Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (4)

piazzaimmacolata14062018Molfetta. Ancora una volta il dott. Vito Giovanni Mastrorilli, proprietario della farmacia in Piazza Immacolata, lamenta lo stato di degrado, incuria e sporcizia in cui versa la villetta – giardino.

Descrive infatti in un post sul suo profilo social la situazione invivibile ed indecorosa, rivolgendosi agli amministratori:

Ciao sindaco, assessori e politici di ogni colore, questa piazza dovrebbe essere “Immacolata” come il suo nome. Ma ogni giorno sento risuonare grida di degrado, di disperazione, di povertà offesa, di preghiere interrotte. Un luogo offeso dalle persone e dalle macchine, offeso dalle promesse e incompreso nei progetti, passaggio veloce dell’avventore che teme l’illegalità e degrado.

Questo è il luogo dei sorrisi interrotti, dei passi sporcati da piscio di cane, da cittadini che degradano loro stessi e la città depositando i rifiuti. Venite in piazza!!!! Facciamo cantare un pianoforte in più tra i tanti che ci saranno in giro in questi giorni, facciamo colorire di gente queste strade oggi sconosciute ma un tempo, rigogliose di vita vera! Facciamo un sit-in per conoscerci. C’è una “guida turistica che possa raccontare cosa significasse questo quartiere 40 anni fa?” Immacolata....immacolata, piccola Immacolata, non ti cerca più nessuno! E io piango per te, terra di quattro generazioni di farmacisti, sulla via dell’abbandono!!!

Ovunque rifiuti, sporcizia, fetore , scritte. Ci segnalano anche situazioni di parcheggio selvaggio nella piazza, senza nessun rispetto delle regole e del vivere civile. Noi non possiamo fare altro che testimoniare il tutto e girarlo agli organismi competenti affinchè si provveda per il bene della città.


piazzaimmacolata14062018Molfetta. Ancora una volta il dott. Vito Giovanni Mastrorilli, proprietario della farmacia in Piazza Immacolata, lamenta lo stato di degrado, incuria e sporcizia in cui versa la villetta – giardino.

Descrive infatti in un post sul suo profilo social la situazione invivibile ed indecorosa, rivolgendosi agli amministratori:

Ciao sindaco, assessori e politici di ogni colore, questa piazza dovrebbe essere “Immacolata” come il suo nome. Ma ogni giorno sento risuonare grida di degrado, di disperazione, di povertà offesa, di preghiere interrotte. Un luogo offeso dalle persone e dalle macchine, offeso dalle promesse e incompreso nei progetti, passaggio veloce dell’avventore che teme l’illegalità e degrado.

Questo è il luogo dei sorrisi interrotti, dei passi sporcati da piscio di cane, da cittadini che degradano loro stessi e la città depositando i rifiuti. Venite in piazza!!!! Facciamo cantare un pianoforte in più tra i tanti che ci saranno in giro in questi giorni, facciamo colorire di gente queste strade oggi sconosciute ma un tempo, rigogliose di vita vera! Facciamo un sit-in per conoscerci. C’è una “guida turistica che possa raccontare cosa significasse questo quartiere 40 anni fa?” Immacolata....immacolata, piccola Immacolata, non ti cerca più nessuno! E io piango per te, terra di quattro generazioni di farmacisti, sulla via dell’abbandono!!!

Ovunque rifiuti, sporcizia, fetore , scritte. Ci segnalano anche situazioni di parcheggio selvaggio nella piazza, senza nessun rispetto delle regole e del vivere civile. Noi non possiamo fare altro che testimoniare il tutto e girarlo agli organismi competenti affinchè si provveda per il bene della città.

WEB TV

WEBtv