alla rimozione di massi rotolanti, alla messa in sicurezza dell’area, rimuovendo le ringhiere divelte e cedute a strapiombo sulla spiaggia.  Bisognerebbe realizzare un accesso alla spiaggia meno off-road, possibilmente evitando la chiusura totale ai bagnanti dato che già le spiagge libere molfettesi sono dimenticate dal mondo e non versano in ottime condizioni».

Shares

ULTIME NOTIZIE

SEGNALAZIONI

NEWSLETTER

CRONACA