Banner sfondo 2 I VIAGGI DI AGATA - 060917

hospice090218Molfetta. Nei giorni scorsi la troupe del programma di informazione religiosa “A Sua immagine” ha registrato un servizio presso l’Hospice "Aurelio Marena" di Bitonto dove sono e sono stati ricoverati e accuditi con cure amorevoli tanti molfettesi e non solo.

La struttura è infatti diventata un punto di riferimento per tutta la zona, proprio per le modalità con cui è gestita.

Il servizio a cura di Roberto Fittipaldi e Barbara Borgiotti andrà in onda Domenica prossima 11 febbraio dalle ore 10.30 alle ore 11 su Rai1 durante la trasmissione che farà un particolare focus sulla Giornata Mondiale Del Malato.

Ma conosciamo meglio questa struttura di eccellenza.

L'Hospice “Mons. Aurelio Marena”, inaugurato l'8 luglio 2007 e attivo da dicembre 2007, è un centro di Cure palliative globali per malati terminali, convenzionato con il SSN.

L'Hospice è nato per rispondere ai bisogni clinici, assistenziali, psicologici e spirituali del paziente che ha bisogno di cure continuative in fase progressiva della malattia.

Il paziente viene non solo curato ma preso in carico nella globalità della sua persona.Può essere curato in hospice o al proprio domicilio attraverso l'A.D.O. (Assistenza Domiciliare Oncologica).

L'apporto di medici - infermieri - operatori sociosanitari - fisioterapisti - psicologici - assistenti sociali - assistenti spirituali - volontari - contribuiscono alla realizzazione di un piano assistenziale incentrato sul paziente e sulla famiglia.

È dotato di 30 posti letto, camere singole, e di un posto letto disponibile per il Day Hospital.Ogni camera è dotata di servizi privati e di un divano letto per accompagnatore.

Il paziente durante il ricovero è preso in cura da un equipe medica infermieristica esperta, con l'obiettivo del miglioramento della sua qualità di vita attraverso attento controllo dei sintomi e la creazione di un ambiente umano accogliente e familiare.

Anche i suoi familiari possono avvalersi di un sostegno psicologico sia durante che dopo il ricovero.

La struttura è costituita da: reception, sala bar, cappella, open space, infermeria, sala relax per familiari, biblioteca, area esterna a verde, ambienti destinati agli ammalati.

Di tutto questo si parlerà nella trasmissione Rai condotta dalla giornalista Lorena Bianchetti.


hospice090218Molfetta. Nei giorni scorsi la troupe del programma di informazione religiosa “A Sua immagine” ha registrato un servizio presso l’Hospice "Aurelio Marena" di Bitonto dove sono e sono stati ricoverati e accuditi con cure amorevoli tanti molfettesi e non solo.

La struttura è infatti diventata un punto di riferimento per tutta la zona, proprio per le modalità con cui è gestita.

Il servizio a cura di Roberto Fittipaldi e Barbara Borgiotti andrà in onda Domenica prossima 11 febbraio dalle ore 10.30 alle ore 11 su Rai1 durante la trasmissione che farà un particolare focus sulla Giornata Mondiale Del Malato.

Ma conosciamo meglio questa struttura di eccellenza.

L'Hospice “Mons. Aurelio Marena”, inaugurato l'8 luglio 2007 e attivo da dicembre 2007, è un centro di Cure palliative globali per malati terminali, convenzionato con il SSN.

L'Hospice è nato per rispondere ai bisogni clinici, assistenziali, psicologici e spirituali del paziente che ha bisogno di cure continuative in fase progressiva della malattia.

Il paziente viene non solo curato ma preso in carico nella globalità della sua persona.Può essere curato in hospice o al proprio domicilio attraverso l'A.D.O. (Assistenza Domiciliare Oncologica).

L'apporto di medici - infermieri - operatori sociosanitari - fisioterapisti - psicologici - assistenti sociali - assistenti spirituali - volontari - contribuiscono alla realizzazione di un piano assistenziale incentrato sul paziente e sulla famiglia.

È dotato di 30 posti letto, camere singole, e di un posto letto disponibile per il Day Hospital.Ogni camera è dotata di servizi privati e di un divano letto per accompagnatore.

Il paziente durante il ricovero è preso in cura da un equipe medica infermieristica esperta, con l'obiettivo del miglioramento della sua qualità di vita attraverso attento controllo dei sintomi e la creazione di un ambiente umano accogliente e familiare.

Anche i suoi familiari possono avvalersi di un sostegno psicologico sia durante che dopo il ricovero.

La struttura è costituita da: reception, sala bar, cappella, open space, infermeria, sala relax per familiari, biblioteca, area esterna a verde, ambienti destinati agli ammalati.

Di tutto questo si parlerà nella trasmissione Rai condotta dalla giornalista Lorena Bianchetti.

WEB TV

WEBtv